Principale

Neurologia

Terapia manuale - revisione

Non è un segreto che la maggior parte di noi non vada subito dal medico non appena ci fa male la schiena. Il problema è di almeno diversi mesi o anche più di un anno. Durante questo periodo si è formato un certo stereotipo.

Alcuni muscoli si tendono, cercando di limitare i movimenti nella zona interessata. Altri lavorano "per se stessi e per quel ragazzo", sperimentando un sovraccarico. Sono già così abituati.

E poi - il dottore "mette tutto a posto". Mentre le ossa, i muscoli ei legamenti "si abituano" alla posizione normale, il paziente può provare disagio.

La schiena fa male dopo la terapia manuale?

Succede, ma il dolore:

  • Passano in 1-2-3 giorni, mentre il dolore muscolare e lieve.
  • Ridotto dopo il massaggio, che allevia le tensioni muscolari, migliora il flusso sanguigno e accelera l'eliminazione delle sostanze nocive.
  • Passano dopo semplici esercizi, che il tuo medico ti prescriverà sicuramente come complesso di esercizi di fisioterapia. Ad esempio, per il dolore al collo, consigliamo una serie di esercizi M. Richardson.
  • Diminuisci dopo un bagno con dolori muscolari, se non hai controindicazioni (malattie cardiache, ipertensione, fibromi, ecc.), Fai un bagno a una temperatura di 35-38 ° C, quindi lubrifica la zona dolorante con un unguento riscaldante (ad esempio, Finalgon).

Ognuno ha la propria reazione alla terapia manuale, i propri sentimenti durante e dopo di essa. Per alcuni, dopo la prima seduta, tutto scompare. Altri lo trovano più facile solo verso la fine del corso. In ogni caso, se segui le raccomandazioni del tuo medico per la dieta e l'esercizio fisico, si verifica un miglioramento..

Se avverte capogiri dopo la terapia manuale

  • Il collo, la testa, la parte bassa della schiena fanno male,
  • C'erano altri sintomi di nausea, vomito, un aumento significativo della pressione sanguigna, un aumento della temperatura.
  • Il dolore e altri sintomi peggiorano

Rivolgiti immediatamente a un medico!

Come aiutare te stesso in modo che il dolore se ne vada?

  • Cerca di riposare, non fare movimenti bruschi, non sollevare pesi dopo la sessione
  • Massaggia leggermente l'area che ti interessa
  • Fai stretching più volte, esegui gli esercizi consigliati a un ritmo lento.

È possibile un lieve dolore muscolare dopo una sessione di terapia manuale. Tuttavia, non dovrebbero essere taglienti, intensificando e disabilitando.

Grave mal di testa e dolore al collo, deflusso venoso alterato. Complicazioni dopo la terapia manuale

Oxi83

Utente attivo

La murr

Amministratore

Oxi83

Utente attivo

Vladimir Vorotyntsev

Dottore - chiropratico, riabilitologo

Oxi83

Utente attivo

@ Vladimir Vorotyntsev, grazie per la risposta Vladimir. Certo, ho paura di affidare il mio collo, i neurochirurghi hanno paura che possano rotolare completamente fino alla fine e poi finirò definitivamente di giocare alla chiropratica. Che ora abbiamo bisogno di riposo e terapia vascolare, e con il mio collo lungo e ipermobile è pericoloso scricchiolare e muovere. E aspetta che il muscolo guarisca e lo rilasci, quindi i vasi torneranno alla normalità. Sono stato con molti eminenti medici a San Pietroburgo, ma in realtà ognuno di loro fa la sua opinione, diversa dall'altra. Fanno anche diagnosi diverse.. E a quel massaggiatore * figo * avrei svitato qualcos'altro, è stato fortunato che non ci sono riuscito per motivi di salute. Volevo chiederti se il muscolo sarebbe stato rilasciato senza un chiropratico o il dottore di Mosca ha ragione che tutto deve essere messo a posto. Anche se, cosa mettere. se non c'è sublussazione?!

Chiropratico, Ph.D..

Oxi83

Utente attivo

@ AIR grazie per la risposta. Sì, c'è una lesione muscolare e legamentosa. C'è stato uno scricchiolio e dei clic, questo è un segno di instabilità. Il sistema di fissazione è rotto e la reazione vascolare corrisponde. Ciò è stato confermato da un neurochirurgo. Mi ha consigliato di indossare un collare per un mese tutto il giorno, di toglierlo di notte, quindi di ridurlo a 6 ore e così via per diminuirlo. Dopo 3 mesi, in media, i legamenti guariscono ei muscoli eseguono un esercizio statico nel colletto per proteggere i muscoli della schiena ei legamenti. Gli esercizi di torsione sono vietati. Vietato toccare il collo, anche tenendo conto del massaggio, altrimenti i legamenti ei muscoli non guariranno. Vorrei anche sentire l'opinione di neurochirurghi o fisioterapisti, neurologi. sul trattamento, ce ne sono?

Il neurochirurgo mi ha detto che sono malato alla testa se vado di nuovo in manuale. Una persona su tre viene portata in ospedale dopo la terapia manuale. Per motivi di interesse, l'insegnante Abel, che pubblicizza come un guru. Quindi ha posizionato un'ernia del NEGOZIO secondo l'immagine. Ho chiamato il direttore della risonanza magnetica con uno scandalo che perché non era indicato nella descrizione. Il primario, il radiologo, mi ha detto che tipo di ernia? Non c'è nemmeno una misura. Di cosa stai parlando? Questo è un ispessimento del legamento e della crescita ossea, un'osteocondrosi comune. Quindi tutto ciò che riguarda la conoscenza di un chiropratico è comprensibile, e tra l'altro ha lavorato un tempo in neurochirurgia presso l'istituto di ricerca scientifica così famoso a San Pietroburgo. Quindi diventa inquietante da parte dei medici.

È ora che VV scriva alla hotline, sarà la prossima settimana. È ora di coprire questo casino di brutte persone.

InnaInna

Utente attivo

Oxi83

Utente attivo

InnaInna

Utente attivo

Dopo che il massaggiatore si è sentito male, non il dottore. Hai pensato (o non hai avuto il tempo di pensare) di vedere un massaggiatore, non un dottore. Niente dava fastidio. Allora perché?
Inoltre, diversi medici. I medici della terapia conservativa hanno cercato di aiutare (alcuni con riluttanza), ma non ci sono riusciti. MA e NON ha danneggiato. Il chirurgo ti ha supportato emotivamente, ma non è guarito.
Allora cosa c'entrano i dottori??

r.s. La queerulance è anche un sintomo di alcune malattie. Meglio aggirarli.

Penso che tu abbia ragione su "sonno e preghiera"

Oxi83

Utente attivo
Chiropratico, Ph.D..

Oxi83

Utente attivo

No, non l'ho inventato.. L'hanno detto solo, i pazienti che venivano da Peter..

Dottor Stupin

La parola ernia significa "protrusione", ad esempio un'ernia ombelicale.
Solo nell'ernia ombelicale, riempimento di grasso o intestino.
In un'ernia, riempimento intervertebrale: protrusione, estrusione, complesso disco-osteofitico.

Secondo l'immagine a raggi X, il chiropratico dovrebbe anticipare i siti chiropratici, poiché ci sono blocchi patologici, che includono l'ernia, la terapia manuale non viene eseguita. Quello che ha determinato questo dottore.
Ha determinato dove fare la terapia manuale, dove no, e non la presenza e le dimensioni di un'ernia - l'estrusione di cui hai chiesto al radiologo.
Naturalmente, il massaggiatore non sa e non sa come determinarlo e non dovrebbe guardare le immagini, ma non dovrebbe nemmeno fare manipolazioni..
Quello che non ha fatto terapia manuale, ma massaggio articolare, che sono autorizzati a fare, ma non ti viene mostrato, poiché hai la scoliosi.
E ti viene mostrata la terapia manuale, cioè il lavoro su vertebre mobili sane, ma temporaneamente limitate e sui muscoli doloranti. A condizione che queste restrizioni siano presenti e questi muscoli indolenziti siano, che dovrebbero essere determinati dal chiropratico.
Il fatto che il radiologo e il neurochirurgo non lo sappiano non è corretto, ma possibile.

Dopo il massaggiatore, il chiropratico ha lavorato con te ed è andato tutto bene, solo dopo l'interruzione del trattamento tutto è tornato.

Dopo aver riletto tutto quanto sopra, non ho visto la colpa della terapia manuale nel problema, come affermato nel titolo dell'argomento, ma al contrario, il miglioramento è stato solo dal lavoro del medico con te, e gli altri metodi non hanno dato effetto.
Quindi scrivi: peggio dopo il massaggio.

La diagnosi non è ancora chiara e questa è la cosa principale. Tutti i reclami elencati non sono specifici per la colonna vertebrale, possono essere una manifestazione di altre malattie..

Quando tutto è iniziato?
Perché sei andato a fare un massaggio?
Descrivi i tuoi sentimenti che sono emersi il giorno SUCCESSIVO dopo il massaggio.
"Il viso era molto gonfio" non è un tipico disturbo della colonna vertebrale, era gonfiore o una sensazione di gonfiore.
"Rumore nell'orecchio destro" - l'audiogramma è stato eseguito?
"Oscuramento degli occhi" è svenimento o vertigini?

Prova a segnalare solo i tuoi reclami per oggi.

La violazione del deflusso venoso è stata diagnosticata clinicamente o sulla base dei risultati degli esami?
"c'è una deviazione del flusso sanguigno lungo le briglie a livello della 2a vertebra cervicale" - mostra lo studio.
I "clic" sono un segno, ma non un problema, lascialo fare clic, se solo tutte le manifestazioni sono sparite.

Chiropratico, Ph.D..

Oxi83

Utente attivo

@ Dott. Stupin, te lo spiego di nuovo. Girò la testa a destra con un clic e premette il dito sulla 5a vertebra cervicale. Poi è uscita l'intera clinica, che non era mai esistita prima. Una volta all'anno, la testa mi faceva male e non si gonfiava nemmeno dopo una festa. Edema facciale (deflusso venoso alterato) - posto su una risonanza magnetica della testa e confermato nell'ospedale dove ero un neurologo. Rumore nell'orecchio destro, irritazione dell'arteria vertebrale e VBI, confermato da USDG e da un neurologo (può anche essere dovuto a uno stato muscolo-tonico) I raggi X mostrano solo patologie grossolane. Infiammazione alla risonanza magnetica dei tessuti molli e ernia (ha mostrato stiramento dei tessuti molli) - questo è descritto nella conclusione. La risonanza magnetica dei vasi del collo non ha rivelato stenosi (grazie anche per questo) Come spiegato dal neurologo-manuale Ph.D. la vertebra potrebbe tornare al suo posto, ma la reazione vascolare è rimasta. Ma dopo il trattamento, ha iniziato a fare clic ancora di più e in genere i muscoli sono diventati ancora più infiammati che non poteva nemmeno toccargli il collo, perché ha scosso la mia testa verso l'alto, in modo da rilasciare l'irritazione dell'arteria vertebrale, in modo che tutte le vertebre si spezzassero su entrambi i lati. Sono appena scappato da un simile trattamento. Oggi tutti i sintomi rimangono, vengo trattato con unguenti, FANS, vitamine del gruppo B, flebodia, betaserc, un collare secondo lo schema. Starò a guardare fino alla fine dell'estate, se l'infiammazione dei muscoli e dei legamenti non passerà, ripeterò la risonanza magnetica ed eventualmente la TC.

Il neurochirurgo ha detto che nel mio caso è impossibile scuotere la colonna vertebrale (un lungo collo ipermobile) e nemmeno toccare i muscoli. E se lo tiri tutto il tempo e impasti i muscoli, allora non guarirà affatto (è come strapparsi una frattura ogni giorno e guardare, e perché non guarisce?) Il che, in linea di principio, conferma le sue parole per oggi. Non appena qualcuno inizia a toccarmi il collo o la terapia fisica, subito peggiora, ho provato a fare un leggero massaggio con carezze, quindi dopo che tutto si è infiammato ancora di più e il rumore nell'orecchio è aumentato, la mia faccia si è gonfia come un tamburo. Solo esercizi statici dopo aver alleviato un'esacerbazione che può durare fino a 6 mesi (questo è quanto guariscono muscoli e legamenti) P.S. Accidenti al giorno in cui mi sono messo al volante di questa macchina

E la mia opinione non cambierà, una persona che si dichiara neurologo / chiropratico / deve comprendere le immagini a raggi X e risonanza magnetica non peggio di un radiologo e neurochirurgo, dal momento che inizi a lavorare in quest'area e strappi 4 pezzi per sessione. Una persona dovrebbe avere tre diplomi: un medico, un neurologo, un chiropratico, se approfondiamo davvero questo argomento. Quando vedo che un ginecologo è diventato un chiropratico o un osteopata, questa è ovviamente una scoria completa. La vita delle persone dipende da questo, ma sento queste affermazioni con le mie mani, non ho bisogno di immagini. suggestivo di completa profanazione.

Dottor Stupin

Facciamolo ancora. Un massaggiatore ha lavorato con il tuo collo. Non un chiropratico.
E la chiropratica non è da biasimare.

Il chiropratico ha lavorato dal tuo collo dopo tutte queste procedure e mentre scrivi è stato bello e dopo aver interrotto il trattamento in cui il medico ha ripristinato la posizione delle vertebre, dopo una settimana tutto è tornato, non avendo il tempo di ripristinare i muscoli e le reazioni vascolari.
Sono i muscoli e i vasi sanguigni che tutti i medici indicano come causa del dolore..

Un altro chiropratico che ha guardato le tue foto ha subito individuato la presenza di blocchi patologici e ha sottolineato l'impossibilità di lavorare con questi livelli. Questo è esattamente ciò che il tuo primo massaggiatore non poteva sapere, dal momento che non gli è stato insegnato questo..
Il chiropratico ha due diplomi nella specialità principale e nella terapia manuale. A proposito, a differenza di un neurochirurgo, che non capisce la terapia manuale, capisce solo la neurochirurgia, ma per qualche motivo ti fidi di più di lui.

La causa del rumore può essere nell'orecchio e nei vasi sanguigni. A proposito delle navi come causa, si può parlare solo con un normale audiogramma. Se non ci sono cambiamenti su di esso, allora i vasi, poiché i cambiamenti che si trovano nell'ecografia possono essere senza rumore nelle orecchie. Sebbene non sia presente un audiogramma, puoi solo parlare, molto probabilmente, probabilmente, forse, la causa del rumore nei vasi.
Cioè, devi ancora capirlo.

La violazione del deflusso venoso secondo la risonanza magnetica è correlata al cervello, non al viso. C'è una vena facciale separata che raccoglie il deflusso venoso dall'intero viso e non entra in alcun modo nel cervello.
Nota che devi ancora capire.

Prova a descriverlo separatamente. Reclami sorti dopo il massaggio, per pigrizia.
E le lamentele di oggi.
Solo lamentele. Senza valutare la situazione e le ragioni.

Mal di testa dopo la terapia manuale

È peggiorato dopo la terapia manuale e tutto fa male? Cosa e come fare a Mosca se hai le vertigini. Come alleviare la condizione

Non è un segreto che la maggior parte di noi non vada subito dal medico non appena ci fa male la schiena. Il problema è di almeno diversi mesi o anche più di un anno. Durante questo periodo si è formato un certo stereotipo.

Alcuni muscoli si tendono, cercando di limitare i movimenti nella zona interessata. Altri lavorano "per se stessi e per quel ragazzo", sperimentando un sovraccarico. Sono già così abituati.

E poi - il dottore "mette tutto a posto". Mentre le ossa, i muscoli ei legamenti "si abituano" alla posizione normale, il paziente può provare disagio.

La schiena fa male dopo la terapia manuale?

Succede, ma il dolore:

  • Passano in 1-2-3 giorni, mentre il dolore muscolare e lieve.
  • Ridotto dopo il massaggio, che allevia le tensioni muscolari, migliora il flusso sanguigno e accelera l'eliminazione delle sostanze nocive.
  • Passano dopo semplici esercizi, che il tuo medico ti prescriverà sicuramente come complesso di esercizi di fisioterapia. Ad esempio, per il dolore al collo, consigliamo una serie di esercizi M. Richardson.
  • Diminuisci dopo un bagno con dolori muscolari, se non hai controindicazioni (malattie cardiache, ipertensione, fibromi, ecc.), Fai un bagno a una temperatura di 35-38 ° C, quindi lubrifica la zona dolorante con un unguento riscaldante (ad esempio, Finalgon).

Ognuno ha la propria reazione alla terapia manuale, i propri sentimenti durante e dopo di essa. Per alcuni, dopo la prima seduta, tutto scompare. Altri lo trovano più facile solo verso la fine del corso. In ogni caso, se segui le raccomandazioni del tuo medico per la dieta e l'esercizio fisico, si verifica un miglioramento..

Se avverte capogiri dopo la terapia manuale

  • Il collo, la testa, la parte bassa della schiena fanno male,
  • C'erano altri sintomi di nausea, vomito, un aumento significativo della pressione sanguigna, un aumento della temperatura.
  • Il dolore e altri sintomi peggiorano

Rivolgiti immediatamente a un medico!

Come aiutare te stesso in modo che il dolore se ne vada?

  • Cerca di riposare, non fare movimenti bruschi, non sollevare pesi dopo la sessione
  • Massaggia leggermente l'area che ti interessa
  • Fai stretching più volte, esegui gli esercizi consigliati a un ritmo lento.

È possibile un lieve dolore muscolare dopo una sessione di terapia manuale. Tuttavia, non dovrebbero essere taglienti, intensificando e disabilitando.

Cos'è la terapia manuale alla East Clinic?

Nella nostra clinica, affrontiamo la terapia manuale con tutta la responsabilità, perché ci viene affidata la cosa più preziosa. Perciò:

Conduciamo un esame completo prima della sessione - sia con metodi occidentali - esame da parte di un neurologo, risonanza magnetica, ecografia dei vasi del cervello, ecc., E dall'est - mediante esame, palpazione, diagnostica del polso.

Perché il medico cerca di vedere il quadro completo della tua salute nel suo insieme, e non solo della parte inferiore della schiena o del collo dolorante, e di escludere controindicazioni alla procedura in modo che dopo la terapia manuale non peggiori.

  • Capiamo cosa stiamo facendo e perché. I terapisti manuali hanno già aiutato centinaia di pazienti. Hanno studiato e formato nei più grandi centri in Cina e Russia, hanno lavorato in ospedali e cliniche pubbliche e private, possiedono una profonda conoscenza di anatomia, fisiologia, abilità pratiche e molti anni di esperienza clinica. Sanno come aiutare chi soffre da anni.
  • Lavoriamo con attenzione e attenzione. Se necessario, la sessione inizia con una digitopressione. Con esso, il medico rilassa i muscoli. Quindi trova le aree dolorose ed esegue alcune tecniche di terapia manuale. Di conseguenza, la posizione e la mobilità corrette della colonna vertebrale vengono ripristinate, le deformazioni e gli spostamenti vengono eliminati. Il medico lavora in profondità sui muscoli e sui legamenti, cercando di non causare ulteriore dolore.
  • Usiamo un approccio integrato. Forniamo sessioni di trattamento complesse. Ciò significa che oltre alla terapia manuale, il corso del trattamento include il massaggio terapeutico, tra cui digitopressione, coppettazione e guasha, agopuntura, trattamento laser e altre procedure. Durante una visita, puoi eseguire 2-3 procedure. Quindi l'effetto del trattamento arriva più velocemente e trascorri meno tempo. Inoltre, reclami come "dopo la terapia manuale tutto fa male e si è verificata un'esacerbazione" con questo approccio sono molto meno comuni.
  • Ci prendiamo cura dei pazienti. Ogni paziente è importante per noi. Pertanto, il medico è interessato al tuo benessere durante il trattamento e il nostro amministratore ti chiamerà dopo la prima seduta, a metà e alla fine del corso, per sapere quanto il trattamento ti sta aiutando. È così che controlliamo il processo e saremo sempre d'aiuto. Situazioni in cui il corso è terminato, tutto rimane "com'era", e nessuno vi presta attenzione, da noi è escluso.

Male dopo la terapia manuale? Rivolgiti immediatamente a un medico.

Scegli il chiropratico giusto. Assumiamo coloro di cui ci fidiamo con la nostra salute e la salute dei nostri cari. Chiama e vieni all'appuntamento.

Terapia manuale, controindicazioni: quando è impossibile?

Il nostro obiettivo è il risultato. Pertanto, esaminiamo attentamente ogni paziente e identifichiamo le controindicazioni. Le controindicazioni alla terapia manuale sono le stesse dell'osteopatia, vedile qui.

Posso avere mal di testa dopo la terapia manuale? Terapia manuale per l'osteocondrosi del rachide cervicale

La terapia manuale viene utilizzata per il mal di testa causato dall'osteocondrosi del rachide cervicale. Inoltre, un'indicazione per l'appuntamento è una violazione del metabolismo del liquido cerebrospinale nel cranio.

Ciò è dovuto al fatto che le ossa del cranio sono in una certa misura mobili. Grazie a ciò, può espandersi o contrarsi. Il processo è abbastanza lento.

Ma quando si ferma, compaiono forti mal di testa, emicranie.

La terapia manuale migliora la circolazione sanguigna e la mobilità delle ossa del cranio. Inoltre, la tecnica consente di escludere lo sviluppo di complicanze dell'osteocondrosi.

Con la giusta azione, viene attivato il processo di circolazione del fluido intracerebrale.

Pertanto, la terapia manuale consente di sbarazzarsi del mal di testa e ripristinare la vista, se è stata parzialmente persa a causa di varie malattie..

Condurre la terapia manuale

Prima di una sessione di terapia, uno specialista prescrive una risonanza magnetica, un'ecografia e un esame esterno. Si consiglia ai pazienti di consultare un neurologo. Le misure diagnostiche aiutano il chiropratico a vedere il quadro completo e determinare la presenza di controindicazioni.

Per evitare effetti collaterali dopo la seduta sotto forma di mal di testa o vertigini, lo specialista deve:

  1. Sii altamente qualificato. Un chiropratico deve avere molti anni di esperienza nel trattamento di pazienti con osteocondrosi e altre malattie, possedere una profonda conoscenza dell'anatomia umana. Una mossa sbagliata provoca gravi conseguenze.
  2. Lavora con attenzione. La prima sessione include l'esame e lo studio dei risultati delle misure diagnostiche. Sulla base dei dati ottenuti, il medico determina il regime di trattamento. La seconda sessione prevede la digitopressione. Aiuta a identificare le aree dolorose, sulle quali in futuro verranno applicate speciali tecniche di terapia manuale. Dopo diverse sessioni, è possibile ripristinare la posizione delle vertebre, eliminare la deformazione, lo spostamento. Con uno studio approfondito di muscoli e legamenti, lo specialista cerca di non causare ulteriore dolore.
  3. Usa un approccio integrato. Spesso, il chiropratico utilizza varie tecniche per ottenere il miglior risultato, come la digitopressione. Ai pazienti viene mostrato il trattamento laser, l'agopuntura. In una visita a uno specialista, puoi sottoporsi a fino a 3 procedure. Un approccio integrato aiuta ad accelerare il processo di guarigione. Gli effetti collaterali sotto forma di mal di testa e vertigini in questo caso si verificano molto meno frequentemente..

Dopo la prima seduta, il terapista è sempre interessato al benessere del paziente. Alla fine del ciclo di trattamento, i pazienti notano un sollievo significativo. Ma in alcuni casi possono verificarsi effetti collaterali. Si osservano mal di testa e vertigini. Possono avere intensità diverse..

Possibili complicazioni della terapia manuale

Il rachide cervicale è il più vulnerabile, quindi solo un medico molto esperto può essere affidato all'influenza manuale su di esso.

Le vertebre qui sono molto più piccole che nella colonna vertebrale toracica e lombare, e il danno alle terminazioni nervose o all'arteria vertebrale situata in questa zona può causare le conseguenze più gravi: ictus ischemico, violazione di un'ernia intervertebrale, distorsione o rottura di legamenti, fibre muscolari, sviluppo di ipermobilità vertebrale, fratture processi ossei.

Con l'osteocondrosi cervicale, è necessario un approccio integrato, che includa un'alimentazione equilibrata, esercizi terapeutici e metodi di fisioterapia. È importante ricordare che anche la terapia manuale eseguita con competenza non può essere l'unico metodo di trattamento. Se necessario, il medico può prescrivere farmaci.

Percorso aperto

Viaggio indipendente in Asia. Note del Manuale Errante.

La differenza tra le tecniche di terapia manuale soft e hard per il paziente è evidente:

  • A un appuntamento con un medico di scuola media, sentirai tutto ciò che le persone di solito associano alla terapia manuale: di regola, è dolore e paura. I pazienti dicono che il loro corpo è "contorto alla reception come uno straccio bagnato", l'effetto sulle vertebre si verifica a causa della pressione meccanica sui corpi vertebrali e sull'apparato legamentoso. Tutto ciò è accompagnato, se non da dolore alle vertebre, quindi sicuramente da forte disagio. Il paziente deve fare grandi sforzi volontari per fidarsi del medico, perché il corpo inconsciamente sente che ciò che gli viene fatto ora è un'impresa molto rischiosa. Così com'è: una forza forte sulle vertebre e sul loro apparato legamentoso a rischio di possibili complicazioni può essere pericolosa quanto un'operazione chirurgica.

Eppure, l'apprendimento è un argomento per un articolo completamente diverso, tornando agli effetti collaterali della terapia manuale. Prima di continuare, dovremo distinguere tra complicazioni ed effetti collaterali. Ecco

  • Le complicazioni sono eventi che si verificano quando, a seguito di manipolazioni mediche non riuscite, il DANNO per la salute del paziente è maggiore del Beneficio..

Gli effetti collaterali della scuola classica "dura" di terapia manuale sono caratterizzati da vari gradi di gravità.

  • Dolore e paura durante la seduta
  • Sensazione di pesantezza e grave affaticamento subito dopo l'assunzione - essendo tornato a casa, il paziente "cade" nel sonno.
  • Qualche deterioramento della condizione, aumento del dolore il giorno successivo alle prime 1-2 sessioni di terapia manuale (in totale, vengono eseguite fino a 10 sessioni per raggiungere il successo)
  • Vertigini e persino nausea possono verificarsi per diversi giorni dopo la prima dose.

Gli effetti collaterali delle tecniche di terapia manuale "dolce" sono caratterizzati da

  • Una sensazione di leggerezza, a volte anche di calore alla schiena subito dopo averlo assunto, è sintomo di una manipolazione riuscita! È possibile una lieve gravità residua nel luogo in cui si trovava il disturbo principale, che scompare gradualmente entro 2 ore. Ovviamente ciò è dovuto alla regressione dell'edema, che, prima delle manipolazioni, era mantenuto al posto della lesione..
  • Leggeri capogiri dopo essersi alzati dal lettino da massaggio. Questo capogiro non sistemico si risolve in 3-5 minuti ed è causato (oltre all'ortostatica) da un cambiamento del tono vascolare, che segue un riadattamento del tono muscolare.
  • Una sensazione di pesantezza e dolore nei luoghi di manipolazione, che più vicino alla notte sostituiscono una sensazione di leggerezza alla schiena. Durante le prime 12 ore dopo averlo assunto, "potrebbe far male un po 'di notte", tuttavia, la qualità e l'intensità di questo dolore non saranno le stesse di prima. Fa male i muscoli che hanno lavorato durante il giorno in un carico insolito per loro, e inoltre, i normali lividi che compaiono nei luoghi di esposizione possono far male, perché devi penetrare i muscoli abbastanza profondamente!

Terapia manuale della colonna vertebrale

La terapia manuale si basa sulle antiche tecniche orientali per la cura della colonna vertebrale. È suddiviso in sottosezioni:

  • Tecniche per l'allenamento dei tessuti molli: muscoli, pelle, grasso sottocutaneo.
  • Tecnica congiunta.
  • Manipolazioni specifiche che derivano dall'osteopatia.
  • Terapia orientata al corpo: il medico ottiene il massimo rilassamento del paziente.
  • Lavora con le ossa del cranio, del sacro, della colonna cervicale.
  • Terapia viscerale: elaborazione degli organi interni.

articoli:

Il trattamento manuale della colonna vertebrale mira principalmente a ripristinare i muscoli e ad alleviare il dolore.

Tale terapia aumenta la mobilità delle articolazioni e dei tessuti molli, fornisce la prevenzione dell'invecchiamento del corpo aumentando la gamma di movimento.

Di conseguenza, il corsetto muscolare viene rafforzato, la postura è migliorata e le deformità spinali vengono eliminate o ridotte. Risolve il problema dei nervi e dei vasi sanguigni schiacciati.

La terapia manuale ripristina il flusso sanguigno cerebrale e allevia il mal di testa e gli svenimenti. Quando la tensione muscolare viene rimossa dalla colonna vertebrale, vengono ripristinati il ​​suo apporto di sangue e la corretta anatomia.

Questo ti permette di eliminare l'ernia, i sintomi dell'osteocondrosi.

Quando una persona ritorna alla postura corretta, i suoi organi interni "vanno a posto", il che migliora le condizioni generali e consente di trattare una serie di malattie associate alla compressione.

Come viene eseguita la terapia manuale della colonna vertebrale?

La terapia manuale è un metodo di trattamento con sole mani. La tecnica si è evoluta in 150 anni, quindi i medici hanno sviluppato molte tecniche:

La tecnica di manipolazione non è forte, movimenti brevi a scatti che ripristinano la mobilità articolare nel sacro e nella colonna vertebrale.

La tecnica di mobilizzazione è un movimento che aiuta ad allungare delicatamente le vertebre e inclinare la colonna vertebrale. Di conseguenza, il gonfiore scompare, le articolazioni acquisiscono una mobilità normale e la circolazione sanguigna viene ripristinata..

Tecnica morbida: migliora il tono muscolare, allevia il dolore, la tensione, guarisce i legamenti. Non ci sono movimenti bruschi. Legamenti e muscoli diventano più mobili.

Abbiamo descritto le tecniche di base, ma ce ne sono ancora di aggiuntive:

  • agopuntura;
  • digitopressione;
  • terapia craniosacrale;
  • rilascio miofasciale;
  • kinesiologia applicata;
  • shiatsu;
  • drenaggio linfatico.

Indicazioni per la terapia manuale

Si tratta di qualsiasi sintomo di osteocondrosi, mal di schiena, dolore muscolare e osseo, fastidio nella zona del colletto, in qualsiasi parte della colonna vertebrale, dolore dopo un trauma, contrattura, scoliosi, cifosi, piedi piatti, mal di testa, sindrome muscolo-tonica, vertigini, protrusione, intrappolamento dei nervi e altri La terapia manuale è indicata per uno stile di vita sedentario per prevenire gravi disturbi e curvature della colonna vertebrale.

Per il mal di testa

I chiropratici trattano il mal di testa cervicogenico, cioè causato da anomalie nel rachide cervicale e dolore da tensione.

Le persone con un lavoro sedentario hanno un blocco vertebrale quando entrano in una posizione in cui non possono muoversi normalmente. La risposta a questo è un sovraccarico muscolare nel sito della patologia. Prima fa male il collo e poi la testa..

Questo si chiama "dolore da tensione". Può anche essere provocato da movimenti improvvisi e imprudenti, una posizione scomoda durante il sonno.

Il medico inizia a lavorare con il paziente con una diagnosi. Scopre esattamente cosa non funziona correttamente e dov'è il problema. Questi possono essere legamenti, muscoli, vertebre. Per fare una diagnosi, è necessaria una radiografia o, meglio, una risonanza magnetica. Successivamente, viene scelta una tecnica di trattamento per normalizzare la condizione..

Con sporgenza

Con le sporgenze, il chiropratico:

  1. Allevia gli spasmi muscolari. Si verificano quando una vertebra, che è sporgente, pizzica la radice del nervo. Rilassando i muscoli spasmodici, il dolore scompare quasi completamente.
  2. Stimola i processi metabolici nella cartilagine. Lo fa migliorando la linfa e il flusso sanguigno intorno al disco interessato..
  3. Allunga tendini e legamenti, aumentando la mobilità della colonna vertebrale in cui è presente la protrusione.
  4. Riduce il rigonfiamento. Ma solo se è successo di recente. Se la malattia è iniziata, i metodi di terapia manuale non possono correggere la situazione..

La forza e la tecnica di esposizione sono selezionate individualmente. Ad esempio, il paziente può sdraiarsi sulla schiena e il medico, premendo sulle costole in determinati punti, aumenta lo spazio tra le vertebre.

Possono essere applicate tecniche di torcitura, pressatura e più complesse. La posizione del paziente può essere sul retro, sul lato. Se la protrusione si è verificata nel rachide cervicale, qui è necessario agire con attenzione e delicatezza.

Il dottore allunga la colonna vertebrale più dei colpi di scena.

La terapia manuale attiva le proprie difese. Questo dà al corpo la capacità di affrontare il problema da solo. Questa è la principale differenza tra questa tecnica e il massaggio convenzionale..

Quando il nervo sciatico viene pizzicato

Quando il nervo sciatico viene schiacciato, si verifica un forte dolore che rende impossibile camminare normalmente, prendersi cura di se stessi. Si verificano spasmi muscolari. I pazienti spesso si limitano a sdraiarsi sul letto senza la possibilità di muoversi. Questa è una condizione difficile e dolorosa.

La terapia manuale è molto efficace in questo caso. Il medico eliminerà gli spasmi, allevia il dolore, aumenta o ripristina completamente la gamma di movimento. Il gonfiore e la fissazione patologica andranno via, muscoli e legamenti torneranno al tono normale. La terapia manuale è adatta agli anziani e alle donne incinte, ma in questi casi l'effetto è più delicato.

A volte, per migliorare l'effetto, è necessario anche un massaggio classico. Viene eseguito in una sessione insieme alla terapia manuale. Inoltre, i blocchi terapeutici sono usati per trattare gli spasmi muscolari..

Con la scoliosi

La pratica medica a lungo termine mostra ottimi risultati nel trattamento della scoliosi utilizzando il metodo della terapia manuale. Gli obiettivi principali in questo caso sono ripristinare la flessibilità della colonna vertebrale, stimolare i muscoli indeboliti, rimuovere i blocchi funzionali..

Durante la sessione, la colonna vertebrale viene prima allungata, quindi vengono elaborate le zone di dolore e la curvatura. La pressione principale cade sulle vertebre estreme, quindi gradualmente il medico si sposta al centro. È imperativo fare ginnastica a casa dopo le sessioni, che saranno prescritte dal chiropratico. Questo solidificherà il risultato. Le sessioni di solito richiedono dieci e per la prevenzione un corso ogni sei mesi.

Un prerequisito è una diagnosi preliminare approfondita. Altrimenti, puoi solo danneggiare e intensificare i sintomi spiacevoli. Se tutto è fatto correttamente, i cambiamenti nelle aree danneggiate della colonna vertebrale diminuiranno, il dolore diminuirà o andrà via.

Con osteocondrosi

Con questa malattia, l'effetto sul corpo è complesso. l'obiettivo è ripristinare la forma corretta della colonna vertebrale, normalizzare il metabolismo e ripristinare i tessuti che circondano la colonna vertebrale. Le tecniche di base sono:

  • movimenti forzati per ripristinare le articolazioni;
  • massaggio rilassante per alleviare tensioni e dolori muscolari;
  • trazione per alleviare gli spasmi e normalizzare i processi metabolici e la circolazione sanguigna.

Con l'osteocondrosi del rachide cervicale, dopo la prima sessione, c'è un miglioramento. Dopo un ciclo completo, il dolore, l'acufene, le vertigini scompaiono, la mobilità delle spalle e della colonna vertebrale viene ripristinata, la tensione alla schiena viene alleviata.

Questo trattamento viene scelto perché:

  • ti permette di trattare l'osteocondrosi di qualsiasi parte della colonna vertebrale;
  • completamente sicuro, evita interventi chirurgici e annulla i farmaci;
  • indolore: solo relax e comfort;
  • colpisce il corpo nel suo insieme, rafforza, guarisce;
  • molto efficace: un effetto positivo nella maggior parte dei casi si ottiene in un breve periodo di tempo.

Nella nostra clinica sono impiegati osteopati professionisti, ai quali è possibile fissare un appuntamento per il trattamento dell'osteocondrosi.

Con un'ernia

Un'ernia non è solo un forte dolore, ma anche una diminuzione della sensibilità muscolare, paralisi, tetra- o paraparesi spastica, rottura degli organi pelvici. Con un'ernia del rachide cervicale, una persona può essere completamente paralizzata. Gruppo a rischio: persone anziane, persone con obesità o scoliosi, lavoratori fisici pesanti.

La terapia manuale viene eseguita esercitando pressioni su centri specifici per ripristinare la corretta posizione dei dischi intervertebrali. Di conseguenza, i nervi schiacciati vengono rilasciati, la sensibilità ritorna. Con un'ernia della colonna lombare, a seguito della terapia manuale, gli organi pelvici funzionano di nuovo normalmente, la capacità di camminare ritorna e i blocchi vengono rimossi.

Le principali proprietà positive della tecnica:

  • Migliore circolazione sanguigna nei muscoli, che ora supportano la colonna vertebrale in modo più efficace;
  • La cartilagine si nutre meglio di ossigeno, collagene, fluidi;
  • La rigenerazione migliora e viene ripristinata la posizione della colonna vertebrale;
  • Il metabolismo nel corpo è normalizzato;
  • Consente di evitare interventi chirurgici, riduce la dose di farmaci o consente di rifiutarli del tutto;
  • I miglioramenti arrivano dopo la prima sessione.

Con cifosi

La terapia manuale è efficace per la cifosi moderata. In questo caso, assomiglia a un massaggio. Il medico agisce sulla colonna vertebrale e sui muscoli circostanti in modo che le vertebre, i dischi intervertebrali, le articolazioni e i tessuti molli "vadano a posto" gradualmente. Le sessioni si tengono solitamente a giorni alterni.

A volte i pazienti lamentano che fa male nell'area interessata dopo le sessioni. Tuttavia, questo è un buon segno che i muscoli e i legamenti hanno iniziato a muoversi: si muovono per assumere la posizione corretta. Dopo il corso, la postura diventa uniforme, i dolori scompaiono.

Controindicazioni alla terapia manuale

Le controindicazioni sono divise in assolute (divieto completo di trattamento) e relative (tattiche in attesa). Assoluto:

  • eventuali tumori maligni, specialmente sulla colonna vertebrale;
  • qualsiasi tubercolosi;
  • spondilite anchilosante;
  • osteomielite;
  • 3-4 gradi di instabilità vertebrale;
  • ictus del midollo spinale;
  • meningite;
  • trombosi dell'arteria vertebrale;
  • disordini mentali;
  • attacco di cuore;
  • le ultime fasi dell'osteoporosi, quando le ossa sono molto fragili.
  • ferita fresca;
  • condizione dopo la chirurgia spinale;
  • frattura;
  • malattie scompensate degli organi interni.

I benefici e i rischi della terapia manuale

Il fatto che con l'aiuto della terapia manuale è possibile curare molte malattie era noto a Ippocrate nel V secolo a.C..

I vantaggi della terapia manuale sono che può essere utilizzata per trattare anche malattie croniche, alleviare il dolore e curare il corpo nel suo insieme. Dopo un corso di sessioni, la qualità della vita di una persona migliora, sorge un sollevamento emotivo e appare il desiderio di vivere e agire. Un buon medico rilassa i muscoli, migliora il metabolismo, stimola la linfa e il flusso sanguigno.

Lo svantaggio è che la terapia manuale è una scienza sottile. Letteralmente una mossa sbagliata può portare a conseguenze fatali. Pertanto, è necessario scegliere un buon medico, con istruzione, certificato speciale e raccomandazioni. Puoi trovarne uno nella nostra clinica sulla pagina dei medici - //www.gruzdevclinic.ru/vrachi.

Possibili complicazioni dopo la terapia manuale

Alcune complicazioni sono le conseguenze della mancanza di professionalità del medico. Tuttavia, le sensazioni spesso spiacevoli nei primi giorni dopo le sessioni sono la norma. Scopriamolo in modo più dettagliato.

Sindrome del dolore

Dopo le sessioni, la schiena e la testa potrebbero far male. E 'normale. La schiena fa male, perché il medico ha lavorato bene prima che legamenti e muscoli, cambino posizione e si ripristinano. Occorrono 2-3 giorni perché le strutture "si sistemino". È meglio limitare l'attività fisica e il carico generale sul corpo durante il corso del trattamento. Puoi fare esercizi fisici o fare un massaggio.

Il mal di testa può verificarsi perché dopo la procedura è il ripristino dei vasi sanguigni. Quando il corso sarà finito, non si preoccuperà più.

Vertigini

Questa reazione si verifica in un paziente su mille. Questo è un effetto collaterale temporaneo associato alla ridistribuzione del sangue. Se il sintomo è pronunciato e interferisce con una vita normale, è necessario consultare un medico.

Aumento della temperatura corporea

Questo è estremamente raro. Il motivo sono i processi infiammatori cronici nel corpo, che sono esacerbati dall'esposizione manuale. Per chiarire la natura di questo disturbo, è meglio consultare un terapista.

Altre conseguenze

Se la procedura viene eseguita da un medico non qualificato, è possibile:

  • fratture dei processi vertebrali;
  • fratture delle costole;
  • mobilità eccessiva della colonna vertebrale;
  • nessun miglioramento o peggioramento della condizione;
  • lacrime di muscoli, arterie vertebrali, legamenti;
  • emicrania;
  • mal di schiena;
  • diminuzione della vista.

Importante! Non puoi sostenere più di 15 sessioni durante l'anno.

Cosa non fare dopo la terapia manuale e le raccomandazioni generali

Per evitare che peggiori e la condizione migliori solo, segui questi consigli:

  1. Dopo la procedura, siediti per 15 minuti, riposa.
  2. Vestiti calorosamente dopo la terapia manuale, soprattutto prenditi cura del tuo collo durante la stagione fredda. La caduta di temperatura può causare svenimenti.
  3. Assicurati di informare il tuo medico se senti un forte dolore nell'area interessata.
  4. Non puoi visitare lo stabilimento balneare, la sauna, fare un bagno caldo.
  5. Non è consigliabile guidare una macchina dopo una sessione.
  6. Non puoi fare movimenti improvvisi, oscillare ampiamente le braccia.

Domande frequenti

Quante volte puoi avere sessioni di terapia manuale??

Si consiglia di condurre sessioni non più di due volte a settimana. Tuttavia, a volte è necessario eseguire le procedure a giorni alterni. Il corso può comprendere da 3 a 15 sessioni.

Quanto dura una seduta di terapia manuale?

A seconda delle caratteristiche individuali, da 15 a 30 minuti.

È possibile eseguire la terapia manuale con le mestruazioni?

Durante le mestruazioni, le sessioni sono indesiderabili. Qualsiasi effetto riflesso durante questo periodo può essere pericoloso. Quando c'è un effetto sulle terminazioni nervose nella regione lombare e sulla colonna vertebrale nel suo insieme, il letto vascolare, che è responsabile del rifornimento degli organi pelvici, può cambiare. Provoca un flusso sanguigno in eccesso.

Perché le articolazioni scricchiolano durante la terapia manuale?

Ciò è dovuto al colpo d'ariete del liquido sinoviale contro le pareti della capsula in cui si trova. A questo punto, il paziente prova sollievo dal dolore perché vengono rilasciate endorfine. Lo scricchiolio non è un fenomeno obbligatorio e non è un indicatore della qualità del lavoro di uno specialista. Può o no, entrambi sono la norma..

Terapia manuale - revisione

Per la prima volta sono venuto da un chiropratico un anno fa e mia sorella mi ha spinto a questa idea. Chi NON va da medici, flebo e iniezioni.

Ho VSD con ipotensione, più osteocondrosi del rachide cervicale. Che a volte dà frequenti mal di testa. Mi sono rivolto a neuropatologi, ho prescritto costosi contagocce, iniezioni, esami, ma tutto in un unico posto (scusate). No, naturalmente c'erano i rilievi, ma insignificanti e per un breve periodo, e poi di nuovo. Di nuovo dolore alla colonna cervicale, da loro e mal di testa.

Mia sorella visita un chiropratico 1-2 volte l'anno, fa un massaggio terapeutico, fonde i dischi intervertebrali che fuoriescono e basta, addio mal di testa.

TERAPIA MANUALE:

La medicina manuale studia le caratteristiche dei movimenti delle parti del corpo (fascia, vertebre, ossa) nello spazio e l'una rispetto all'altra; indaga le cause delle patologie dell'apparato locomotore.

La terapia manuale è un trattamento molto efficace che può essere utilizzato con successo nel trattamento di varie malattie del sistema muscolo-scheletrico..

È stato dimostrato che l'efficacia della terapia manuale aumenta se viene alternata a corsi di erboristeria, riflessologia e fisioterapia. La cosa principale con cui i chiropratici devono lavorare è la colonna vertebrale..

L'essenza delle tecniche manuali:

La terapia manuale è un sistema di tecniche manuali volte a correggere o rimuovere manifestazioni patologiche causate da alterazioni funzionali dell'apparato muscolare, osseo e legamentoso. L'obiettivo principale della terapia è ripristinare la posizione anatomica dei dischi intervertebrali e delle vertebre.

Dal momento che la terapia manuale ha un effetto direttamente sulla colonna vertebrale, la prima volta che ho avuto paura. Dopotutto, metà della garanzia di successo dipende proprio dal paziente, che durante la procedura dovrebbe rilassarsi il più possibile, il resto è lavoro dell'operatore manuale.

Mi sono stancato di sopportare continui mal di testa e dolori alla colonna cervicale, andare dai medici, aiutare le farmacie e ho deciso. Dopo aver letto le recensioni sulla terapia manuale.

Non avevo intenzione di cercare e andare ai centri manuali. Sono andato la mattina presto, sono stato ricevuto da uno zio di buona qualità di circa 70 anni. Come si è scoperto, questo è un noto neuropatologo della nostra città con esperienza part-time in chiropratica che affitta una stanza in cui cura le persone.

Non ha nemmeno guardato la mia scheda, dopo aver sentito ha capito l'essenza del problema e ha proceduto al trattamento. Per cominciare, era necessario riscaldare la zona del colletto, riscaldarla in modo che il mio collo poi bruciasse per un altro giorno.

La prima procedura è stata in piedi, ho avvolto le braccia attorno alle spalle e il dottore era dietro. Non ho avuto il tempo di riprendere i miei sensi quando ho sentito uno scricchiolio alla spina dorsale.

Poi ha fatto lo stesso con la mia testa, mia cara madre, come ha fatto a girarla. L'intera procedura ha richiesto letteralmente 5 minuti, ma scricchiolava come se mi stessero rompendo sul pavimento.

Da quando ho iniziato la mia piaga, ho dovuto passare attraverso due sessioni, dopodiché ho avuto bisogno anche di un massaggio terapeutico.

I primi tre giorni dopo la regolazione del cervello, mi faceva male il collo e la testa ancora, e poi è arrivato il sollievo tanto atteso, il collo non mi faceva più male, il mal di testa non mi dava fastidio. Da allora mi sono rimesso in testa ancora una volta, solo pochi giorni fa, abbinandolo a un massaggio terapeutico.

Ma non importa quanto sia buona ed efficace la terapia manuale, ha una serie di controindicazioni:

  • La presenza di tumori di varie eziologie, maligni o benigni;
  • La presenza di metastasi nel midollo spinale o nel cervello;
  • Infiammazione generale del sistema nervoso;
  • Con grave scoliosi, lordosi o cifosi, quando il rischio di frattura spinale è estremamente alto;
  • Con la malattia della mielopatia discale;
  • Se c'è un decorso acuto di poliatrite;
  • In presenza di malattie infettive;
  • Nei casi con ridotta circolazione sanguigna, nonché con fratture e crepe della colonna vertebrale;
  • Se si nota il sequestro dell'ernia del disco.

Consiglierò la terapia manuale, personalmente mi riporta ai miei sensi! Ma sta a te decidere, questa è una procedura seria, ti consiglio di studiare in dettaglio tutte le informazioni possibili.

Ebbene, se hai già deciso, ti consiglio di rilassarti il ​​più possibile e di affidarti a mani esperte..

Ricorda, ad esempio, una vacanza al mare, una specie di vacanza in famiglia, personalmente avevo davanti agli occhi una foto della nascita del mio primo figlio.

Così sono tornato al passato e ho migliorato la mia salute e ho pagato 200 grivna per 2 sessioni. Considerando i prezzi attuali per esami e medicinali, considero 200 grivnie semplici copechi, soprattutto per un risultato positivo.

Grazie a tutti per la vostra attenzione e buona salute!

Perché mi fa male la testa dopo la terapia manuale?

Quali tipi di mal di testa sono indicazioni per la terapia manuale, come stanno andando le sedute e ci sono controindicazioni? Medical Note ha chiesto a Sergei Matveev, neurologo, chiropratico della Clinica di neurologia riparativa di Mosca, di questo..

- La terapia manuale è uno dei tipi di medicina manuale insieme alla diagnostica manuale. Questo è un metodo di trattamento, che si basa sull'effetto delle mani del medico sul corpo umano. Con il loro aiuto, il medico elimina alcune disfunzioni nel corpo umano..

- Sì, al momento è già considerata medicina tradizionale. In Russia, i chiropratici ricevono una formazione medica classica per sei anni, poi la specializzazione primaria in neurologia o traumatologia, quindi si sottopongono a una riqualificazione speciale o vanno direttamente alla residenza in terapia manuale.

- Il mal di testa è primario e secondario. Quelli primari includono cefalea tensiva, emicrania e cefalea a grappolo.

La cefalea secondaria più comune è la cefalea cervicogenica causata da problemi al rachide cervicale. C'è anche un mal di testa da abuso. È causato dall'uso costante di analgesici per il mal di testa..

I chiropratici lavorano principalmente con il dolore cervicogenico e il mal di testa da tensione.

- Il nome di questo tipo di mal di testa è associato alla tensione muscolare. Il meccanismo del suo sviluppo è attivato dalla tensione dei muscoli pericranici, cioè i muscoli situati intorno al cranio: temporali e masticatori. Ad un certo punto nel tempo diventano molto densi, tesi e provocano sensazioni come spremere la testa da entrambi i lati..

La persona si sente come se la sua testa fosse in una morsa o gli fosse stato messo un cerchio. Questo è il tipo più comune di mal di testa..

- La cefalea del rachide cervicale nella maggior parte dei casi, soprattutto nei giovani, è associata ai cosiddetti disturbi funzionali, quando è presente un blocco funzionale delle vertebre.

In questo caso, le vertebre diventano in una posizione tale da non poter muoversi normalmente l'una rispetto all'altra, in risposta a questa tensione muscolare, che prima provoca dolore al collo e poi si diffonde alla testa.

Tali mal di testa possono essere provocati da uno stile di vita sedentario, dormire in una posizione scomoda, movimenti improvvisi della testa - piegarsi, girare. Molto spesso, ovviamente, si tratta di una seduta prolungata in una posizione statica seguita da un movimento brusco..

Il chiropratico determinerà la causa del mal di testa e aiuterà a sbarazzarsene.

- Di regola, tutto inizia con una diagnosi. Scopriamo quali strutture anatomiche sono attualmente in disfunzione. Questi possono essere muscoli, vertebre, legamenti. Quindi facciamo uno sforzo per normalizzare il rapporto di queste strutture. Se, ad esempio, i muscoli sono tesi, li rilassiamo..

- Non proprio, ci sono elementi di massaggio, ma di solito si usa il rilassamento post-isometrico. Questo è un metodo quando i muscoli vengono gradualmente allungati dal medico al limite massimo e poi si rilassano da soli. I muscoli hanno questa proprietà di rilassarsi dopo il massimo allungamento..

Lo stretching si ottiene con vari movimenti del paziente: il chiropratico chiede al paziente di piegarsi, girarsi in una direzione, scegliere una direzione specifica e quindi agire con le mani sul muscolo.

Inoltre, l'azione va alle vertebre. Se c'è qualche tipo di disfunzione, se le vertebre "non stanno come dovrebbero", il medico può fare un certo sforzo, eseguire manipolazioni nel reparto in cui è necessario.

- Certo, è necessaria la presenza di esami. È necessaria almeno una radiografia per studiare le condizioni delle ossa, escludere malattie e neoplasie gravi e negli anziani - l'osteoporosi. Idealmente, è meglio fare una risonanza magnetica, lì puoi vedere i tessuti molli e puoi valutare le condizioni dei dischi intervertebrali, delle radici nervose.

- Sì, ce ne sono, alcuni li ho già menzionati. Le controindicazioni includono anche varie lesioni traumatiche, malattie infettive acute con febbre, spondilite anchilosante.

Se il paziente ha più di 65 anni, non portiamo tutti per la terapia manuale. Qui è necessario esaminare individualmente se esiste il rischio di fratture, segni di osteoporosi. Usiamo altri metodi per questi pazienti.

Le controindicazioni alla terapia manuale sono anche varie lesioni o compressione di alcune strutture del sistema nervoso, ad esempio il midollo spinale.

La terapia manuale è efficace per il trattamento del mal di testa.

- Per i bambini, non è la terapia manuale la migliore, ma l'osteopatia è un metodo di trattamento più delicato e parsimonioso. È anche necessario eseguire una diagnostica funzionale più rigorosa, poiché una varietà di malattie può causare mal di testa nei bambini. E il mal di testa associato al rachide cervicale è molto meno comune in loro che negli adulti, a causa di uno stile di vita attivo.

Quando è il momento di vedere un chiropratico? Voglio dire quanto dovrebbe durare un mal di testa: una settimana, un mese?

- In genere, un mal di testa che si manifesta quotidianamente o dura più di 15 giorni al mese è considerato cronico. In questo caso, avrai bisogno non solo della terapia manuale, ma anche dei farmaci. Il dolore che si verifica una o due volte al mese di solito non richiede alcuna attenzione particolare.

Se ti fa male la testa più spesso, è meglio consultare un medico e determinare la causa del dolore. Spesso i pazienti pensano di avere un mal di testa tensivo o emicrania, vengono dal medico e si scopre che hanno una diagnosi diversa.

- Dipende dall'istituto medico in cui lavora il chiropratico. Qualcuno viene direttamente da uno specialista, molto spesso si tratta di quei pazienti che hanno già subito tale terapia in precedenza e hanno familiarità con il metodo. Inoltre, un neurologo si riferisce a un chiropratico.

- Nella nostra clinica, usiamo spesso un approccio integrato, dà i migliori risultati. Per ottenere il massimo effetto in ogni caso specifico, selezioniamo il paziente e un corso di terapia manuale, farmaci, se necessario, e, eventualmente, fisioterapia.

Attività fisica - prevenzione del mal di testa da tensione.

- Il corso del trattamento viene selezionato individualmente, ma di solito varia da 5 a 10 procedure se si tratta di un mal di testa da tensione. Se questo è un dolore acuto, ad esempio, ti sei svegliato al mattino e il collo è pizzicato, il dolore si irradia alla testa, quindi in questi casi possono essere sufficienti diverse sessioni.

- Il miglior metodo di prevenzione è la ginnastica correttiva, soprattutto per le persone con lavoro sedentario. La ginnastica per il collo dovrebbe essere eseguita ogni giorno, più volte: inclinazioni, giri aiuteranno a scaricare i muscoli in modo da rimuovere la tensione derivante da una lunga permanenza in una posizione, quando la testa è leggermente abbassata.

Dopo aver completato il corso di terapia manuale, do sempre ai miei pazienti una serie di esercizi in modo che non vadano più dal medico. La ginnastica dura circa tre minuti se parliamo del cingolo scapolare e del collo. Devi solo non essere pigro, per mostrare forza di volontà. Sfortunatamente, non tutti riescono ad allenarsi anche per tre minuti..

Anche la corretta organizzazione del luogo di lavoro è molto importante. Ad esempio, quando si lavora al computer, è necessario regolare l'altezza della sedia, il monitor, la distanza dallo schermo in modo tale da ridurre il carico sul rachide cervicale..

Puoi fissare un appuntamento con il chiropratico della Clinic for Restorative Neurology tramite l'app Medical Note.

Ad oggi, la medicina conosce circa 50 malattie in cui si verificano mal di testa..

Alcuni dolori sono associati a disturbi metabolici, altri a malattie vascolari e altri ancora si verificano sullo sfondo di un'infezione da raffreddore o virale.

Tuttavia, ci sono anche mal di testa che derivano da problemi alla colonna vertebrale o ai muscoli e richiedono un trattamento manuale. Pertanto, ci soffermeremo solo su di loro in dettaglio e daremo al resto solo una breve descrizione..

Secondo la classificazione del 1988, le cefalee sono suddivise in primarie e secondarie (vedere la tabella "Tipi di cefalee" di seguito). Il mal di testa è considerato primario, che è il principale o l'unico sintomo della malattia..

E secondario - tale dolore che si verifica come sintomo concomitante in una varietà di malattie e condizioni (ad esempio, con ipertensione, influenza, sbornia, ecc.). È curioso: il trattamento del mal di testa con l'aiuto della terapia manuale viene utilizzato più spesso in due casi: con mal di testa da tensione muscolare e con dolore post-traumatico (sono evidenziati nella tabella).

Tuttavia, questi due tipi sono responsabili di circa il 60% di tutti i mal di testa. In altre parole, sessanta persone su cento con mal di testa sono pazienti chiropratici..

Cefalea da tensione muscolare

Cefalea post-traumatica (dopo una lesione cerebrale traumatica)

Mal di testa con disturbi vascolari

Cefalea correlata a infezioni

Mal di testa non associato a danni alle strutture della testa

Mal di testa associato all'uso o al ritiro di determinate sostanze (droghe, alcol, determinati farmaci)

Mal di testa associato a malattie dell'orecchio, della gola, del naso, dei denti, della bocca, del collo, degli occhi e di altre strutture della testa

Mal di testa nevralgia del trigemino

Cefalea da tensione muscolare (sinonimi: dolore da tensione, dolore da tensione, dolore psicogeno) si verifica a causa di spasmi e disturbi nei muscoli della testa e del collo.

Queste violazioni sono descritte in dettaglio nell'articolo "Sindrome miofasciale".

In breve, la causa dei disturbi è la comparsa di noduli muscolari spasmodici in diverse parti del nostro corpo, compresi i muscoli della testa o del collo..

Molto spesso, i pazienti chiedono sorpresi: "Ci sono muscoli sulla testa?".

Stranamente, spesso trascuriamo l'ovvio! Ad esempio, dimentichiamo che anche il viso è una parte della testa e ci sono molti muscoli facciali su di esso. Chiudono gli occhi, strizzano gli occhi, sorridono, sono tristi e così via..

Inoltre, ci sono potenti muscoli masticatori che possono aprire e chiudere la bocca, masticare e muovere la mascella da sinistra a destra, avanti o indietro..

Spasmi dolorosi possono verificarsi in qualsiasi muscolo. Questi sono chiamati punti trigger miofasciali. I muscoli della testa o del collo non fanno eccezione: tali punti compaiono anche in essi..

Una caratteristica importante dei punti trigger è il dolore riflesso. Questi sono casi in cui il dolore non si avverte nella zona dello spasmo muscolare stesso, ma a una certa distanza da esso..

Ad esempio, uno spasmo nei muscoli anteriori del collo si manifesta con dolore nella zona degli occhi e uno spasmo nei muscoli masticatori risponderà con dolore alla tempia..

L'irritazione dei punti trigger del dolore nei muscoli della testa o del collo porta a mal di testa da tensione muscolare. Inoltre, il fattore che provoca il dolore è principalmente un effetto meccanico sul muscolo: pressione, compressione o allungamento.

Cosa pensi possa esercitare pressione sui punti trigger e provocare mal di testa? Molto spesso questo è fatto da un cuscino - sì, il cuscino più ordinario. Dopotutto, quando una persona mente, preme i suoi tessuti molli sul letto con tutto il suo peso..

In particolare, i tessuti molli del viso e del collo sono intrappolati tra il cuscino e i tessuti ossei più duri. Pertanto, al fine di ridurre il disagio che si verifica durante il sonno, cambiamo la posizione del corpo. Questo accade 1-2 volte all'ora..

Ma se i punti dolenti compaiono nei tessuti molli, questo costringe una persona a girarsi e rigirarsi all'infinito, trasformando il sonno dal riposo in tormento. Una persona del genere si alza al mattino stanca e anche con mal di testa.

Tuttavia, un cuscino è solo un caso speciale, perché lo stress, l'ipotermia, una postura scomoda e molto altro può diventare irritante per un punto dolente. Imparerai anche tutti questi motivi dall'articolo sulla sindrome miofasciale..

Cosa pensi che sia caratteristico del mal di testa da tensione muscolare? In effetti, quasi tutti i pazienti lo descrivono allo stesso modo. Spremitura, pesantezza agli occhi, alle tempie o alla corona. La testa è come se fosse schiacciata da un cerchio o da un elmo. Compaiono intorpidimento, "brividi", "nodo alla gola", nausea e fiato corto.

L'umore e l'appetito diminuiscono, il sonno è disturbato, compaiono debolezza generale e stanchezza. Una persona si sveglia con dolore, ma non si sveglia mai per questo. E questa è la sua differenza dal dolore a grappolo, ma ne parleremo più avanti. La cefalea tensiva è episodica e cronica.

Questi due tipi differiscono per la frequenza e la durata degli attacchi..

Il mal di testa da tensione è anche chiamato psicogeno. Ciò evidenzia l'influenza delle emozioni sui mal di testa da tensione. Dopotutto, lo stress emotivo porta sempre a contrazioni muscolari dolorose. Ma, fortunatamente per i pazienti, la terapia manuale per il mal di testa da tensione è un metodo di trattamento efficace e dà risultati anche senza l'uso di farmaci..

La cefalea post-traumatica si verifica dopo una lesione cerebrale traumatica. È suddiviso in acuto e cronico. L'acuto compare nei primi sette giorni dopo l'infortunio e dura non più di tre mesi. Il cronico compare anche nei primi sette giorni, ma dura più di tre mesi.

Il dolore post-traumatico è causato da diversi meccanismi: il più delle volte - dolore da tensione e aumento della pressione intracranica.

Con una lieve terapia manuale per il mal di testa post-traumatico, dobbiamo tenere conto di tutti questi punti e non dimenticare l'effetto dello stress che una persona ha ricevuto durante un infortunio..

L'emicrania è un forte dolore parossistico a metà della testa. Più spesso le donne ne soffrono. Nella maggior parte dei casi, il mal di testa è preceduto da un'aura, cioè sensazioni visive sotto forma di lampi di luce o nebbia. Nel meccanismo di sviluppo viene rintracciato un fattore ereditario. Nel complesso trattamento dell'emicrania, la terapia manuale lieve trova il suo posto durante il corso preventivo.

Mal di testa a grappolo - il nome deriva dalla parola inglese "grappolo" che significa "fascio". Il loro altro nome è bundle pain. Questo tipo di mal di testa è più comune negli uomini. Il dolore procede in una serie di attacchi, come se i singoli attacchi fossero raggruppati insieme. L'intensità del dolore è molto forte.

È acuto, doloroso, spesso su un lato intorno all'occhio o alla tempia, a volte si irradia al collo, alla spalla e al braccio. Ma a differenza dell'emicrania, non c'è aura e, a differenza del dolore da tensione, con il dolore a grappolo, una persona si sveglia dal sonno. Pertanto, a volte è chiamato dolore "allarme"..

Il dolore a grappolo è caratterizzato da lacrimazione, naso che cola, arrossamento e gonfiore intorno agli occhi..