Principale

Borsite

Dolore alle costole

Il dolore tra o sotto le costole è motivo di preoccupazione, poiché la gabbia toracica contiene organi vitali. Questo articolo è rilevante per tutti coloro che hanno dolore alle costole: in esso puoi conoscere le cause più comuni di questa manifestazione clinica..

Ragioni per il dolore alle costole

Il dolore a sinistra oa destra sotto le costole può avere un carattere diverso, così come le ragioni che lo causano. Può essere forte e quasi impercettibile, dolorante o aspro, sorgere in determinati momenti o incessante. In quasi tutti i casi, la causa del dolore può essere una malattia che si sviluppa nell'area del torace..

  • Consultazione iniziale - 4.000
  • Consultazione iniziale del capo della Clinica del dolore - 4.500
Per fissare un appuntamento

Lesione al petto

È consuetudine riferirsi a lesioni toraciche come fratture o contusioni delle costole. Le fratture sono caratterizzate da lacerazioni nelle ossa e nelle articolazioni della cartilagine di una o più costole. A seconda della lesione, i sintomi del dolore possono essere doloranti costanti o essere acuti, intensi.

Per i lividi, è caratteristico un lieve dolore, che è accompagnato da edema e dalla comparsa di un ematoma nell'area della lesione. Di norma, i sintomi del dolore scompaiono dopo sette-dieci giorni. Le fratture richiedono una diagnosi obbligatoria per escludere la possibilità di lesioni ai tessuti molli del polmone o di altri organi interni. A seconda del lato della lesione, il dolore può essere localizzato a destra oa sinistra sotto le costole o tra di loro. La sua intensità e durata dipendono dalla gravità della lesione..

Nevralgia intercostale

Il dolore tra le costole lungo i nervi può verificarsi a causa delle seguenti malattie:

  • osteocondrosi della colonna vertebrale toracica;
  • protrusione delle vertebre;
  • ernia intervertebrale.

Gli attacchi sotto forma di dolore lancinante, simili a uno shock elettrico, si verificano a causa del pizzicamento o dell'irritazione delle radici nervose ei seguenti fattori possono provocare il loro aspetto:

  • ipotermia;
  • penetrazione dell'infezione;
  • stress da esercizio;
  • infortunio alla schiena.

Il dolore peggiora con una forte inspirazione / espirazione o con i tentativi di cambiare la posizione del corpo.

Condrite costale

La condrite costale (o, come viene anche chiamata, sindrome di Tietze) è una malattia in cui il tessuto cartilagineo delle costole si ispessisce, provocando dolore. Le sensazioni di dolore non sono localizzate in un punto e possono diffondersi all'intero sterno. Possono essere abbastanza forti e apparire più luminosi con movimenti improvvisi, inspirazione / espirazione profonda o tosse. Il dolore può essere accompagnato da:

  • edema locale;
  • un aumento della temperatura nell'area del processo patologico.

Appare all'improvviso e nelle sue manifestazioni è paragonabile a un attacco di angina..

Angina pectoris

L'angina pectoris è caratterizzata da un dolore costante e pressante dietro lo sterno e talvolta tra le costole. È localizzato nella regione del torace e può diffondersi sul lato sinistro del collo, sul braccio sinistro e sul lato sinistro del torace e può essere accompagnato da:

  • violazione del ritmo cardiaco;
  • un senso di paura.

Altri motivi

Inoltre, i sintomi dolorosi nelle costole possono verificarsi con le seguenti malattie:

  • le neoplasie maligne (in particolare - osteosarcoma delle costole) - sono caratterizzate da dolori sordi all'inizio della malattia, che diventano sempre più pronunciati man mano che si sviluppa;
  • fibromialgia: il dolore si verifica quando provi ad alzare le braccia o girare il busto;
  • pleurite: i sintomi del dolore compaiono con tosse e respiri profondi / uscite;
  • fuoco di Sant'Antonio - caratterizzato da un intenso dolore sotto le costole sul lato destro o sinistro, accompagnato da prurito o bruciore.

Un altro motivo è l'ipertonicità dei muscoli pettorali, che si verifica a seguito di un intenso sforzo fisico. Il dolore in questo caso aumenta ed è localizzato nello spazio intercostale..

Perché le costole fanno male

Il disagio nell'area del torace può indicare varie malattie, con gravi conseguenze o malessere temporaneo. Se le costole fanno male, è importante trovare la causa originale ed eliminarla. Diamo un'occhiata a questo problema..

Il dolore alla costola può indicare lo sviluppo di varie malattie.

  1. Cause di dolore alle costole
  2. Tabella "Possibili cause di dolore nella zona delle costole"
  3. Quale medico dovresti contattare se ti fanno male le costole??
  4. Diagnosi di dolore alle costole
  5. Cosa fare con il dolore?
  6. Primo soccorso
  7. Trattamento farmacologico

Cause di dolore alle costole

Le sensazioni di dolore su uno o entrambi i lati del torace possono essere di natura diversa (dolorante, acuta, a breve termine, parossistica, prolungata). Entrambe le malattie degli organi interni e le lesioni di vari gradi ed età possono provocare tali sensazioni..

Tabella "Possibili cause di dolore nella zona delle costole"

Fattori provocatoriCome possono manifestarsi
Lesione alla costola (contusioni, fratture)Il dolore è intenso o doloroso (a seconda della gravità della lesione). Di solito fa male toccare il punto ferito, gli attacchi si verificano anche con una leggera pressione. Dopo un colpo, può formarsi una protuberanza che si dissolve entro 5-7 giorni (durante questo periodo, anche il disagio scompare). Le convulsioni pulsanti sono caratteristiche delle fratture (palpabili)
Nevralgia intercostale - il risultato di sporgenze o ernie intervertebrali.Le sensazioni dolorose tra le costole sono di carattere lancinante. Il disagio può aumentare durante l'inalazione, così come al momento di cambiare la postura del corpo
Angina pectorisIl dolore di un personaggio che preme e stringe si sente nel petto dall'interno. Si possono rintracciare sensazioni spiacevoli nelle costole a sinistra, che danno al collo e al braccio sinistro. Allo stesso tempo, la frequenza cardiaca cambia e c'è una sensazione di paura, nausea, mancanza di respiro, vertigini.
Herpes zosterIl dolore acuto può comparire sia a destra che a sinistra del petto
Patologie dell'apparato respiratorio (bronchite, polmonite)Sintomi spiacevoli si verificano quando si tossisce, si inala e si espira. La natura delle sensazioni è parossistica, acuta
Malattie dell'apparato digerenteI dolori doloranti sul lato destro indicano una malattia dei calcoli biliari e il blocco delle vie biliari, e il disagio sul lato sinistro indica una milza ingrossata.
Sindrome di Tietze o condrite costaleIl dolore si estende a tutto il torace e può essere accompagnato da gonfiore dei tessuti molli (il lato destro o sinistro sporge di più), la temperatura della persona aumenta. Il disagio appare improvvisamente e simultaneamente su entrambi i lati delle costole
PleuriteI sintomi compaiono nella parte centrale o laterale del torace con inalazione profonda, tosse e movimenti improvvisi
Neoplasie oncologiche nelle costoleI dolori sono permanenti e possono essere doloranti, cucire, tirare, insorgere sul lato destro o sinistro (a seconda della posizione del tumore). A volte si avverte un nodulo o una palla
Noduli nella ghiandola mammariaIl disagio è unilaterale e si verifica a sinistra oa destra. Se la cisti si trova nella ghiandola mammaria, può ferire non solo nelle costole, ma anche sotto il seno o al centro
Aumento del tono muscolare nella colonna vertebrale toracicaLe convulsioni di solito si verificano con movimenti improvvisi, respiri profondi e flessione laterale del tronco
OsteocondrosiMolto spesso, il dolore ha un carattere acuto e lancinante e si verifica sul lato sinistro della costola, sotto la ghiandola mammaria, che ricorda il disagio cardiaco. All'inizio della malattia, occasionalmente fa clic intorno alle costole. I sintomi spiacevoli aumentano con uno sforzo fisico intenso, una permanenza prolungata in una posizione, con ipotermia o movimenti improvvisi del corpo
Osteoporosi delle costole (fragilità del tessuto osseo a causa della mancanza di calcio)Le convulsioni si verificano nella parte anteriore, posteriore o laterale del torace e peggiorano gradualmente con l'aumentare della distruzione (distruzione) dell'osso
Durante la gravidanzaCon un aumento della massa e delle dimensioni del feto, l'utero si allunga e può premere sulle costole, il che provoca disagio al petto e sotto le ghiandole mammarie. Il dolore è osservato nelle costole a destra oa sinistra ed è di natura a breve termine

Ciò che fa male alle costole negli adulti non può essere determinato solo dal sintomo del dolore. In caso di disagio, è importante venire da uno specialista ed essere esaminato.

Quale medico dovresti contattare se ti fanno male le costole??

Se ci sono sensazioni spiacevoli nei lati sinistro e destro con pressione, sforzo fisico oa riposo, è necessario contattare un terapista. Il medico effettuerà un esame utilizzando la palpazione del torace, analizzerà i reclami del paziente e, se necessario, prescriverà una consultazione di specialisti altamente specializzati:

  • traumatologo;
  • neuropatologo;
  • pneumologo;
  • cardiologo;
  • chirurgo;
  • ortopedico.

I medici prescriveranno gli esami e l'esame strumentale necessari, che identificheranno la causa del dolore e sceglieranno una terapia adeguata.

Diagnosi di dolore alle costole

Oltre alla palpazione durante l'esame, il medico può prescrivere una serie di studi necessari:

  • analisi del sangue generale e biochimica, urine, analisi dell'espettorato;
  • elettrocardiografia;
  • imaging a risonanza magnetica e computerizzata;
  • studio dei vasi del mediastino (dopplerografia).

La diagnostica completa consente di identificare con precisione la fonte del dolore e scegliere la terapia giusta.

Per identificare le cause del dolore alle costole, è necessario eseguire l'elettrocardiografia

Cosa fare con il dolore?

Il dolore alle costole non dovrebbe essere ignorato. È importante non lasciare il paziente da solo e andare in ospedale.

Primo soccorso

Se una persona ha un dolore acuto nella zona del torace e le condizioni generali sono peggiorate, devono essere prese misure appropriate:

  • adagiare il paziente su una superficie piana, organizzare il libero accesso all'aria e garantire la pace;
  • cercare di scoprire la fonte approssimativa del disagio (traumi, patologie cardiache, cambiamento non riuscito nella posizione del corpo);
  • in caso di attacco di angina pectoris, somministrare alla persona i farmaci necessari (nitroglicerina, validolo), se presenti;
  • Chiama un'ambulanza.

L'assistenza tempestiva consente di ridurre il dolore ed evitare possibili complicazioni.

Se ha un attacco di angina, prenda Validol

Trattamento farmacologico

A seconda della causa identificata del dolore alle costole, il medico può prescrivere diversi gruppi di farmaci:

  • sostanze antinfiammatorie non steroidee - Citramon, Ibuprofen, Diclofenac, Kofitsil;
  • analgesici (antidolorifici) - Paracetamolo, Analgin, Baralgin;
  • farmaci irritanti locali - Apizatron, Analgos, Finalgon;
  • farmaci per il cuore (in caso di angina pectoris) - nitroglicerina, Validol, Corvalol, Valocordin.

Il citramone è un efficace agente antinfiammatorio

In caso di tumori oncologici, gli specialisti offrono chemioterapia o interventi chirurgici basati sulla localizzazione della neoplasia e sul suo stadio.

Importante Le medicine sono selezionate esclusivamente dal medico, tenendo conto del tipo di malattia e delle caratteristiche del suo decorso.

Le costole possono far male per molte ragioni. Questi sono problemi con il sistema muscolo-scheletrico e lesioni, eccessivo sforzo fisico e processi patologici negli organi del torace (cuore, polmoni, bronchi). Uno specialista aiuterà a capire la fonte del disagio dopo una diagnosi completa. È importante non auto-medicare e consultare un medico in tempo. Altrimenti, sono possibili gravi complicazioni sotto forma di aggravamento della malattia..

Distensione nell'ipocondrio

La distensione nell'ipocondrio è considerata una manifestazione comune, ma allo stesso tempo specifica, che semplifica notevolmente il processo di ricerca di un fattore predisponente. Una sensazione di pienezza può manifestarsi a qualsiasi età, indipendentemente dal sesso del paziente..

Le ragioni della formazione sono principalmente patologiche e sono più spesso associate al decorso di disturbi gastroenterologici. Allo stesso tempo, i medici identificano diversi provocatori completamente innocui, ad esempio il corso della gravidanza.

Il quadro clinico è completato da un gran numero di manifestazioni esterne, che differiranno a seconda della causa sottostante. Spesso osservato:

  • dolore;
  • eruttazione e bruciore di stomaco;
  • sgabello sconvolto;
  • nausea e vomito;
  • fluttuazioni della frequenza cardiaca e del tono del sangue.

La diagnostica si basa sul passaggio da parte del paziente di un intero complesso di esami di laboratorio e strumentali. Inoltre, sono importanti le manipolazioni eseguite direttamente dal medico..

Le tattiche della terapia sono molto spesso conservatrici. Tuttavia, il regime di trattamento dipende completamente dall'eziologia, il che significa che la probabilità di un intervento chirurgico non è esclusa..

Eziologia

È consuetudine dividere le fonti della sensazione di pienezza in diversi grandi gruppi. La prima categoria è rappresentata da malattie e condizioni patologiche, e la seconda comprende fonti che non sono correlate al decorso di una particolare malattia..

Nella stragrande maggioranza delle situazioni, i provocatori sono:

  • discinesia dei dotti biliari;
  • colecistite in forma acuta o cronica;
  • echinococcosi del fegato;
  • Epatite virale;
  • la formazione di calcoli nel rene o nell'uretere;
  • cirrosi epatica;
  • neoplasie maligne o benigne localizzate nella cavità addominale;
  • blocco intestinale;
  • pancreatite cronica;
  • tipo ulceroso di duodenite;
  • nefroptosi;
  • occlusione delle vene del fegato;
  • osteocondrosi della colonna lombare;
  • nevralgia intercostale;
  • varie ferite e contusioni;
  • lesione infiammatoria dei polmoni;
  • disbiosi intestinale;
  • sindrome dell'intestino irritabile;
  • stenosi pilorica;
  • gastrite;
  • celiachia;
  • colica renale;
  • pielonefrite;
  • lesione infiammatoria dell'appendice.

La distensione nell'ipocondrio destro o sul lato sinistro della parte inferiore delle costole si sviluppa spesso in una persona completamente sana. Questo può essere provocato da:

  • effetto a lungo termine sul corpo delle basse temperature, anche per un breve periodo di tempo;
  • dipendenza a lungo termine da cattive abitudini, in particolare, da bere alcolici;
  • peso corporeo in eccesso;
  • dieta malsana, cibi grassi in eccesso e dolci nel menu;
  • rifiuto prolungato di mangiare, seguito da eccesso di cibo;
  • deglutire grandi quantità di aria durante un pasto.

Spesso, una situazione del genere, in cui scoppia sotto le costole, si sviluppa sullo sfondo dell'uso di determinati alimenti che causano una maggiore formazione di gas nel tratto digestivo. Gli ingredienti provocatori includono:

  • legumi;
  • Cavolo bianco;
  • prugne;
  • Latticini;
  • carota;
  • cereali fortificati con fibre;
  • dolci e pasticcini;
  • bevande gassate;
  • patate.

Assolutamente tutti i provocatori di cui sopra possono influenzare sia i pazienti adulti che i bambini..

Un sintomo simile appare anche abbastanza spesso nelle rappresentanti femminili durante il periodo di gravidanza. Inoltre, il suo verificarsi può essere dovuto ai motivi di cui sopra o alla crescita attiva dell'utero e del feto all'interno dell'utero. Nel secondo caso, gli organi interni del peritoneo vengono spostati nella cavità toracica..

Sintomi

Una sensazione di pienezza nell'ipocondrio sinistro o nella stessa zona, ma a destra, sarà molto raramente l'unico sintomo nel quadro clinico. Ciò è possibile solo con il suo sviluppo sullo sfondo di ragioni completamente innocue..

Nella stragrande maggioranza delle situazioni, tale disagio è il primo sintomo contro il quale si sviluppa una clinica concomitante, che corrisponde pienamente alla malattia provocatrice.

Ne consegue che il quadro sintomatico sarà individuale per ogni persona. Tuttavia, i medici identificano una serie di segni osservati in quasi tutti i casi..

Lo scoppio sotto le costole può essere completato da:

  • sensazione di pesantezza e pienezza dello stomaco;
  • un aumento delle dimensioni della parete addominale anteriore;
  • sindrome del dolore di varia gravità;
  • brontolio allo stomaco;
  • flatulenza;
  • nausea intermittente, che non è seguita da vomito;
  • violazione del processo di movimento intestinale;
  • stanchezza e debolezza;
  • una diminuzione o completa mancanza di appetito, che è più caratteristica dei bambini, poiché il sintomo descritto può verificarsi dopo aver mangiato;
  • un aumento dei valori del tono sanguigno e della temperatura;
  • bruciore di stomaco ed eruttazione;
  • perdita di peso;
  • aumento della sudorazione;
  • mal di testa e vertigini.

In caso di danno epatico, possono comparire anche:

  • giallo della pelle, mucose visibili e sclera;
  • sapore amaro in bocca;
  • frequenti sbalzi d'umore;
  • forte prurito della pelle;
  • oscuramento delle urine;
  • scolorimento delle feci;
  • rivestimento della lingua con un rivestimento che ha una sfumatura bianca o giallastra.

Con patologie renali, verranno presentati sintomi concomitanti:

  • irradiazione del dolore nella regione lombare;
  • gonfiore grave;
  • aumento della voglia di svuotare la vescica;
  • pallore della pelle;
  • diminuzione del tono del sangue;
  • dolore e crampi durante la minzione;
  • nausea senza vomito;
  • temperatura corporea elevata;
  • malessere generale e stanchezza.

L'apparizione della principale manifestazione esterna dovrebbe essere l'impulso per la ricerca di un aiuto qualificato, soprattutto per i bambini. Altrimenti, i rischi di sviluppare conseguenze indesiderabili sono elevati. Anche l'esito letale non è escluso.

Diagnostica

Solo un medico può scoprire i motivi della distensione sotto le costole sinistra o destra sulla base dei risultati dell'esame di laboratorio e strumentale del paziente..

Sullo sfondo del fatto che il sintomo spesso descritto è una conseguenza del decorso dei problemi degli organi dell'apparato digerente, prima di tutto dovresti consultare un gastroenterologo.

Tuttavia, nel processo di diagnosi, potresti aver bisogno di aiuto:

  • nefrologo;
  • ginecologo;
  • traumatologo;
  • pneumologo;
  • terapista;
  • pediatra.

Il primo passo della diagnosi include le seguenti manipolazioni:

  • familiarizzazione con la storia della malattia per la possibile identificazione del provocatore della malattia;
  • raccolta e analisi di una storia di vita per confermare o negare il fatto dell'esposizione a ragioni innocue;
  • valutazione delle condizioni delle mucose e della pelle;
  • palpazione e percussione addominale;
  • misurare i valori di frequenza cardiaca, pressione sanguigna e temperatura;
  • un'indagine dettagliata del paziente per ottenere un elenco completo dei reclami dei pazienti, per chiarire la gravità e la prima volta di comparsa del sintomo principale.

Un esame completo del corpo nei casi in cui c'è uno scoppio nell'ipocondrio destro combina:

  • analisi generale del sangue e delle urine;
  • biochimica del sangue;
  • esame microscopico delle feci;
  • Diagnostica PCR;
  • studi ormonali e immunologici;
  • emocoltura batteriologica;
  • test di funzionalità epatica;
  • ecografia addominale;
  • gastroscopia e irrigoscopia;
  • ECG e FGDS;
  • TC e risonanza magnetica;
  • radiografia del torace;
  • biopsia.

Va notato che queste sono solo procedure diagnostiche generali - ulteriori esami di laboratorio e strumentali saranno prescritti dal medico a cui verrà sottoposto il paziente..

Trattamento

Le tattiche della terapia sono completamente dettate dalla fonte provocante. Tuttavia, a volte non è richiesto un trattamento speciale - questo è possibile solo con la formazione di gonfiore dovuto a fattori fisiologici.

In tutte le altre situazioni, il trattamento conservativo dovrebbe combinare:

  • prendere farmaci;
  • procedure di fisioterapia;
  • massoterapia;
  • esercizi di terapia fisica;
  • aderenza a una dieta moderata;
  • ricette della medicina tradizionale e altri metodi alternativi, ma tale trattamento deve necessariamente essere concordato dal medico curante ed essere completamente controllato da lui.

Il trattamento con intervento chirurgico viene eseguito solo secondo le indicazioni individuali o nei casi in cui non ci sono risultati positivi dai suddetti metodi di terapia.

Prevenzione e prognosi

Per evitare una situazione in cui sono presenti distensione e dolore nell'ipocondrio sinistro di fronte, nonché altri sintomi aggiuntivi, le persone devono seguire diverse semplici regole preventive generali:

  • prevenire il sovraccarico nervoso e l'esaurimento fisico;
  • abbandonare completamente la nicotina e l'alcol;
  • razionalizzare il cibo;
  • controllare il peso corporeo;
  • identificare ed eliminare tempestivamente tutte le patologie dal tratto gastrointestinale, che nella loro clinica hanno una manifestazione così spiacevole;
  • sottoporsi regolarmente a un esame preventivo completo presso la clinica con visite a tutti i medici.

In generale, la distensione nell'ipocondrio destro o sotto le costole sul lato sinistro ha una prognosi favorevole, ma solo se viene eseguita una terapia adeguata per la malattia sottostante. La completa assenza di trattamento può portare a frequenti ricadute del sintomo descritto, allo sviluppo delle conseguenze e alle complicanze della malattia provocatoria.

Dolore alle costole: sei possibili cause

Il dolore alle costole è uno dei disturbi più comuni.

Le cause del dolore alle costole sono varie, dalle fratture al cancro ai polmoni.

Può essere improvviso e acuto e può essere noioso e prolungato: tutto ciò è importante per determinare le cause.

Nella maggior parte dei casi, il dolore alle costole non è associato a malattie pericolose e scompare dopo breve tempo, anche senza trattamento. In altri casi, è necessario consultare urgentemente un medico.

Sei possibili cause di dolore alle costole

Un esame di cinque minuti non è sufficiente per determinare la causa del dolore alle costole.

Il medico avrà bisogno di ulteriori test: radiografia del torace, tomografia computerizzata o risonanza magnetica, esami del sangue, biopsia, broncoscopia...

Le cause più comuni di dolore alle costole includono:

1. Lesioni al petto

Secondo le statistiche estere, lesioni da cadute, urti, incidenti automobilistici sono la causa più comune di dolore alle costole. Può essere basato su una frattura delle costole, una lesione o uno stiramento muscolare derivante da un eccessivo stress meccanico.

È necessaria una radiografia del torace per essere sicuri di una frattura costale. La risonanza magnetica consente di valutare le condizioni dei tessuti molli e fornisce al medico informazioni preziose che non possono essere ottenute con una radiografia convenzionale.

Infine, se avverti un dolore improvviso e grave al petto, difficoltà a respirare, consulta immediatamente un medico! Questo potrebbe essere un segno di infarto miocardico..

2. Costocondrite

La costocondrite, o sindrome di Tietze, è un'altra causa comune di dolore alle costole.

Questa condizione è caratterizzata da un processo infiammatorio asettico (non infettivo) nella cartilagine del torace. I benefici della cartilagine che collega le costole superiori allo sterno sono influenzati. I pazienti lamentano un aumento del dolore con la pressione nello sterno. Nei casi più gravi, le sensazioni dolorose si irradiano alle estremità, la capacità lavorativa è compromessa.

Nonostante la sua prevalenza nella pratica clinica, le cause della sindrome di Tietze non sono chiare. Alcuni casi si risolvono da soli, senza alcun trattamento.

3. Pleurite

La pleurite è un processo infiammatorio nei fogli pleurici, accompagnato dal rilascio di fluido (essudato) nella cavità pleurica. L'infiammazione associata a infezioni, tumori o lesioni meccaniche può causare un forte dolore alle costole.

La causa principale della pleurite in ogni momento sono state le infezioni. Dall'inizio dell'era degli antibiotici, l'incidenza della pleurite è diminuita in modo significativo. Altre condizioni infiammatorie come la bronchite e la polmonite possono anche essere accompagnate da dolore alle costole.

La diagnostica non causa problemi.

4. Cancro

Quando una persona si trova di fronte a un sintomo insolito, il cancro è lo scenario peggiore a cui pensare. Eppure il cancro ai polmoni è il secondo tumore più comune nei paesi sviluppati..

Uno dei sintomi del cancro ai polmoni è il dolore alle costole. La sua intensificazione è caratteristica quando si respira, si tossisce, si ride. Altri segnali di allarme: tosse con sangue, mancanza di respiro, respiro sibilante, debolezza, perdita di peso. Le metastasi del cancro che raggiungono il petto possono anche causare dolore alle costole.

Sfortunatamente, la prognosi per il cancro ai polmoni è generalmente infausta. Al secondo posto in termini di incidenza, il cancro al polmone rimane il numero 1 nel numero di decessi negli Stati Uniti e in Europa. In una fase iniziale, la malattia risponde meglio al trattamento, quindi non puoi ritardare la visita di un medico.

5. Fibromialgia

Una condizione cronica poco conosciuta che provoca dolore in tutto il corpo. L'American College of Rheumatology stima che il 2-4% della popolazione degli Stati Uniti soffra di fibromialgia, con il 90% dei pazienti donne. Il dolore della fibromialgia è molto variabile.

Alcuni studi stranieri dimostrano che il dolore alle costole è una delle principali cause di ospedalizzazione e disabilità nei pazienti con fibromialgia..

6. Embolia polmonare

L'embolia polmonare, o embolia polmonare, è una frase terribile per qualsiasi medico.

Il blocco della principale arteria sanguigna nei polmoni e nei suoi rami è spesso fatale. Il 90% dei casi è associato a trombosi venosa degli arti inferiori. Secondo le statistiche del National Heart, Lung e Blood Institute degli Stati Uniti, fino al 60% dei pazienti con EP muore entro un anno dal primo episodio.

Oltre al dolore alle costole, l'EP si manifesta come segue:

- Mancanza di respiro, tachipnea
- Tosse, emottisi
- Disturbo del ritmo cardiaco
- Vertigini
- Ansia
- Sudore abbondante

Al primo segno di EP, è necessaria l'assistenza medica.

Quando non auto-medicare

Il dolore alla costola può essere indicativo di una qualsiasi delle dozzine di malattie e condizioni. A volte è difficile anche per un medico esperto capire le ragioni..

Se avverti dolore toracico inspiegabile, specialmente in combinazione con i sintomi allarmanti di cui sopra, assicurati di consultare uno specialista!

Konstantin Mokanov: Maestro di farmacia e traduttore medico professionista

Cosa fare se le costole inferiori fanno male su entrambi i lati della parte anteriore

Se le costole inferiori fanno male, sono necessarie misure diagnostiche. La maggior parte delle cause di disagio sono di origine patologica. Alcuni di loro rappresentano un pericolo immediato per la salute umana..

Cause del dolore alle costole

Sono noti molti motivi per cui le costole possono ferire. Per comodità, sono stati suddivisi in diversi gruppi:

  • Malattie del cuore e dell'apparato respiratorio.
  • Cambiamenti nelle strutture del sistema muscolo-scheletrico.
  • Processi oncologici.
  • Fattori fisiologici e psicosomatici.

Per ogni gruppo di motivi viene selezionato il trattamento, che presenta differenze fondamentali.

Malattie dell'apparato respiratorio e della pleura

Le patologie più comuni includono:

  • L'angina pectoris è un dolore pressante caratterizzato dal fatto che il cuore inizia a comprimersi. Può essere localizzato nella regione delle costole e dello sterno a sinistra. Il disagio è causato da una violazione della circolazione sanguigna nel muscolo cardiaco ed è un pericolo per la salute umana. La spremitura di solito inizia dopo uno stress fisico o emotivo. Compaiono palpitazioni, il cuore inizia a battere, che non viene osservato a riposo. Il colpo diventa irregolare, aritmico.
  • La pleurite è un'infiammazione primaria della pleura. Ha spesso origine infettiva ed è accompagnata da sensazioni dolorose, spesso localizzate dal basso, date al lato sinistro o destro.
  • La polmonite è un'infiammazione dei polmoni che all'inizio potrebbe non essere dolorosa. Il disagio nella regione delle costole appare quando la reazione infiammatoria si diffonde alla pleura.
  • Bronchite: danno alle pareti del tratto respiratorio inferiore, che spesso si verifica sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute, raffreddori. Le sensazioni dolorose sono sempre accompagnate da una tosse secca o umida. In questo caso, la parte inferiore del torace è spesso preoccupata. Gli uomini che fumano sviluppano anche la bronchite, che ha un decorso cronico..
  • La tubercolosi è una specifica infiammazione infettiva dei polmoni, che provoca la distruzione dei tessuti con formazione di cavità, dove si accumulano masse caseose, costituite da cellule morte e micobatterio tubercolosi. Il dolore alle costole su entrambi i lati quando viene premuto appare quando la patologia si diffonde alla pleura.

Le patologie dell'apparato respiratorio sono accompagnate dalla comparsa di tosse secca o umida, mancanza di respiro. Respira forte, fai un respiro profondo o espira, sospira, parla.

Cambiamenti nel sistema muscolo-scheletrico

Se le costole su entrambi i lati fanno male, la causa spesso risiede direttamente nelle ossa, legamenti, articolazioni o componenti cartilaginee dell'area del torace.

  • Lesioni posticipate: costole contuse con emorragia sottoperiostale, frattura di una o più ossa, anche dopo una caduta, un colpo è sempre accompagnato da sensazioni spiacevoli. Per una frattura costale, è sufficiente cadere dall'altezza della propria crescita. Dopo aver subito una lesione volumetrica, il dolore appare su entrambi i lati quando viene premuto. Quando si verifica una frattura, si avverte contemporaneamente uno "scricchiolio" o crepitio, causati dall'attrito dei frammenti ossei. È determinato dall'attenta palpazione delle ossa danneggiate. Se diverse costole sono rotte, la deformità del torace diventa evidente. Non è possibile toccare il sito della frattura, non è possibile premere sul tessuto, poiché la pressione provocherà lo spostamento dei frammenti.
  • L'osteocondrosi è una lesione degenerativa-distrofica delle strutture cartilaginee della colonna vertebrale nella regione toracica, accompagnata dalla compressione delle radici spinali nel punto di uscita dal canale della cresta. È accompagnato da dolore sul lato della lesione, che si diffonde lungo l'arco costale. Può dare al lato, al collo, all'ascella, alla scapola, alla spalla, al braccio, al palmo, le aree iniziano a tirare. Allo stesso tempo, appare l'intorpidimento della pelle, può ridurre i muscoli sul lato del processo patologico. Con la sconfitta della colonna vertebrale toracica inferiore, il disagio viene dato all'addome.
  • L'osteoporosi è una diminuzione patologica della forza del tessuto osseo, che spesso si verifica durante la menopausa nelle donne ed è causata da un cambiamento nel metabolismo sullo sfondo di una diminuzione del livello degli ormoni sessuali. Allo stesso tempo, i nervi periferici vengono compressi.
  • Artrosi delle articolazioni costali: il danno alle strutture cartilaginee porta alla deformazione dell'arco costale nello sterno, alla comparsa di sensazioni di dolore di varia gravità. Di solito inizia a far male dopo uno sforzo fisico, la sera. Sdraiarsi riduce il disagio.
  • La miosite e la nevralgia sono infiammazioni asettiche non infettive che colpiscono i nervi intercostali periferici e i muscoli. È accompagnato da una sensazione di formicolio o bruciore che peggiora durante l'inalazione. Con l'infiammazione muscolare, i crampi locali possono svilupparsi sotto forma di contrazioni.
  • Patologia autoimmune: l'infiammazione dei tessuti delle costole è causata dalla produzione "errata" di autoanticorpi da parte del sistema immunitario. La rigidità appare al mattino, è difficile per una persona alzarsi dal letto.
  • Condrite - infiammazione della cartilagine alla giunzione delle costole con lo sterno.
  • Cambiamenti congeniti nelle costole: il bambino nasce con deformazione delle strutture del sistema muscolo-scheletrico dal lato, provocata da vari fattori negativi.

Separatamente, si nota un danno ai nervi periferici, che si verifica con l'herpes zoster..

Una caratteristica del danno alle strutture del sistema muscolo-scheletrico è la comparsa o l'intensificazione del disagio durante un respiro profondo, tosse, starnuti, girandosi, inclinando il corpo o altri movimenti, camminando, correndo o facendo jogging. Durante la corsa, le sensazioni dolorose provocano anche mancanza di respiro, contro la quale le vie aeree possono contrarsi e restringersi.

Processi oncologici

La formazione di neoplasie maligne o benigne nell'area delle costole è quasi sempre accompagnata dalla comparsa di dolore.

  • Il condroma è un tumore benigno originato dalla cartilagine. Cresce a lungo, più di un anno. Le sensazioni dolorose compaiono quando si raggiungono grandi dimensioni o la violazione delle fibre nervose vicine.
  • L'osteoma è un tumore che cresce dal tessuto osseo. La crescita è accompagnata da deformità della costola e forte dolore che si intensifica durante la pressione, il tocco. È più spesso localizzato sul retro..
  • Il sarcoma è un tumore maligno aggressivo caratterizzato da rapida crescita, danno a tessuti ravvicinati, metastasi con formazione di neoplasie "figlie" a distanza. La sconfitta delle costole è accompagnata da un forte dolore che non può essere fermato con l'aiuto di analgesici non narcotici. A volte la pelle può bruciare, pungere, "bruciare" quando le fibre nervose sono danneggiate. Il disagio provoca il tatto.
  • Metastasi alle costole da altri tumori - spesso la costola sotto il seno fa male a causa dello sviluppo del cancro al seno nelle donne.

La maggior parte dei processi oncologici è caratterizzata dalla comparsa di forti dolori. Nelle ultime fasi dello sviluppo di un tumore maligno, si nota l'intossicazione del corpo, causata dall'avvelenamento con i prodotti di scarto delle cellule tumorali.

Fattori fisiologici e psicosomatici

Nelle donne in gravidanza, il dolore alle costole provoca lo spostamento degli organi interni da un utero allargato nelle fasi successive. Allo stesso tempo, si nota l'incoerenza del disagio, così come la sua scomparsa indipendente dopo il parto..

La causa psicosomatica è caratterizzata dalla comparsa del dolore senza lo sviluppo della malattia. Si manifesta negli adolescenti, in particolare nelle ragazze, ed è provocato da forti esperienze emotive. In una ragazza, dopo la cessazione dell'esposizione al fattore traumatico, il dolore si interrompe lo stesso giorno.

Caratteristiche dei sintomi

Per sospettare la causa e scoprire perché le costole fanno male su entrambi i lati davanti o dietro, è necessario prestare attenzione a diverse caratteristiche cliniche:

  • Fa male quando viene premuto - un segno di un processo patologico diretto nelle costole o della loro lesione post-traumatica. Il disagio è più pronunciato al centro del danno.
  • Il disagio appare durante i giri del busto, i movimenti, la camminata o la corsa - un segno del probabile sviluppo di un processo patologico nelle strutture del sistema muscolo-scheletrico del torace.
  • Localizzazione del dolore al centro del torace davanti all'arco costale, a cui appartiene la cartilagine - un sintomo dello sviluppo di condrite o artrosi.
  • Dolore della pelle sulle costole sotto forma di sensazione di bruciore, che è accompagnata da prurito e si verifica con l'herpes zoster.
  • La comparsa o l'intensificazione del disagio dopo il sonno è un segno specifico di un processo autoimmune. Allo stesso tempo, la rigidità dei movimenti preoccupa, si ha la sensazione che il cerchio nella parte inferiore delle costole inizi ad "abbracciarsi e stringersi".
  • Un dolore acuto e intenso che persiste per un lungo periodo di tempo e non è alleviato da farmaci antinfiammatori non steroidei indica un possibile processo oncologico. Il dolore doloroso e sordo indica una patologia cronica delle strutture del sistema muscolo-scheletrico.
  • Il dolore è più pronunciato in basso ea destra, cosa che spesso si verifica con la patologia degli organi interni, inclusi fegato, vie biliari e stomaco. Allo stesso tempo, esiste una relazione di disagio con l'assunzione di cibo..
  • Il dolore appare nella parte superiore: danno ai polmoni con la diffusione del processo patologico al tessuto polmonare.
  • Il disagio è localizzato di fronte su entrambi i lati: un'alta probabilità di danni al cuore o al sistema respiratorio. Con la localizzazione del dolore alle spalle, c'è una patologia della colonna vertebrale.
  • Formicolio - può verificarsi principalmente con lo sviluppo di infiammazione asettica dei nervi periferici, pleura.

Sulla base delle caratteristiche delle manifestazioni cliniche, si può sospettare la natura della patologia. Per scoprire in modo affidabile il motivo, è necessario visualizzare le strutture.

Diagnostica e trattamento

Se una persona inizia ad ammalarsi, indipendentemente dalla natura, dall'intensità e dalla localizzazione del disagio nelle costole, è necessario consultare un medico.

La causa del dolore è influenzata dall'età e dal sesso della persona. Per determinare in modo affidabile il processo patologico, è necessario sottoporsi a diagnosi, inclusi i metodi per visualizzare le strutture del torace. Questi includono raggi X, tomografia computerizzata, risonanza magnetica per immagini, ultrasuoni. I risultati vengono valutati su immagini speciali.

Sulla base dei risultati della diagnostica, viene prescritto un trattamento conservativo o un intervento chirurgico per aiutare a sbarazzarsi del disagio. Puoi essere curato con farmaci a casa. In questo caso, il paziente deve mangiare correttamente e seguire gli appuntamenti medici in modo disciplinato. I pasti includono pasti leggeri per non mettere a dura prova l'intestino.

La chirurgia invasiva viene eseguita in un reparto specializzato. Quindi il paziente è in ospedale per un'altra settimana per curare le ferite postoperatorie, su cui viene applicata una medicazione antisettica. Per la riabilitazione vengono prescritti esercizi di fisioterapia, incluso l'allenamento con esercizi speciali.

Come se qualcosa stesse interferendo nella parte destra sotto le costole

Nell'ipocondrio destro c'è il fegato, la ghiandola più grande del corpo. Qualsiasi disagio in quest'area indica che la funzionalità del sistema epatobiliare è compromessa.

La sensazione che qualcosa stia interferendo sotto la costola destra può indicare malattie come cirrosi, carcinoma epatocellulare, epatite grassa, epatite reattiva o cronica (di qualsiasi eziologia), ecc..

Ma il disagio al fianco può essere causato da altri motivi. Il disagio nell'ipocondrio è tipico delle malattie dello stomaco e dell'intestino, per le anomalie nel lavoro del sistema cardiovascolare. Considera quali malattie possono causare un sintomo e come trattarle.

Le principali cause di disagio nell'ipocondrio

Malattia del fegato

E se sembra esserci qualcosa di intralcio sotto la costola destra? Questa domanda viene spesso posta ai medici. Secondo gastroenterologi ed epatologi, qualsiasi disagio nell'ipocondrio destro con una probabilità del 96% si verifica a causa di una malattia del fegato.

Con deviazioni nel lavoro del sistema epatobiliare, la gravità del disagio può variare. Ad esempio, nella forma cronica dell'epatite, anche di un'eziologia virale, dopo aver mangiato e bevuto compaiono dolore, formicolio e una sensazione di presenza di un corpo estraneo nel lato, e dopo un po 'i sintomi semplicemente scompaiono. E, ad esempio, con la cirrosi, il dolore e altre sensazioni spiacevoli accompagnano costantemente una persona.

Quindi, possono portare ai segni sopra:

  1. La cirrosi è una patologia accompagnata dalla degenerazione delle cellule epatiche nel tessuto connettivo. Può svilupparsi in diversi scenari. Con la cirrosi, possono predominare i sintomi di aumento della pressione nel sistema venoso e possono prevalere i segni di compressione dei dotti biliari.
  2. Epatite, cioè un processo infiammatorio nel parenchima epatico. Può avere un'eziologia diversa. L'infiammazione può svilupparsi a causa dell'infezione da alcuni virus, alcolismo e uso di farmaci epatotossici. Succede che le patologie autoimmuni diventino la causa principale..
  3. Epatosi grassa. In caso di malattia, una quantità eccessiva di grasso si accumula negli epatociti, a seguito della quale si verifica la loro infiltrazione. Il decorso quasi asintomatico è caratteristico dell'epatosi. Solo occasionalmente una persona può sentire come se qualcosa interferisse con lui nell'ipocondrio. Possibile formicolio e lieve dolore.
  4. Il carcinoma epatocellulare è un cancro del fegato primario. A causa dell'aumento del tumore, una persona avverte che una sorta di corpo estraneo è apparso sul lato. Allo stesso tempo, il paziente soffre di colica biliare e forte dolore nell'ipocondrio. Il fegato aumenta di dimensioni, la sua struttura diventa densa. Il carcinoma epatocellulare è molto aggressivo, a volte inoperabile e spesso metastatizzato.
  5. La colecistite è un processo infiammatorio nella cistifellea. Esiste una forma di patologia calcolata e non calcolata. Nel primo caso, l'infiammazione è accompagnata dalla formazione di calcoli nella cistifellea e nel secondo non ci sono calcoli..
  6. Neoplasie benigne e cisti nel fegato e / o nella cistifellea.
  7. Elmintiasi epatica.

Disturbi cardiovascolari

Il cuore si trova nel petto. Ma questo non significa affatto che varie deviazioni nel lavoro del CVS causino disagio solo in quest'area. In effetti, quasi tutte le malattie cardiovascolari possono causare dolore e disagio nell'ipocondrio destro..

Tuttavia, ci sono un paio di sfumature significative. Nel caso in cui le anomalie nel lavoro del cuore diventassero le cause alla radice dei segni, i dolori sono accompagnati da un forte bruciore e aumento della sudorazione. Inoltre, con deviazioni nel lavoro del cuore, tachicardia o bradicardia, così come labilità della pressione sanguigna, si osservano in quasi il 100% dei casi. Con l'infarto del miocardio, il dolore nell'ipocondrio destro diventa un pugnale. Allo stesso tempo, una persona può perdere conoscenza..

Quanto segue può causare la sensazione della presenza di un corpo estraneo nel lato:

  • Cardiopatia ischemica - una condizione accompagnata da una violazione dell'afflusso di sangue al miocardio a causa di danni alle arterie coronarie.
  • Malattia ipertonica. È caratterizzato da ipertensione..
  • Infarto miocardico. Forma IHD caratterizzata da grave necrosi ischemica.
  • Aritmia.
  • Cardiopatia infiammatoria - endocardite, miocardite, pericardite.
  • Cardiopatia.
  • Aterosclerosi o cardiosclerosi vascolare.
  • Insufficienza cardiaca e asma.

Malattie del tratto gastrointestinale

Se una persona ha la sensazione che qualcosa sembra essere d'intralcio sotto le costole a destra, allora forse ha qualche malattia del tratto gastrointestinale. Con loro, disagio, coliche e dolore si estendono anche alla regione addominale, all'ipocondrio sinistro, al basso addome.

Le patologie gastrointestinali si manifestano come diarrea, stitichezza, gonfiore, flatulenza, eruttazione acida, sensazione di pesantezza all'addome dopo aver mangiato cibi ipercalorici, vomito e nausea.

I principali provocatori di dolore e disagio nel fianco sono:

  1. Morbo di Crohn.
  2. Gastrite con acidità alta o bassa.
  3. Dysbacteriosis.
  4. Stomaco e ulcera duodenale.
  5. Tumori maligni o benigni nel colon, nello stomaco, nell'intestino tenue e nel colon sigmoideo.
  6. Polipi allo stomaco.
  7. Gastroduodenite.
  8. Sindrome dell'intestino irritabile.
  9. La malattia di Whipple.
  10. Sanguinamento gastrointestinale.

Gravidanza

La causa più innocua di un sintomo è la gravidanza. Nelle prime fasi, quando il feto si sta appena formando, una donna può avere la sensazione che nell'ipocondrio e nell'addome, che è in movimento, sia presente una neoplasia o un corpo estraneo.

La strana sensazione si intensifica se una donna è incline a stare seduta a lungo o ad essere in un'altra posizione statica a causa di attività professionali. Allo stesso tempo, si possono osservare dolore nella regione addominale e le prime manifestazioni di tossicosi sotto forma di nausea, vomito, labilità dell'umore, mal di testa e vertigini.

Quali sintomi concomitanti sono caratteristici delle patologie epatiche?

Le ragioni principali della sensazione della presenza di un corpo estraneo nell'ipocondrio sono le malattie del sistema epatobiliare. Sono caratterizzati da dolore nella parte destra, che può essere di diversa intensità, come notato sopra..

Ma il dolore non è tutto. Quasi tutte le patologie del fegato e della cistifellea sono accompagnate da sindrome ittero. Questa non è una malattia separata, ma solo un sintomo. Come suggerisce il nome, con questa sindrome, la pelle acquisisce una tinta gialla. Innanzitutto, le mucose vengono modificate. Inoltre, la sclera dell'occhio può diventare gialla..

L'ittero si sviluppa quando una sostanza tossica chiamata bilirubina entra nel flusso sanguigno. Se una persona è sana, la bilirubina viene neutralizzata dal fegato. Ma con le deviazioni, la capacità di filtrazione dell'organo viene disturbata e il pigmento biliare tossico entra nel sistema circolatorio. Allo stesso tempo, c'è una maggiore attività degli enzimi epatici: AST, ALT, fosfatasi alcalina, GGT.

  • Ci sono disturbi dispeptici. Dopo aver mangiato, lo stomaco inizia a "gonfiarsi" e far male. Inoltre, si osservano flatulenza, nausea, a volte vomito, diarrea e costipazione. Il colore delle feci cambia: diventa scolorito. Il dolore può "dare" all'ipocondrio sinistro se la milza è coinvolta nel processo infiammatorio.
  • Compaiono disturbi asenovegetativi, vale a dire aumento della stanchezza, irritabilità, dolori muscolari, apatia e malumore. Sono possibili condizioni depressive.
  • Il fluido può accumularsi nell'addome. Questa condizione è chiamata ascite ed è caratteristica della cirrosi e del carcinoma epatocellulare..
  • La temperatura corporea aumenta. Con l'epatite, aumenta leggermente e con la cirrosi e la colecistite acuta può raggiungere anche i 40 gradi.
  • Compaiono prurito, eruzione cutanea, aree di iperemia. Nelle fasi successive della progressione della cirrosi, la posizione del paziente è aggravata: ha atrofia dei muscoli e degli arti, la sensibilità tattile e termica è compromessa.
  • Gli xantomi compaiono sulle palpebre.

Nelle malattie del sistema epatobiliare possono verificarsi anche tachicardia, diminuzione della pressione sanguigna, aumento del sanguinamento delle gengive, vene varicose del retto, atrofia testicolare, debolezza sessuale e persino irregolarità mestruali.

Misure diagnostiche e terapeutiche

Se il paziente sente di avere una sorta di corpo estraneo nell'ipocondrio, dovrebbe prima consultare un gastroenterologo. Alle donne viene anche mostrato un consulto con un ginecologo. Per escludere la possibilità di gravidanza, è necessario eseguire un esame del sangue per l'hCG.

Se si sospetta una patologia CVS, vengono visualizzati ECG, ecografia Doppler vascolare, MRI, monitoraggio Holter, profilo lipidico. Se ci sono segni di patologie del tratto gastrointestinale, EGDS, ecografia gastrica, sigmoidoscopia, esame delle feci e delle urine, sono prescritti esami del sangue generali.

Le malattie del sistema epatobiliare richiedono una diagnosi differenziale. Analisi PCR prescritta per marker di epatite, studio ELISA, analisi del sangue biochimico, ecografia o risonanza magnetica del fegato e della cistifellea, intubazione duodenale.

  1. Le malattie CVS sono trattate in modo conservativo (vengono prescritti farmaci antipertensivi, glicosidi cardiaci, farmaci antiaritmici, sedativi) o chirurgicamente.
  2. Le patologie del tratto gastrointestinale possono essere eliminate mediante terapia dietetica, utilizzando vari farmaci (assorbenti, enzimi, probiotici, prebiotici, inibitori della pompa protonica), e in alcuni casi, ad esempio, in presenza di tumori, cisti o polipi, è indicato l'intervento.
  3. Le deviazioni nel lavoro del sistema epatobiliare possono essere livellate in modo conservativo. Abbiamo bisogno di una dieta, epatoprotettori, a volte farmaci antivirali, enzimi, attività fisica, farmaci coleretici. La cirrosi e la colecistite calcarea sono talvolta trattate con un intervento chirurgico.

In caso di malattie del fegato, si raccomanda inoltre di proteggere il paziente dal fumo e dalle bevande alcoliche, poiché l'etanolo ei componenti delle sigarette interrompono la funzione di disintossicazione dell'organo e hanno un cattivo effetto sui processi rigenerativi locali.

Cause di dolore al plesso solare: gastrite, pancreatite

28 dicembre 2019, 16:58 ["Argomenti della settimana"]

Molte persone sono consapevoli di dolori spiacevoli, costrizione al petto. Ma non tutti sanno da dove provengono i sintomi e come affrontarli. Un dolore acuto e tirante tra le costole indica la comparsa di infiammazione del plesso solare. In futuro, il problema potrebbe trasformarsi in malattie.

Diamo un'occhiata a cosa c'è sopra lo stomaco e perché fa così male al centro, alle costole, davanti?

Il plesso solare è un grande nodo nervoso al centro del torace. Situato nella parte superiore dell'addome. Avere molte terminazioni nervose: il dolore si manifesta per diversi motivi. Inoltre, le terminazioni nervose del plesso solare trasmettono segnali in tutto il corpo. Ecco perché il dolore acuto può sparare ovunque e il centro delle sensazioni sarà il plesso solare..

Per capire, per aiutare a risolvere il problema del dolore all'addome, tra le costole, nel mezzo, devi scoprire la fonte della sua manifestazione.

In questo articolo ti diremo:

  • Qual è la natura del dolore?
  • Quali sono le cause del dolore nel plesso delle costole?
  • Malattie come insorgenti.
  • Cosa trattare e chi contattare?

Per te, forniremo raccomandazioni dettagliate dai principali neurologi. Ti aiuteranno ad affrontare e fare prevenzione se hai dolore sotto le costole, nel mezzo, nella fossetta.

La natura del dolore

Prima di identificare le caratteristiche del dolore, devi scoprire:

  • A che ora del giorno si manifesta?
  • Dove fa esattamente male e come?
  • Cosa è stato fatto prima che il dolore si manifestasse sotto il diaframma, nel mezzo?
  • Sei stato ferito o soffri di malattie acute persistenti?

Ora esaminiamo ciascuno dei punti..

  • Dolore tra le costole sottostanti - risentimento del plesso solare. Possono venire da te in qualsiasi momento della giornata. Secondo le statistiche, il dolore si manifesta la sera o durante il sonno.

Perché sta succedendo?

Eseguiamo un gran numero di azioni durante il giorno. Lavoro, bambini, vita di tutti i giorni: prendi forza e MODO. Dieta interrotta, sonno, carichi impropri su possibili allenamenti: tutte queste sono le campane che il corpo presto fallirà. Un'alimentazione errata si unisce al regime: è questo che, molto spesso, porta le persone al dolore acuto. Cibo grasso, fritto, pesante e piccante per la cena - infiamma l'intero sistema digestivo. Di conseguenza, fa male tra le costole, al centro, nella parte anteriore durante la compressione.

  • La natura del dolore dipende dalle malattie che hanno causato il malfunzionamento del plesso solare. Molto spesso appaiono come: acuti, pressanti, affilati, brucianti, tiranti.

Diviso in: cronico e permanente / locale e spasmodico. Il dolore cronico è costante, grave e non scompare da solo. Si sviluppano in gravi malattie dell'apparato digerente e possono portare a problemi cardiaci..

  • Devi scoprire, ricordare, indicare cosa hai fatto prima della manifestazione dei disturbi.

Allenamenti serali pesanti. Per molti, non è un segreto che l'allenamento con i pesi in palestra sia la causa delle lesioni muscolari. Ma fare esercizio dopo il lavoro, portare pesanti bilancieri e accovacciarsi ostinatamente dopo le 21.00 - non solo le strutture muscolari sono tese, ma anche le terminazioni nervose. Di conseguenza: un fallimento nei sistemi del corpo, problemi di sonno, routine quotidiana generale disturbata, bruciore sotto le costole, al centro, incapacità di addormentarsi.

Pasti per la notte. Immagina che il tuo corpo sia già pronto per dormire, tutto il suo lavoro stia rallentando, il metabolismo stia per ritirarsi. E gli offri un pezzo di maiale grasso con patatine fritte. Poi vai a dormire. E tutti i sistemi stanno cercando di digerire ciò che mangiano. Di conseguenza, il cibo ristagna, il succo gastrico non può far fronte ai volumi. La digestione non è più nello stress lavorativo, ma in quello nervoso. Con tali azioni, c'è una sensazione di bruciore, nitidezza, cottura al forno, crampi, dolore appena sopra lo stomaco.

Lo stress è la causa principale di tutte le nostre malattie. A causa sua, il corpo è costantemente sotto stress. Il dolore può apparire ovunque, di natura completamente diversa. Portarti a debolezza, esaurimento emotivo, malattie neurologiche, digestione, cuore.

  • Lesioni, malattie croniche. Una delle cause più comuni nell'area del plesso solare. Dopo aver ricevuto un colpo tra le costole, il nodo nervoso più grande si infiammerà bruscamente e darà una risposta, come un dolore acuto e grave. Un colpo inferto con grande sforzo provocherà nausea, bruciore, vertigini. In casi di tali azioni, è necessario aiutare la vittima a raddrizzarsi e, ancora meglio, adagiarla sulla schiena in una posizione uniforme.

Le principali cause di dolore al plesso solare

Gli esperti condividono due categorie di dolore nel plesso solare.

Il primo tipo sono le cause causate dal trauma. La sconfitta del plesso stesso dalle influenze fisiche.

Il secondo tipo è la malattia. Gli organi che non funzionano correttamente nel tuo corpo possono riflettere il dolore al plesso solare.

Fattori / cause di occorrenza:

  • Fumo, alcol - in grandi quantità.
  • Attività fisica estrema.
  • Malattie croniche, acute degli organi.
  • Nutrizione impropria.
  • Stile di vita inattivo.
  • Stress costante.
  • Trauma fisico e psicologico.
  • Non dimenticare che il plesso solare è un enorme groviglio di nervi e il sistema nervoso svolge uno dei ruoli più importanti nel funzionamento equilibrato di tutti i sistemi..

Dolore al plesso solare come causa di varie malattie

Il plesso solare è il centro del nostro corpo. Si trova al centro sotto il diaframma. Accanto a lui ci sono: organi respiratori, un piccolo cerchio di circolazione sanguigna, organi digestivi. Qualsiasi malattia acuta di almeno uno dei sistemi porterà a danni al plesso solare, incluso.

Si consiglia, prima di tutto, di consultare un medico professionista. Poiché solo loro, con l'aiuto della tecnologia medica, analisi speciali, possono scoprire la causa e prescrivere un trattamento individuale.

Abbiamo appreso le 5 malattie più comuni che possono causare dolore al plesso solare..

  • La neurite è una malattia diretta del plesso solare. Con la neurite, si verifica il processo di infiammazione delle terminazioni nervose. Il dolore si manifesterà indipendentemente dall'ora del giorno.

Caratteristica del dolore: acuta, improvvisa / acuta, aggravata da un cambiamento di posizione. Si sente nell'addome, dà allo stomaco, alla parte bassa della schiena e ai fianchi.

Fattori che hanno influenzato l'evento: duro allenamento sportivo, infezioni, lesioni, stress, stile di vita sedentario.

Cosa fare: la prima cosa da fare è assumere la posizione dell'embrione. Successivamente, dovresti consultare un medico, che prescriverà i farmaci, dopo aver controllato tutti gli organi.

  • Solarite: danno alla maggior parte delle terminazioni nervose, nodi del sistema nervoso, che si trovano vicino al plesso solare. Il dolore apparirà sotto forma di convulsioni e spasmi.

Caratteristico: dolore sordo e tirante nell'addome, tra le costole nel mezzo.

I sintomi compaiono e persistono per un lungo periodo se non trattati.

Fattori: malattie croniche dell'apparato digerente, ulcere.

Cosa fare: i medici prescrivono un trattamento che eliminerà una fonte di irritazione precedentemente nota utilizzando farmaci antinfiammatori.

  • La pancreatite è una malattia del pancreas. Si trova vicino al plesso solare, che porta al dolore spasmodico.

Caratteristiche del dolore: puntiformi, tagli, nausea, vomito, spasmi, diarrea.

Fattori: dieta malsana, routine quotidiana disturbata, assunzione frequente di alcol.

Cosa fare: la pancreatite è una delle malattie più pericolose. Il trattamento dovrebbe essere immediato. Vengono prescritti dieta e farmaci.

  • La gastrite è una malattia cronica e acuta delle pareti dello stomaco. Quasi ogni terza persona sulla terra ce l'ha. Si manifesta in tenera età nei bambini.

Caratteristica del dolore: bruciore, dolore dopo aver mangiato, formicolio.

Fattori: dieta malsana, assunzione di cibi grassi e piccanti, cattive abitudini, cattive condizioni di lavoro, farmaci a lungo termine.

Cosa fare: consultare un medico, seguire una dieta che includa cibo leggero e delicato. Attenersi alle raccomandazioni del medico, fare sport.

  • L'ulcera duodenale è una malattia del duodeno. Si manifesta come debolezza, affaticamento, attacchi di vomito.

Caratteristica del dolore: tirando, dolore doloroso nella zona dello stomaco. Si verifica più spesso di notte. Non si manifesta in forma permanente.

Fattori: contrarre un'infezione, sciopero della fame, diete rigorose.

Cosa fare: i medici prescrivono ecografia generale, ecografia del plesso solare, farmaci antinfiammatori, dieta equilibrata.

Per il dolore nell'area del plesso solare, prima di tutto, devi scoprire la fonte. Certo, fallo con l'aiuto di specialisti. Sapendo da dove proviene il dolore, ti aiuteranno a risolvere questo problema. Queste malattie vengono curate da: neurologi, gastroenterologi, terapisti.

Non dovresti farti prendere dal panico, ma è necessario pensare e ripensare alla tua alimentazione, collegare l'attività fisica. Dopotutto, solo il lavoro armonioso degli organi ti porterà alla longevità e alla felicità..

Sostienici - l'unica fonte di ragione in questo momento difficile