Principale

Torcicollo

Quale medico cura la schiena e il collo

Sfortunatamente, la curvatura della colonna vertebrale viene solitamente riconosciuta solo quando i sintomi compaiono sotto forma di asimmetria pronunciata del tronco. Tuttavia, la scoliosi non è solo un difetto estetico, ma una grave condizione patologica dell'asse del corpo, che lascia un'impronta sul lavoro di tutti gli organi interni, compreso il cuore. È estremamente importante consultare un medico per un trattamento competente ai primi sintomi di scoliosi..

Cos'è la scoliosi?

La scoliosi è una curvatura della colonna vertebrale sul piano frontale. La curvatura della colonna vertebrale toracica o lombare sono i tipi più comuni di scoliosi. Di solito, questa patologia si sviluppa nei bambini dagli 8 ai 16 anni, quando il corpo cresce a un ritmo rapido ed è associata a una posizione del corpo errata durante la seduta prolungata a un banco di scuola. Anche gli adulti che conducono uno stile di vita sedentario, lavorando seduti 10-12 ore al giorno, spesso acquisiscono questo disturbo.

La curvatura dell'asse del corpo può essere unilaterale, quando la deflessione avviene solo in una direzione e solo in una parte della colonna vertebrale. Inoltre, ci sono frequenti casi di curvatura bilaterale, quando, ad esempio, nella regione toracica, la colonna vertebrale si piega a sinistra e nella zona lombare - a destra. A seconda della forza della curvatura, si distinguono 4 gradi di scoliosi, da I a IV.

RIFERIMENTO! Dall'età di 7 anni, è necessario prestare molta attenzione alla salute della colonna vertebrale del bambino. Ciò è particolarmente vero per le ragazze, perché nell'80% dei casi sono loro che soffrono di problemi alla colonna vertebrale. Ciò è dovuto alla precedente crescita ossea.

Segni

Ci sono alcuni sintomi di curvatura della colonna vertebrale, che sono la ragione di una visita urgente dal medico:

  • dolore alla schiena e al cuore, a causa del pizzicamento delle radici nervose;
  • diversi livelli di spalle e scapole;
  • linea irregolare della colonna vertebrale;
  • slouch;
  • bacino inclinato;
  • cambiamento nell'andatura;
  • debolezza e affaticamento dei muscoli e dei legamenti della schiena.

RIFERIMENTO! Nella fase iniziale, la scoliosi non porta alcun inconveniente ed è praticamente invisibile visivamente. I genitori dovrebbero prestare particolare attenzione alla salute degli scolari che trascorrono la maggior parte del loro tempo alla scrivania.

Quali specialisti devo contattare per correggere la curvatura della colonna vertebrale negli adulti e nei bambini?

Prima di recarti in clinica, devi decidere quale specialista contattare. La scelta della specializzazione di un medico è un passaggio cruciale, perché da lui dipendono la corretta diagnosi, il percorso di cura ed i risultati..

Terapista

Il primo specialista a cui vengono indirizzati tutti i pazienti è il terapista. Alla reception con il terapeuta, vengono discussi i reclami del paziente e viene eseguito un esame, in base ai cui risultati il ​​medico determina la tattica di ulteriori esami e trattamenti. Il terapeuta, infatti, determina solo la presenza o l'assenza di scoliosi e la indirizza a un appuntamento con uno specialista più ristretto. Se la curvatura è insignificante, il terapeuta prescrive in modo indipendente il trattamento e le procedure necessari.

I bambini con sospetta scoliosi vengono portati dal pediatra, che determina l'ulteriore corso del trattamento e fa riferimento a specialisti ristretti.

Ortopedico

Se sospetti la scoliosi, puoi anche vedere un ortopedico. Fornisce diagnostica completa e trattamento non chirurgico di tutti i collegamenti del sistema muscolo-scheletrico umano..

Sulla base dei risultati dell'esame e dell'identificazione del grado di curvatura della colonna vertebrale, l'ortopedico prescrive una serie di misure per trattare la malattia. Include:

  • La ginnastica terapeutica è un insieme di esercizi volti a rafforzare i muscoli e i legamenti della schiena. La ginnastica è particolarmente efficace per eliminare le piccole curvature causate dall'indebolimento del corsetto muscolare e dall'incapacità del paziente di mantenere una postura corretta. Questo trattamento viene solitamente somministrato ai bambini..
  • Indossare un corsetto speciale che mantiene la schiena nella posizione corretta. Il corsetto risolve le aree problematiche della colonna vertebrale, previene l'ulteriore spostamento delle vertebre. Indossare corsetti è particolarmente efficace per i bambini con la fase iniziale della scoliosi. Corregge la postura e favorisce il corretto sviluppo muscolare.

Queste misure sono efficaci nel trattamento della scoliosi di grado 1 della colonna vertebrale superiore. Per le manifestazioni più gravi di scoliosi, un ortopedico consiglia di consultare altri specialisti.

Chirurgo

I casi complessi di scoliosi sono solitamente accompagnati da curvatura della colonna vertebrale e su altri piani: lordosi e cifosi. In questi casi, la terapia fisica e indossare un corsetto non solo non porteranno risultati, ma anche danni.

Riferito al chirurgo se:

  • il trattamento conservativo delle fasi iniziali della curvatura non ha dato risultati;
  • la curvatura ha raggiunto uno stadio severo;
  • la scoliosi è complicata dallo spostamento degli organi del torace e dalla formazione di ernie intervertebrali.

Il chirurgo può prescrivere un corso di massaggio raddrizzante se ritiene che questo metodo di trattamento sia giustificato in un caso particolare. Questo massaggio viene eseguito in un corso di diversi mesi..

Durante il massaggio terapeutico, le vertebre del paziente vengono posizionate e fissate. Questa misura consente di ridurre il grado di curvatura o addirittura di eliminarlo completamente..

Se altri metodi non aiutano, viene eseguita un'operazione. Durante l'intervento chirurgico, il medico conferisce autonomamente alla colonna vertebrale la forma corretta e fissa la nuova posizione delle vertebre con una speciale struttura metallica. Un anno dopo, la struttura viene rimossa. Il trattamento chirurgico riporta la colonna vertebrale in una posizione sana.

Chiropratico

Un chiropratico è uno specialista che ripristina la corretta posizione di muscoli, articolazioni e ossa con l'aiuto di un effetto puntuale delle mani. Ad un appuntamento con un chiropratico, puoi correggere con successo la tua postura con scoliosi di I e II grado. Per prima cosa, il medico allevia la tensione e rilassa i muscoli della schiena con un effetto leggero, quindi corregge la posizione delle vertebre. In 10-12 sessioni, la curvatura può essere notevolmente ridotta. La terapia manuale è efficace solo in combinazione con altre misure per la correzione della scoliosi: esercizi di fisioterapia, indossando un corsetto.

Il chiropratico non esegue un esame iniziale e non fa diagnosi. Un rinvio a questo specialista viene fornito da un terapista se ritiene questo metodo di trattamento adatto a un particolare paziente..

Per ulteriori informazioni su cosa sia la terapia manuale, vedere il collegamento.

Neuropatologo

In alcuni casi, la curvatura della colonna vertebrale è accompagnata da un forte dolore, mancanza di sensibilità della pelle sulla schiena. Muovendosi, le vertebre schiacciano le radici nervose, provocando dolore e perdita di sensibilità. In questo caso, il trattamento viene eseguito da un neurologo. Anche se non ci sono tali sintomi, è necessaria la consultazione con un neurologo nel processo di correzione della scoliosi.

Riabilitologo

Questo specialista organizza una serie di misure per riabilitare il paziente dopo un intervento chirurgico di correzione della scoliosi. Se l'operazione non è possibile, il medico aiuta la persona ad adattarsi alla sua disabilità ea vivere una vita piena..

Vertebrologo

Un vertebrologo è uno specialista che si occupa della cura delle malattie della colonna vertebrale, delle articolazioni e dei muscoli circostanti. Un tale medico possiede le conoscenze di un neuropatologo, ortopedico e chirurgo, quindi può affrontare in modo completo il trattamento della scoliosi. Si consiglia di contattare un vertebrologo nelle prime fasi di curvatura, poiché in questo caso c'è una migliore possibilità di un completo recupero.

La scelta di un medico che cura la scoliosi dipende dall'età del paziente, dal grado di abbandono della malattia, dalle complicanze e dalle malattie concomitanti. La cosa più importante è contattare la clinica in tempo quando vengono rilevati i primi sintomi di curvatura spinale.

Quale medico cura la colonna vertebrale e la schiena

Molte persone cercano spesso di scoprire il nome del medico che tratta separatamente la schiena e la colonna vertebrale. Ciò è dovuto al fatto che ci sono molti specialisti di profilo stretto specializzati in varie patologie della schiena. Queste possono essere malattie del sistema nervoso, malattie degenerative diffuse e infettive e infiammatorie..

La scelta di un medico che aiuterà a capire la causa del dolore e curare la malattia dipende solo dal fattore eziologico. Prima di tutto, il paziente dovrebbe contattare un terapista che effettuerà un esame preliminare e scoprirà i principali sintomi della malattia. Successivamente, fisserà un appuntamento con un medico di profilo più ristretto: un neurologo, vertebrologo, chirurgo o altro specialista.

Terapista

Se una persona non sa quale medico sta curando la colonna vertebrale o quale specialista contattare in caso di forte mal di schiena, allora è meglio andare da un terapista. Questo medico effettuerà un esame fisico completo e ordinerà un test per assicurarsi che il sangue, l'urina e le feci siano normali. Disagio e disagio possono essere causati non solo da problemi alla colonna vertebrale, ma anche da malattie del tratto gastrointestinale, del sistema cardiovascolare e nervoso.

Pertanto, è così importante contattare un terapeuta che prenderà una storia e determinerà con precisione la causa del dolore. Non è consigliabile determinare in modo indipendente il fattore eziologico e prescrivere un trattamento, poiché una persona che non ha un'istruzione medica può ferirsi gravemente. Se una certa area della colonna vertebrale fa male, allora devi parlarne con il medico.

Le regioni cervicale, toracica o lombare si trovano vicino a determinati organi interni che possono infiammarsi o causare forti dolori, che a loro volta si avvertono in punti corrispondenti sulla schiena. Il terapista esaminerà attentamente la colonna vertebrale, palperà le vertebre e le strutture ossee adiacenti, determinerà i siti patologici di curvatura e la localizzazione della sindrome del dolore. Quindi ti dirà quale medico andare dal prossimo.

Vertebrologo

Un vertebrologo è un medico strettamente concentrato che cura la colonna vertebrale. Questo specialista ha un'ampia conoscenza anatomica, fisiologica e farmacologica, pertanto potrà condurre autonomamente una sessione di terapia manuale, massaggio terapeutico o prescrivere una terapia complessa.

Dopo aver visto questo medico, il paziente può essere indirizzato a uno dei metodi di ricerca strumentale. La tecnica più comune per gli adulti è la radiografia o la TC (tomografia computerizzata). Forniscono immagini dettagliate di strutture ossee, tendini, legamenti e tessuti molli. Dopo le immagini ottenute, il vertebrologo diagnostica e prescrive accuratamente il trattamento.

Questo specialista aiuta con condizioni patologiche causate da:

  • posizione del corpo errata durante il sonno;
  • utilizzare mobili con superficie imbottita o troppo dura;
  • stile di vita sedentario;
  • lavoro sedentario;
  • forte sollevamento di pesi;
  • sovrappeso.

Il vertebrologo tratta le malattie della schiena associate solo alla disfunzione della colonna vertebrale. Questo medico si trova solo in cliniche specializzate che si occupano esclusivamente di patologie della schiena. Può anche lavorare negli ospedali regionali, dove l'amministrazione recluta medici di specialità rare..

Neurologo

Quando il terapeuta ha il sospetto di un'ernia della colonna vertebrale, il pizzicamento delle radici o dei vasi nervosi, prescrive uno dei metodi di analisi strumentali. Dopodiché, guarda le immagini ottenute di un'immagine dettagliata del sistema vascolare, controlla la diagnosi presunta e lo indirizza a un neurologo. Quasi tutti gli ospedali distrettuali o centri medici hanno un neurologo che si occupa di malattie della schiena causate da terminazioni nervose schiacciate, fasci vascolari o infiammazioni delle radici spinali..

Pertanto, se il paziente lamenta mal di schiena, rigidità nei movimenti e altri sintomi concomitanti di malattie neurologiche, il terapeuta può indirizzarlo a un neurologo. Il compito principale di questo medico è eliminare il processo infiammatorio e la sindrome del dolore nell'area problematica della schiena, facilitare il movimento del paziente ed eliminare il pizzicamento. Dopo il corso terapeutico, il paziente deve migliorare la sensibilità e ripristinare il normale flusso sanguigno..

Chirurgo

Un chirurgo è uno specialista che tratta patologie gravi della colonna vertebrale con l'aiuto di un intervento chirurgico o un intervento diretto nella struttura anatomica della colonna vertebrale. Questo medico curante raddrizza anche le articolazioni danneggiate a causa di traumi e tratta la curvatura della colonna vertebrale (cifosi, scoliosi). Questo medico viene consultato in questi casi:

  • In presenza di osteofiti - escrescenze ossee sulle vertebre, che danno al paziente un forte disagio e dolore. Possono crescere sotto forma di una spina o di un piccolo uncino. Una crescita eccessiva dell'osso porta a rigidità e altri sintomi.
  • In caso di dischi intervertebrali erniati. La sconfitta dei dischi intervertebrali e il pizzicamento delle terminazioni nervose provocano un forte dolore, pertanto, in alcuni casi, è necessario un intervento chirurgico urgente.
  • Anomalie congenite della colonna vertebrale e della curvatura. La scoliosi e la cifosi causano forti dolori e disagio costante, quindi al paziente viene prescritto un intervento chirurgico per correggere le curve irregolari..
  • La spondilite anchilosante è una malattia in cui sono colpite grandi articolazioni, articolazioni vertebrali e tessuti molli. Una caratteristica della patologia è la perdita della normale curvatura della colonna vertebrale..

L'operazione chirurgica è considerata possibile solo se i metodi di trattamento conservativi non hanno effetto e le condizioni del paziente peggiorano.

Altri specialisti

Se sospetti una malattia del tratto gastrointestinale o del sistema cardiovascolare, il paziente potrebbe chiedersi quale medico sta curando queste malattie. La risposta migliore a questa domanda è un terapista che condurrà una diagnosi preliminare. Il cardiologo è uno specialista nel trattamento delle malattie del sistema cardiovascolare e delle malattie cardiache congenite. Per determinare la diagnosi, il paziente viene assegnato a sottoporsi a cardiografia con la sua ulteriore decodifica.

Il gastroenterologo, a sua volta, si occupa del trattamento di patologie associate a ridotta funzionalità dell'apparato digerente. Può essere pancreatite, malattie erosive e ulcerative dello stomaco o del duodeno, infiammazione del fegato e organi adiacenti. Tali condizioni patologiche causano dolore progressivo grave, gonfiore, disturbi dispeptici e altri sintomi..

Se una persona non sa a quale medico rivolgersi per capire perché la colonna vertebrale fa male, allora è meglio iniziare con un terapista. È questo medico che potrà confermare o negare una possibile diagnosi, stabilire la localizzazione dei sintomi e prescrivere ulteriori azioni in merito alla diagnosi. Nel caso in cui sia necessario il primo soccorso o il paziente non abbia l'opportunità di andare dal terapista e le condizioni peggiorino, è necessario chiamare un'ambulanza. Gli operatori sanitari condurranno un esame preliminare, misureranno tutte le indicazioni biologiche e forniranno assistenza qualificata.

Se ti fa male la schiena, da quale dottore dovresti andare

Capire la domanda più popolare.

Questa domanda è rilevante per molte persone, specialmente quelle che conducono uno stile di vita sedentario: lavorano in ufficio e si muovono poco. Molto spesso, il dolore si verifica nella colonna lombare o cervicale e scompare dopo un buon riposo. Tuttavia, può anche essere un sintomo di una grave malattia..

A chi rivolgersi se ti fa male la schiena: identificare la causa

Indipendentemente dall'intensità del dolore, è necessario contattare immediatamente una struttura medica. Solo uno specialista può fare una diagnosi accurata e prescrivere il trattamento appropriato. L'autosomministrazione di farmaci può portare a un deterioramento della salute e all'aggravamento della malattia.

Le cause più comuni di mal di schiena sono:

  • scoliosi, ernia dei dischi intervertebrali, osteocondrosi e altri problemi alla colonna vertebrale
  • processi infiammatori
  • malattie dei polmoni, dei reni, del cuore e di altri organi interni

Non dovresti cercare di scoprire da solo la causa della malattia. L'istituto medico ti dirà a chi rivolgerti se ti fa male la schiena.

La schiena fa male: a quale medico rivolgersi?

Per sensazioni dolorose alla schiena, uno dei seguenti specialisti aiuterà:

  • Un vertebrologo è un medico specializzato in malattie della colonna vertebrale. Per diagnosticare la malattia, vengono utilizzati ultrasuoni, raggi X, risonanza magnetica o tomografia computerizzata. Grazie a abilità speciali, il medico sa esattamente come trattare alcune malattie. Per il recupero, oltre ai farmaci, vengono prescritti esercizi di fisioterapia e altre procedure
  • Neurologo: questo medico, sebbene non abbia una specializzazione ristretta, aiuterà a determinare la causa della malattia. Inoltre, rivolgersi a un neurologo è più facile che fissare un appuntamento con un vertebrologo.
  • Nefrologo e urologo: dovrebbero essere contattati se si escludono patologie spinali, ma si sospetta una malattia renale
  • Il terapista aiuterà a identificare la causa iniziale, se non è pronunciata, e la invierà allo specialista giusto
© Pollyana Ventura / E + / Getty Images

Prima di decidere a quale medico rivolgersi se ti fa male la schiena, ricorda se il dolore è il risultato di movimenti improvvisi o di uno sforzo fisico eccessivo

Anche se le sensazioni dolorose non causano problemi, contattare immediatamente una struttura medica per un consiglio. Un lieve dolore può indicare lo sviluppo di una patologia che può essere curata nella fase iniziale. Lo specialista ti aiuterà a tornare alla vita normale..

Mal di schiena. Dottore - su quali esami sono necessari e quali non sono necessari

Non è un segreto che a volte medici senza scrupoli possano imporre esami costosi ai pazienti. Sembra che non ci sia alcun danno, ma nemmeno beneficio. Il mal di schiena è spesso una situazione in cui possono essere offerti test costosi ma non necessari. Quali esami sono inutili e cosa, al contrario, sono necessari, AiF.ru è stato detto da un neurologo presso la clinica per il trattamento del dolore del GKB im. V. V. Vinogradova Pyotr Sokov.

Primo esame, poi risonanza magnetica

La maggior parte del dolore alla schiena non richiede una diagnostica aggiuntiva sotto forma di tomografia computerizzata, radiografia e risonanza magnetica. Se il dolore si è manifestato per la prima volta, ha un'intensità moderata, quindi con un approccio competente viene trattato senza ulteriori ricerche. È sufficiente esaminare un medico e intervistare un paziente. In caso di sospetto di una lesione verificatasi dopo una caduta, un qualche tipo di impatto aggressivo, ecc., La radiografia viene utilizzata più spesso, se possibile: tomografia computerizzata.

Molti sono sicuri che con il mal di schiena è necessario andare da un medico specialista con una risonanza magnetica. Tuttavia, ci sono studi che suggeriscono che la diagnosi eccessiva di problemi alla colonna vertebrale può ritardare il trattamento o portarlo nella direzione sbagliata. Ad esempio, alcuni dei cambiamenti anatomici nella colonna vertebrale - protrusioni, ernie - possono essere asintomatici e non disturbare in alcun modo la persona. Tuttavia, dopo aver visto tali cambiamenti sulla risonanza magnetica, il medico inizia a trattarli. In questo caso, la causa del dolore potrebbe essere qualcos'altro. Si scopre che il medico tratta l'immagine della risonanza magnetica e non il paziente e il suo dolore. Pertanto, un approccio più ragionevole è far decidere al medico se questo esame è necessario o meno e fornire una direzione appropriata.

Se si sospetta che il mal di schiena sia causato proprio da un'ernia intervertebrale, alterazioni degenerative della colonna vertebrale (osteocondrosi, nella lingua popolare), è necessaria la risonanza magnetica. Questo è un metodo che ti consente di vedere la colonna vertebrale e il tessuto molle circostante in modo realistico. In questo caso, l'immagine MRI dipende dalla potenza del dispositivo, che è determinata dall'intensità del campo magnetico, misurata in Tesla (T). Per il mal di schiena, si consiglia di eseguire la risonanza magnetica su un tomografo ad alto campo con una potenza di almeno 1,5 Tesla. Una risonanza magnetica di qualità aumenta le possibilità che il medico non perda nulla. Quindi, se c'è una scelta in quale clinica eseguire la risonanza magnetica, ha senso prima scoprire quali sono le capacità dell'attrezzatura diagnostica proposta.

Se non ci sono stati feriti

A volte il mal di schiena è causato da infezioni - spondilite e spondilodiscite. Questa è un'infiammazione delle vertebre e dei dischi intervertebrali. Prima di prescrivere una terapia antibiotica a un paziente, è imperativo confermare la diagnosi alla risonanza magnetica.

In rari casi, quando ci sono sospetti di problemi oncologici, viene utilizzato uno studio chiamato scintigrafia - la ricerca di metastasi tumorali nella colonna vertebrale.

Ai pazienti con osteoporosi può essere prescritta la densitometria, un metodo per misurare la densità minerale ossea.

L'esame ecografico non è giustificato in caso di mal di schiena. La colonna vertebrale è una struttura abbastanza complessa, che include ossa, legamenti e tessuti molli, è quasi impossibile vedere eventuali patologie in essa usando gli ultrasuoni: diciamo, uno specialista può vedere un'ernia, un altro no.

Quando il problema non è nella parte posteriore

Vale la pena ricordare che il mal di schiena può spesso essere una manifestazione di malattie di organi completamente diversi. Ad esempio, la colica renale può sembrare mal di schiena. Ci sono casi frequenti in cui i pazienti dell'appuntamento di un neurologo vengono inviati per un consulto di emergenza con un urologo o talvolta anche in una sala operatoria. Anche se la persona aveva solo mal di schiena. Tuttavia, dopo la ricerca si scopre che ha un problema con il sistema urinario..

Il dolore alla schiena che si riflette nella zona della scapola o dello sterno può essere confuso con la sindrome coronarica acuta o l'infarto miocardico acuto. Con questa natura del dolore, è necessario prima eseguire un ECG per escludere un attacco di cuore. E solo dopo l'esclusione per iniziare a trattare direttamente il mal di schiena. Questo è un altro argomento a favore del fatto che non è necessario correre immediatamente per una risonanza magnetica non appena ti fa male la schiena..

Ci sono altre patologie con le quali è necessario differenziare i problemi alla colonna vertebrale. In ogni caso, non auto-medicare. Il mal di schiena è diverso. E la diagnostica dovrebbe essere diversa. Per un paziente di 80 anni, questo è uno studio e regimi di trattamento; per un paziente di 20 anni, è completamente diverso. In ogni caso, la diagnosi è dominio del medico, non del paziente..

Quale dottore ti cura la schiena?

Le ultime statistiche mostrano che più della metà della popolazione adulta mondiale (di età superiore ai 25 anni) soffre periodicamente di disagio e mal di schiena. Quale medico cura la schiena se il dolore è costante e sordo o è di natura acuta e straziante? Quale specialista devo contattare se ho problemi alla schiena? Questo articolo è dedicato a rispondere a queste domande..

Sintomi alla schiena

Un segnale allarmante, in cui devi prima di tutto consultare un terapista, dovrebbe essere non solo forti sensazioni dolorose alla schiena, colonna vertebrale o parte bassa della schiena, ma anche sensazioni spiacevoli e scomode dopo uno sforzo fisico, permanenza prolungata in una posizione o dopo il sonno.

Cause del mal di schiena:

  • patologia della colonna vertebrale;
  • malattie dell'apparato respiratorio, del cuore e dei vasi sanguigni;
  • patologia degli organi pelvici;
  • nefropatia;
  • lesioni oncologiche;
  • peso in eccesso;
  • ipotermia;
  • posizione del corpo errata durante il sonno;
  • dormire su un materasso di scarsa qualità;
  • mancanza di esercizio.

Spesso, il mal di schiena è accompagnato da condizioni fisiologiche come la gravidanza, dolore ai muscoli della schiena dopo uno sforzo fisico significativo, una lunga permanenza in una posizione scomoda, ecc. I sintomi dolorosi, di regola, scompaiono dopo che la causa della condizione spiacevole è stata eliminata.

Sintomi di malattie della schiena e della colonna vertebrale:

  • vertigini e mal di testa;
  • dolore dopo aver camminato;
  • dolore al cuore (con un normale ECG), ecc.;
  • problemi digestivi;
  • intorpidimento, perdita di sensibilità alle mani o ai piedi;
  • l'incapacità di raddrizzare la schiena in modo indolore;
  • lombalgia agli arti superiori e inferiori, movimento limitato;
  • rigidità dei movimenti e dolore al rachide cervicale;
  • mal di schiena che si manifesta dopo l'esercizio ed è localizzato nelle regioni toracica e lombosacrale;
  • mal di schiena dopo una postura statica prolungata (lavoro prolungato in una postura forzata, seduta lunga, ecc.).

Il dolore può essere di gravità variabile, può essere grave, doloroso, acuto, costante o variabile. La natura del dolore (pressione, trazione, formicolio o taglio) dipende dalla causa che lo ha causato.

Il dolore alla schiena può essere primario, causato da alterazioni distrofiche e altre alterazioni patologiche nelle strutture della colonna vertebrale, muscoli, legamenti e tendini, o secondario, causato da traumi, agenti infettivi, tumori o altri disturbi.

Nel mondo moderno, una malattia come l'osteocondrosi, che è caratterizzata da usura accelerata e invecchiamento precoce dell'apparato osseo, è diventata molto "giovane".

Ogni tipo di osteocondrosi ha i suoi sintomi:

  • colonna vertebrale cervicale - vertigini e mal di testa, visione offuscata, perdita dell'udito, tinnito, voce rauca, russamento, intorpidimento delle mani, scricchiolii quando si gira il collo, una sensazione costante di pesantezza e dolore doloroso al collo, formicolio alle mani;
  • petto - dolore al "cuore", dolore quando ci si piega, durante l'inspirazione e l'espirazione, mancanza di respiro, sensazione di pesantezza al petto e alla schiena;
  • colonna lombare - dolore alla schiena acuto o sordo, sindrome dei piedi freddi, sudorazione ridotta, crampi ai piedi, irregolarità mestruali e disfunzione erettile.

È molto importante iniziare il trattamento della colonna vertebrale il prima possibile per un recupero di successo. Quindi, con la progressione dell'osteocondrosi, si osserva la distruzione del tessuto cartilagineo della colonna vertebrale, che non può essere ripristinata nelle fasi successive della malattia..

Malattie della schiena e della colonna vertebrale

La dorsopatia è un gruppo di patologie del sistema muscolo-scheletrico, la cui manifestazione principale è il mal di schiena, che può irradiarsi alla testa e agli arti. Le dorsopatie comprendono alterazioni infiammatorie, degenerative-distrofiche, post-traumatiche, geneticamente determinate nella colonna vertebrale.

Le malattie più comuni della schiena e della colonna vertebrale:

  • Cifosi
  • Lordosi
  • Scoliosi
  • Osteoporosi
  • Spondilosi
  • Spondiloartrosi
  • Lombodinia
  • Radicolite
  • Ernia intervertebrale
  • Stenosi spinale
  • Sporgenza della colonna vertebrale
  • Distruzione della colonna vertebrale
  • Osteocondrosi della colonna vertebrale
  • Tubercolosi della colonna vertebrale, ecc..

Visita iniziale da un terapista

Se hai una domanda su quale medico tratta la tua schiena in modo efficace, rapido e sicuro, devi prima contattare un terapista. Dopo l'esame e l'esame iniziale, il medico ti indirizzerà a uno specialista ristretto che si occupa della diagnosi e del trattamento di malattie specifiche della schiena, della colonna vertebrale o degli organi interni. Per escludere patologie dai reni e dal sistema urinario, possono essere prescritte consultazioni con un nefrologo e un urologo.

Un vertebrologo è un medico della schiena specializzato nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione delle malattie spinali. Molto spesso, si fa riferimento a un vertebrologo con problemi di dischi intervertebrali, disturbi della postura, cambiamenti scoliotici nella colonna vertebrale, instabilità dei segmenti e cambiamenti funzionali nella colonna vertebrale..

Il vertebrologo cerca di selezionare l'opzione più ottimale per il trattamento non chirurgico della colonna vertebrale. Il successo del trattamento conservativo, o la determinazione di indicazioni oggettive per la chirurgia, dipende dalle qualifiche e dall'esperienza del vertebrologo..

Specialisti legati alla colonna vertebrale

Il trattamento della colonna vertebrale e di una serie di malattie del sistema muscolo-scheletrico viene eseguito da un neuropatologo, chiropratico, ortopedico o osteopata.

Il mal di schiena può manifestarsi nei sintomi di una serie di patologie neurologiche. Il compito principale di un neurologo è quello di escludere tumori maligni (tumori vertebrali, mieloma, ecc.), Dolori traumatici, disturbi metabolici (osteoporosi) e alcune malattie infettive.

Un neuropatologo dovrebbe tenere conto di patologie che possono rappresentare un riflesso del mal di schiena e che si manifestano in malattie del cuore e dei vasi sanguigni (pericardite, infarto, malattia coronarica, aneurisma aortico), patologie dell'apparato respiratorio (polmonite, pleurite), malattie degli organi interni e delle vie urinarie (ulcera peptica, pancreatite, colecistite), malattie infettive (endocardite infettiva, fuoco di Sant'Antonio).

Un chiropratico nel trattamento delle malattie della schiena e della colonna vertebrale utilizza metodi di medicina alternativa, escludendo l'uso di farmaci farmacologici. Nella terapia manuale vengono utilizzati vari metodi di ripristino della salute della colonna vertebrale: tecniche di massaggio di stretching, azione delle onde d'urto, rilassamento post-isometrico, riflessologia, ecc..

Utilizzando vari metodi, un chiropratico può correggere le vertebre spostate, ridurre il rigonfiamento dei tessuti nell'ernia intervertebrale, rimuovere il mal di testa cronico con osteocondrosi e lesioni cerebrali, sindrome del dolore nella lombodinia. La terapia manuale aiuta a rimuovere i disturbi neurologici associati alla compressione dei nervi spinali, alleviare / curare le condizioni di mialgia e miosite, artrosi deformante, spondiloartrite, stenosi del canale spinale centrale, radicolopatia e altre condizioni patologiche.

Un ortopedico diagnostica e cura malattie del sistema muscolo-scheletrico, considera problemi di sviluppo del sistema muscolo-scheletrico, patologie congenite, lesioni e complicazioni causate da infezioni. I medici ortopedici trattano spesso condizioni post-traumatiche, malattie professionali associate al sistema muscolo-scheletrico.

Un medico osteopatico considera la malattia in stretta connessione con tutti gli organi e sistemi del corpo. Il suo trattamento si basa su manipolazioni morbide (palpazione) con le ossa del cranio, della colonna vertebrale, dell'osso coccigeo, sul ripristino del flusso sanguigno e linfatico, l'eliminazione di morsetti, aderenze, spostamento degli organi interni, normalizzazione e tono dei tessuti muscolari.

Il traumatologo si occupa del trattamento di distorsioni e lesioni derivanti da movimenti improvvisi, sforzi fisici significativi o altri influssi.

Medici

Sei stanco di un mal di schiena costante? Non sei sicuro di quale dottore tratta la colonna vertebrale? I migliori specialisti a Kiev nelle filiali della clinica MEDIKOM a Obolon e Pechersk condurranno una diagnosi completa, identificheranno la vera causa della sindrome del dolore e forniranno un regime di trattamento individuale basato sulle caratteristiche della malattia e sulle condizioni fisiche del paziente. Non sopportare il dolore! Chiama il nostro call center e scoprirai come fissare un appuntamento, il costo e la procedura per le procedure e molto altro ancora..

Quale medico si occupa del trattamento della colonna vertebrale

La malattia della colonna vertebrale è una patologia abbastanza comune del sistema muscolo-scheletrico. Lo stile di vita moderno contribuisce a una violazione nella struttura delle vertebre e dei dischi intervertebrali, che porta allo sviluppo di scoliosi, osteocondrosi, sporgenze ed ernie della colonna vertebrale. Il processo patologico è accompagnato da mal di schiena, ridotta sensibilità degli arti, difficoltà nella normale attività motoria, complicazioni dal sistema nervoso centrale.

Ignorare il problema può portare alla disabilità e ridurre significativamente la qualità della vita. Ecco perché è estremamente importante cercare l'aiuto di uno specialista alle prime manifestazioni di disagio alla schiena..

Quale medico cura la colonna vertebrale e come è la terapia per la malattia? Proviamo a capirlo.

Visita iniziale da un terapista

Sensazioni spiacevoli alla schiena possono verificarsi non solo con la patologia della colonna vertebrale. Disturbi nel lavoro degli organi interni, come esofago, stomaco, reni, cuore, ghiandole sessuali, possono manifestarsi come dolore in varie parti della colonna vertebrale. È impossibile diagnosticare se stessi senza educazione medica ed esperienza nella pratica medica. Anche i medici si consultano con i colleghi sui loro disturbi per escludere errori diagnostici. Lo stesso vale per il trattamento, che dovrebbe essere prescritto da uno specialista con una qualifica ristretta..

Se ti fa male la schiena, devi trovare il tempo il prima possibile e visitare il terapista della clinica distrettuale. Il medico generico scoprirà l'anamnesi (storia) della malattia ed esaminerà la colonna vertebrale. Alla reception, il terapeuta chiederà in dettaglio le manifestazioni della malattia, la natura della sindrome del dolore e identificherà le possibili cause della patologia. Durante un esame esterno, sente le vertebre e gli spazi intercostali, determina le aree di deformazione e curvatura della colonna vertebrale, la mobilità dello scheletro assiale e la localizzazione di sensazioni spiacevoli.

Il terapeuta è il primo medico che farà una diagnosi preliminare, prescriverà metodi di ricerca aggiuntivi o indirizzerà immediatamente il paziente a medici di una specialità ristretta. Può effettuare diagnosi differenziale con altre malattie, confermare o negare la patologia della colonna vertebrale. Il riferimento principale in caso di problemi alla schiena dovrebbe essere a questo specialista.

Vertebrologo: un medico che cura la colonna vertebrale

Un vertebrologo è una specialità medica strettamente focalizzata che si occupa esclusivamente dei problemi della colonna vertebrale. Un medico qualificato ha conoscenze di diagnostica funzionale, sa leggere radiografie e tomogrammi della colonna vertebrale, possiede le tecniche di terapia manuale e massaggio, ha una conoscenza approfondita nel campo degli esercizi di fisioterapia e fisioterapia. Nel suo lavoro, il vertebrologo utilizza metodi di trattamento farmacologico, trazione spinale, riabilitazione complessa dopo aver eliminato la reazione infiammatoria e la sindrome del dolore.

Pertanto, uno specialista con un focus ristretto è un medico universale per il trattamento delle malattie della schiena. Guida il paziente dall'inizio del trattamento alla fine del periodo di recupero, il che ha un effetto positivo sul recupero. Alcuni medici in questa specialità possono eseguire un intervento chirurgico alla colonna vertebrale. Tuttavia, un vertebrologo accetta solo nei grandi centri medici e negli ospedali regionali, il che significa che questa professione è una specialità medica piuttosto rara. Non tutti i pazienti dei centri regionali possono permettersi di essere visti da un vertebrologo. Come trovarsi in una situazione del genere?

Neuropatologo: un medico che cura la colonna vertebrale negli ospedali distrettuali

Le piccole istituzioni mediche dei centri regionali hanno sempre nel proprio staff neurologi, che sono chiamati a occuparsi della colonna vertebrale nella fase acuta della malattia e in caso di violazione delle radici spinali. In genere, i terapisti indirizzano i pazienti con problemi alla colonna vertebrale a questo specialista.

Il compito del neuropatologo è alleviare l'infiammazione nell'area del processo patologico, eliminare la violazione dei fasci neurovascolari, eliminando così l'intenso dolore alla schiena.

Come risultato della terapia, la sensibilità e i movimenti a tutti gli effetti degli arti vengono ripristinati, il flusso sanguigno attraverso le arterie cerebrali viene attivato, il lavoro degli organi interni viene normalizzato e il benessere generale migliora. Tuttavia, un neuropatologo non è uno specialista universale e lavora insieme a medici con qualifiche diverse in ogni fase del processo di trattamento. A seconda della fase del decorso della malattia e della gravità della patologia, indirizza il paziente per consulto e terapia a medici di specialità affini.

Il chirurgo ortopedico si occupa di forme complicate di malattie della colonna vertebrale

I chirurghi ortopedici si occupano solitamente della curvatura della colonna vertebrale e degli interventi per l'eliminazione di ernie spinali, osteofiti e altri disturbi della struttura anatomica dello scheletro assiale. Inoltre, i piedi piatti sono una causa comune di problemi alla schiena, il cui trattamento è di competenza di tali specialisti..

Ernie spinali, escrescenze ossee, cifosi e scoliosi portano a traumi ai tessuti molli circostanti, compressione del midollo spinale, interruzione del funzionamento degli organi interni, che può portare a gravi conseguenze. La chirurgia in questi casi clinici è una necessità vitale..

Specialisti legati alla colonna vertebrale

Chi altro tratta le malattie della colonna vertebrale? Nella fase del periodo di recupero, specialisti come fisioterapisti, fisioterapisti, terapisti manuali e massaggiatori sono inclusi nel processo terapeutico. Grazie a questi medici, il metabolismo e la circolazione sanguigna nell'area della patologia vengono normalizzati, la struttura muscolare della schiena viene rafforzata, viene ripristinata la posizione anatomicamente corretta delle vertebre, l'attività motoria migliora e la capacità lavorativa ritorna..

Inoltre, nella fase di formulazione della diagnosi finale, il medico curante può indirizzare il paziente a un consulto con un cardiologo, pneumologo, gastroenterologo, ginecologo, nefrologo per escludere malattie degli organi interni..

Molte specialità mediche possono occuparsi del trattamento di malattie della colonna vertebrale e complicanze della patologia dell'apparato muscolo-scheletrico. Il compito principale del paziente è una visita tempestiva dal medico per la diagnostica e la terapia complessa. Se la schiena fa male, non rimandare la visita a uno specialista e dare alla malattia l'opportunità di progredire fino alla comparsa di gravi complicazioni..

Le ragioni per lo sviluppo dell'osteocondrosi della colonna lombare. Quale medico cura la patologia?

L'osteocondrosi della colonna lombare è una patologia comune che viene diagnosticata in persone di sesso ed età diversi. La malattia è accompagnata da complessi disturbi degenerativi delle vertebre e dei dischi intervertebrali.

È fortemente sconsigliato determinare in modo indipendente, e ancor più trattare, la patologia, poiché molte malattie del corpo hanno un quadro clinico simile con l'osteocondrosi, ma allo stesso tempo richiedono un approccio diverso al trattamento. Ecco perché è così importante sapere quale medico sta curando questa malattia per contattarlo in modo tempestivo e ottenere tutto l'aiuto necessario..

Le ragioni per lo sviluppo della malattia

Nella maggior parte dei casi, l'osteocondrosi nella colonna lombare è provocata dai seguenti motivi:

  • carico statico in condizioni sfavorevoli: permanenza prolungata, mantenimento a lungo termine dell'attrezzo di lavoro in una posizione invariata, ecc.
  • peso in eccesso;
  • piedi piatti;
  • sollevamento pesi;
  • sovraccarico fisico durante il duro lavoro o lo sport;
  • trauma;
  • soggiorno forzato prolungato in una posizione piegata - lavorare al computer, studiare a scuola, guidare in macchina;
  • predisposizione ereditaria.

Sintomi

L'osteocondrosi procede in 4 gradi e ognuno di essi è accompagnato dai suoi sintomi:

  • Il primo grado: dolore e leggero disagio nella parte della colonna vertebrale in cui si trova il disco interessato, spasmi muscolari riflessi, disturbi circolatori alle estremità, malfunzionamenti degli organi interni.
  • Il secondo grado: la mobilità delle vertebre aumenta, appare instabilità, al fine di causare una tensione muscolare persistente. Il paziente lamenta un costante affaticamento nella parte bassa della schiena, dolore e una sensazione di insicurezza alla schiena.
  • Terzo grado - si uniscono sindromi radicolari - ridotta sensibilità, intorpidimento in una certa area della colonna vertebrale, diminuzione della funzione motoria, assottigliamento e diminuzione del volume muscolare. Possibile disfunzione delle gambe e degli organi pelvici, in particolare della vescica.
  • Quarto grado: il dolore in questa fase della malattia non è più sentito, ma c'è una significativa limitazione della mobilità. Poiché vari processi si verificano nei dischi interessati, le manifestazioni della malattia in questa fase possono essere variate..

Come determinare la presenza di patologia?

Per stabilire la diagnosi corretta, il paziente deve sottoporsi ai seguenti esami:

  • esame fisiologico;
  • radiografia della colonna lombare;
  • TC e RM della colonna lombare;
  • analisi generale delle urine e del sangue;
  • ESR;
  • volume giornaliero di urina;
  • la quantità di calcio nel sangue.

Specialisti diagnostici

I seguenti specialisti possono determinare la malattia:

  1. Il terapeuta è un medico universale che, dopo aver raccolto la storia del paziente, lo indirizzerà a specialisti ristretti.
  2. Chirurgo ortopedico - è lui che si occupa dei problemi della colonna vertebrale,
  3. Neuropatologo: poiché l'osteocondrosi è sempre accompagnata da sindrome radicolare (compressione delle terminazioni nervose), un neuropatologo può diagnosticare la malattia e prescrivere un trattamento appropriato.
  4. Vertebrologo: se possibile, è meglio contattare questo particolare specialista, poiché è impegnato nella diagnosi e nel trattamento delle malattie della colonna vertebrale.

A chi rivolgersi: dottore

Il primo passo è contattare un terapista, questo medico prescriverà una diagnosi e, in base ai suoi risultati, indirizzerà il paziente al medico che sta curando questa patologia.

Chi guarisce?

Il trattamento dell'osteocondrosi può essere prescritto da un chirurgo ortopedico, un neuropatologo e un vertebrologo.

Fornitori di assistenza sanitaria che trattano pazienti con questa condizione

  • L'aiuto necessario può essere fornito da un chiropratico o da un neurologo vertebrale. Il trattamento con questo specialista può essere piuttosto doloroso, ma i risultati non tarderanno ad arrivare..
  • Un traumatologo può aiutare con la formazione di un'ernia intervertebrale, così come con lo spostamento dei dischi intervertebrali, che spesso si verifica durante la progressione dell'osteocondrosi.
  • Lo spostamento delle vertebre può essere eliminato da un osteopata - lo farà con le sue mani, ma senza usare metodi di attrazione traumatici.
  • Il fisioterapista e l'agopuntore forniranno un'assistenza completa alle fibre muscolari interessate.

Specialista in terapia fisica

Il complesso di esercizi di fisioterapia per l'osteocondrosi è un elemento obbligatorio della terapia. Lo specialista in questa materia è un fisioterapista.

Aiuta con l'esacerbazione

In caso di esacerbazione di una patologia già esistente della colonna vertebrale, è necessario contattare un neurologo o un vertebrologo.

I modi più comuni per eliminare la patologia

Il trattamento dell'osteocondrosi della colonna lombare può essere conservativo o chirurgico. Le tecniche conservative includono:

  • trattamento farmacologico;
  • massaggio;
  • terapia manuale;
  • aderenza a una dieta;
  • fisioterapia;
  • Terapia fisica.

In assenza di dinamiche positive dopo il trattamento conservativo, nonché con l'aggravamento del processo patologico, le operazioni microchirurgiche ed endoscopiche vengono eseguite nella colonna vertebrale..

Regime di trattamento di base

Nella maggior parte dei casi, vengono utilizzati approcci conservativi per trattare questa patologia:

  • Limitare l'attività fisica.
  • Assunzione di farmaci:

  1. NVPS (Diclofenac, Ibuprofen, Nimesulide, Ketoprofen, Meloxicam);
  2. farmaci con effetto vasodilatatore (Trental, Berlition, Actovegin);
  3. miorilassanti (Midocalm, Baclofen, Sirdalud);
  4. condroprotettori (Chondroxide, Dona, Artra, Struktum);
  5. Vitamine del gruppo B (Milgamma, Neuroultivitis);
  6. psicolettici a base di ingredienti vegetali, che leniscono e alleviano lo stress emotivo;
  7. per alleviare il dolore acuto vengono prescritti analgesici non narcotici (Trental).
  • Fisioterapia:

    1. elettroforesi;
    2. terapia laser;
    3. terapia con onde d'urto;
    4. balneoterapia;
    5. ultrasuoni;
    6. magnetoterapia;
    7. terapia diadinamica;
    8. metodo di vibrazione.
  • Terapia fisica.
  • Massaggio.
  • Trazione spinale - terapia detensiva.
  • L'educazione fisica come metodo di terapia

    Il complesso di terapia fisica è scelto dal dottore singolarmente in ogni caso. Ma oltre alla terapia fisica, i pazienti sono spesso raccomandati:

    • nuoto e acquagym;
    • Pilates;
    • yoga;
    • calanetica;
    • fitness.

    L'esercizio fisico vietato include:

    • saltare;
    • alzando la sbarra;
    • si inclina in avanti e di lato;
    • golf;
    • tennis e badminton;
    • sci alpino e freestyle.

    Cosa succede se ignori la malattia?

    Se ignoriamo le manifestazioni dell'osteocondrosi, prima o poi questa patologia porterà a conseguenze negative. La distanza tra le vertebre diminuirà continuamente e i vasi verranno pizzicati, il che comporterà vari seri problemi con la nutrizione del midollo spinale..

    Di conseguenza, si osserverà debolezza muscolare e perdita di alcuni riflessi. Ad esempio, si svilupperà enuresi o incontinenza fecale, è possibile la paralisi degli arti inferiori. Inoltre, una delle complicazioni pericolose dell'osteocondrosi è un'ernia, che non solo provoca forti dolori, ma porta a una significativa compressione del midollo spinale..

    Ci sono problemi di digestione, funzione riproduttiva, la sensibilità delle gambe e alcuni riflessi scompaiono. Con l'instabilità della colonna vertebrale, le donne possono avere problemi con gli organi riproduttivi e gli uomini sviluppano l'impotenza.

    Prevenzione

    Al fine di prevenire lo sviluppo dell'osteocondrosi nella colonna lombare, si raccomanda:

    • limitare i carichi verticali;
    • non fare movimenti bruschi quando si gira il corpo;
    • evitare salti e cadute;
    • mantieni la tua postura;
    • cambiare la posizione del corpo più spesso;
    • non sollevare pesi, ma se è necessario distribuire uniformemente il carico sulla colonna vertebrale;
    • fare esercizio regolarmente;
    • evitare l'ipotermia;
    • mangiare bene e tenere traccia del peso;
    • prendere regolarmente corsi di massaggio alla schiena preventivo;
    • consultare un medico per chiedere aiuto in tempo.

    L'osteocondrosi è una malattia da non sottovalutare. La progressione di un disturbo rilevato tempestivamente può essere interrotta con metodi conservativi; nelle fasi avanzate sarà richiesto un intervento chirurgico.