Principale

Cifosi

Sindrome muscolo-tonica

Al momento, la sindrome muscolo-tonica viene diagnosticata in un gran numero di persone che soffrono di malattie della colonna vertebrale. Una sintomatologia così spiacevole è una tensione muscolare abbastanza stabile ea lungo termine, che contribuisce alla formazione di sigilli speciali, che sono estremamente dolorosi da premere e toccare. In determinate situazioni, la condizione sarà la norma ed è associata a un intenso stress sui muscoli, ma a volte il disagio indica patologie gravi che richiedono un trattamento appropriato.

Cosa è

La sindrome muscolo-tonica è uno spasmo muscolare riflesso associato a malattie della colonna vertebrale, principalmente osteocondrosi. Quando vengono diagnosticati curvatura e cambiamenti degenerativi nella colonna vertebrale, le fibre nervose vengono pizzicate, il che provoca contrazioni muscolari involontarie, diventano tese e dolorose.

La condizione si verifica quando ci sono difficoltà con la colonna vertebrale, nonché con un sovraccarico significativo. Ad esempio, quando una persona conduce lezioni in palestra, non tenendo conto della sua preparazione e sovraccaricando i muscoli. Questo accade quando si trasportano pesi per un lungo periodo di tempo. In questa situazione, il flusso sanguigno è disturbato a causa della costante tensione muscolare e si verifica gonfiore, che peggiora il benessere.

Quando riappare lo spasmo muscolare, la condizione si trasformerà in una patologia pericolosa, poiché i tessuti non riceveranno la nutrizione necessaria, si verificherà atrofia.

Le ragioni

Prima di iniziare a trattare la sindrome muscolo-tonica, è necessario identificare i fattori provocatori della sua comparsa. Va tenuto presente che la patologia (ad esempio, dovuta a depressione, situazioni stressanti) all'interno del corpo interromperà la regolazione del tono muscolare nella regione cervicale, nei muscoli facciali e della testa. Pertanto, si formano sensazioni dolorose nella testa della tensione. I sintomi spiacevoli compaiono con le seguenti malattie:

  • osteocondrosi;
  • spondilosi (crescita simile a una colonna vertebrale del tessuto osseo nelle vertebre);
  • protrusione o ernia intervertebrale;
  • artrosi delle articolazioni;
  • spondilite anchilosante o spondilite anchilosante;
  • malfunzionamenti nel funzionamento delle faccette articolari;
  • sindrome miofascerale;
  • traumatismo delle vertebre cervicali;
  • osteomielite, meningite, emorragia, ascesso.

Spesso questa condizione si manifesta dopo un carico intenso, in particolare con una prolungata tensione muscolare statica. Il posizionamento improprio del corpo a causa della curvatura della colonna vertebrale o della debolezza muscolare nella schiena porta a un lavoro eccessivo. I muscoli sono tesi, non possono rilassarsi, quindi il deflusso del sangue venoso verrà interrotto.

Tipi di sindrome

Tenendo conto del luogo di concentrazione del dolore, si distinguono i seguenti tipi di sindrome muscolo-tonica:

  • La parete anteriore del torace. È caratterizzato dalla simulazione di sensazioni dolorose durante l'angina pectoris. La differenza dall'angina stessa sarà l'assenza di cambiamenti nel cardiogramma. Il disagio diminuisce durante la guida.
  • Muscolo scaleno anteriore. Si nota da un aumento del tono del muscolo scaleno, a volte si forma una sindrome del tunnel. In questa condizione, il fascio neurovascolare è irritato e l'innervazione nel nervo ulnare è disturbata. Le sensazioni dolorose si intensificano durante la rotazione e l'estensione della testa. Un lato è spesso colpito.
  • Muscolo obliquo inferiore della testa. È notato da sensazioni spiacevoli nella parte posteriore della testa dal lato del muscolo spasmodico. Aumentato durante la rotazione della testa.
  • Muscolo pettorale minore. È caratterizzato da un'eccessiva abduzione della spalla e spostamento verso le costole. Di conseguenza, il plesso della spalla e dell'arteria verranno compressi, il che provocherà interruzioni nel flusso sanguigno e innervazione della mano..
  • Sindrome del piriforme. È caratterizzato dalla compressione del nervo sciatico da parte del muscolo rotante della coscia. Il disagio in questa condizione è simile alle sensazioni dolorose durante la sciatica. In alcuni casi, si forma intorpidimento nella gamba.
  • Il muscolo ileopsoas. È caratterizzato dalla presenza di alterazioni degenerative nella colonna lombare e blocchi muscolari nelle regioni toracica e lombare. A volte associato a malattie che colpiscono la cavità addominale e il bacino.
  • Sindrome della costola scapolare. È caratterizzato da sensazioni dolorose nella parte superiore della zona scapolare, scricchiolii e diminuzione dell'attività motoria. Formato a seguito di cambiamenti degenerativi nel rachide cervicale.
  • Sindrome del muscolo che tira la fascia lata della coscia. È caratterizzato dalla presenza di disturbi degenerativi nella parte bassa della schiena. Si manifesta in modo riflessivo, a seguito di malattie dell'articolazione dell'anca o cambiamenti nelle articolazioni sacro-iliache.
  • Spasmo convulsivo nei muscoli del polpaccio. Dura 5-10 secondi o 5 minuti. La rapida flessione del piede può provocare la condizione..
  • Spasmo convulsivo alla schiena. Si nota principalmente al centro della schiena. Può essere di durata diversa. I punti trigger sono spesso identificati nei muscoli estensori dorsali.

Leggi anche - Cosa provoca lo sviluppo della sindrome vertebrale e come trattarla?

  • Lombodinia con sindrome muscolo-tonica. È caratterizzato da sensazioni dolorose subacute o croniche nella colonna lombare. Si forma come risultato del pizzicamento delle terminazioni nervose nel midollo spinale durante il processo di inclinazione, sollevamento pesi, traumatismi, ecc. Si manifesta sia a destra che a sinistra.
  • Cervicalgia con sindrome muscolo-tonica. È notato da disagio nella colonna cervicale, associato a mobilità limitata nel collo, sensazioni dolorose e spasmi muscolari. In alcuni casi compaiono vertigini e disturbi visivi. La malattia si sviluppa spesso all'improvviso. Nell'infanzia, la sindrome non è praticamente osservata.

Ciascuno dei suddetti tipi di violazione ha le sue caratteristiche caratteristiche, tuttavia, nella maggior parte delle situazioni, la patologia è associata a un dolore doloroso, che si diffonde a vaste aree..

Sintomi

La sindrome muscolo-tonica è caratterizzata da dolori dolorosi che compaiono in varie parti della colonna vertebrale. I muscoli della schiena sono grandi, quindi il disagio si diffonde su ampie aree. Si osservano disturbi del sonno, poiché lo spasmo muscolare impedisce il rilassamento. È estremamente raro che un paziente sia in grado di determinare in modo indipendente il luogo in cui si è verificato il disagio. È così debilitante che interferisce con il sonno notturno. Inoltre, la sindrome muscolo-tonica ha le seguenti manifestazioni:

  • Sensazioni dolorose dolorose coprono praticamente l'intera schiena, irradiandosi al braccio e alla coscia. Il disagio aumenta nel processo di esecuzione dei movimenti quotidiani. Di conseguenza, si forma un gran numero di disturbi: insonnia, perdita di appetito, intorpidimento degli arti e malessere generale. Sensazioni dolorose prolungate esauriscono il paziente, compaiono irritabilità e apatia.
  • Il flusso sanguigno è disturbato e l'ipossia appare negli organi vicini.
  • La parte posteriore della testa diventa insensibile.
  • Le mani si raffreddano.
  • Appare il mal di testa.
  • Ronzio nelle orecchie.
  • Debolezza agli arti.

La tensione muscolare tonica si manifesta anche con l'accorciamento e l'ispessimento dei muscoli. I punti trigger iniziano ad accumulare sali di calcio: il funzionamento dei muscoli verrà interrotto e l'attività motoria della schiena sarà limitata.

Diagnostica

L'individuazione della sindrome muscolo-tonica comporta l'instaurazione della patologia sottostante, che è diventata la causa principale della formazione del dolore spastico, la sede del danno e la profondità dei disturbi. Sono in corso i seguenti studi:

  • Viene studiata la storia della malattia, i reclami del paziente (la durata del dolore, la loro gravità, la natura del disagio, la relazione con la mobilità o altri fattori provocatori).
  • Viene valutato lo stato neurologico. Vengono studiate la condizione muscolare, la presenza di aree spasmodiche o punti dolenti, l'attività motoria dei segmenti della colonna vertebrale.
  • Radiografia della colonna vertebrale. Consente di stabilire cambiamenti pronunciati di natura degenerativa (nel tessuto osseo).
  • RM e TC. Questi metodi diagnostici sono necessari per visualizzare i cambiamenti degenerativi nei tessuti molli (ernia del disco, protrusione, compressione nelle strutture neurali)
  • EMG. La diagnostica consente di stabilire la gravità della violazione della conduzione nervosa e muscolare.

Con un esame tempestivo e l'istituzione della causa principale del processo patologico, è possibile fermare il dolore nel più breve tempo possibile.

Trattamento

La terapia durante la sindrome muscolo-tonica è principalmente finalizzata all'eliminazione della patologia sottostante che ha causato lo spasmo muscolare. Tuttavia, l'eliminazione dello spasmo porta spesso a dinamiche positive e alla malattia stessa. Inoltre, uno spasmo prolungato porta alla formazione di un circolo vizioso patologico. A questo proposito, il compito del paziente sarà quello di consultare uno specialista nel più breve tempo possibile e liberarsi degli spasmi muscolari. Si raccomandano le seguenti misure terapeutiche:

  • Uso di prodotti ortopedici. Indossare un corsetto (nella regione lombare) o un collare Shants per alleviare le aree corrispondenti della colonna vertebrale.
  • Terapia farmacologica. Per ridurre lo spasmo muscolare, puoi usare farmaci che aiutano a ridurre il dolore e alleviare l'infiammazione..
  • Massaggio e terapia manuale. Tali tecniche terapeutiche consentono di normalizzare il tono muscolare e la mobilità dei segmenti spinali. Questo elimina la causa del disagio..
  • Agopuntura. Un metodo di terapia ottimamente provato per il processo patologico in questione. Aiuta a ridurre la quantità di farmaci utilizzati, normalizza la conduzione nervosa e allevia il dolore.
  • Procedure di fisioterapia. Queste procedure consentono di ridurre il gonfiore nei tessuti e migliorare il flusso sanguigno, ridurre il disagio.
  • Terapia fisica. Dopo aver ridotto il dolore, gli esercizi terapeutici aiuteranno a normalizzare il tono muscolare e diventare una misura preventiva per gli spasmi.

È estremamente importante durante la terapia cambiare radicalmente il solito modo di vivere. È necessario aggiungere più dinamiche ai carichi statici giornalieri.

In alcune situazioni, quando la sindrome muscolo-tonica è provocata da malattie complesse della colonna vertebrale, ad esempio le ernie intervertebrali, al paziente può essere offerto un intervento chirurgico. La correzione viene eseguita mediante plastiche laser dei dischi.

Prima di iniziare la terapia, è necessario consultare uno specialista che, sulla base dei dati diagnostici, selezionerà il trattamento appropriato.

Trattamento farmacologico

L'aiuto iniziale, quando è presente la sindrome muscolo-tonica, sarà l'anestesia in condizioni stazionarie attraverso i FANS: iniezioni, compresse, unguenti, gel. In situazioni gravi, i corticosteroidi vengono utilizzati su base individuale. La terapia farmacologica viene eseguita con i seguenti acidi:

  • salicilati (Aspirina);
  • pirazolidine (fenilbutazone);
  • derivati ​​dell'acido fenilacetico (Diclofenac);
  • derivati ​​dell'acido indolacetico (indometacina);
  • oxicam (Meloxicam, Piroxicam);
  • derivati ​​dell'acido prolionico (ketoprofene o ibuprofene).

Con l'aiuto di Flurbiprofene, la febbre, l'infiammazione, le sensazioni dolorose vengono eliminate. Midocalm, Sirdalud, Voltaren contrastano lo spasmo muscolare e il disagio. Questi farmaci sono ampiamente disponibili, ma hanno gravi effetti collaterali..

Movalis, Tenoctil, Ksefokam hanno il maggior potenziale di sicurezza.

Metodi aggiuntivi

Per facilitare il benessere del paziente, in combinazione con l'assunzione di farmaci, vengono utilizzati metodi ausiliari per eliminare immediatamente il dolore. Sono selezionati tenendo conto del benessere del paziente, del riscontro di spasmi e dei fattori che hanno provocato la patologia.

L'uso di vari tipi di dispositivi ortopedici (collare Shants per immobilizzare la colonna cervicale, corsetti e ortesi) aiuterà a prevenire sensazioni dolorose durante il movimento. Durante il sonno si consiglia di utilizzare materassi e cuscini speciali. Aiuta ad eliminare il carico muscolare, riducendo il disagio.

La fisioterapia sarà efficace. L'agopuntura aiuta a migliorare la conduzione nervosa, con conseguente minor disagio. A volte vengono prescritte procedure per migliorare il flusso sanguigno e normalizzare il deflusso del sangue venoso (elettroforesi, magnetoterapia, terapia ad onde d'urto, ultrasuoni).

Quando il disagio è diminuito, viene prescritto un massaggio o un trattamento manuale. Contribuiscono al miglioramento del funzionamento muscolare e al ritorno dell'attività motoria al paziente. Nella fase finale della terapia, dopo l'eliminazione finale del disagio, è necessario mantenere il tono muscolare. A tale scopo vengono eseguiti esercizi di ginnastica terapeutica. Formazione speciale per prevenire il re-spasmo.

Terapia tradizionale

Le medicine tradizionali usate per eliminare la malattia aiutano ad alleviare il dolore, ma la causa principale della patologia non viene rimossa. Per migliorare il benessere del paziente è possibile utilizzare le seguenti ricette:

  • Strofinando con succo di aloe. L'area interessata viene massaggiata tre volte al giorno.
  • Applicazioni con foglie di rafano. Le foglie fresche vengono lavate, asciugate, quindi leggermente versate con acqua bollente. Applicato sulla regione lombare e avvolto con uno scialle o una sciarpa di lana. Si consiglia di eseguire tali applicazioni prima di coricarsi..
  • Strofinando con grasso di maiale. Sono caratterizzati da un'azione riscaldante. Dopo lo sfregamento, si consiglia di avvolgere la regione lombare con una sciarpa di lana.
  • Applicazioni ozokerite. La cera riscaldata, ma non calda, viene applicata sulla parte bassa della schiena e avvolta in una coperta finché non si raffredda completamente. Una procedura simile viene eseguita una volta al giorno per 10 giorni. Ma le procedure termiche sono vietate per i pazienti con malattie infiammatorie e neoplasie maligne localizzate nella piccola pelvi o nella cavità addominale.

Indipendentemente dal rimedio scelto per il trattamento, dovrebbe essere usato solo nella terapia complessa dopo aver consultato uno specialista. Va tenuto presente che la medicina tradizionale spesso non dà l'effetto atteso. Il disagio passerà, ma la patologia rimarrà, la deformità della colonna vertebrale continuerà. Proprio per questo motivo, dovresti consultare immediatamente un medico.

Prevenzione

Le misure preventive svolgono un ruolo importante nella prevenzione del processo patologico in esame. Un paziente che ha avuto una patologia simile almeno una volta dovrebbe sottoporsi a corsi di massaggio ogni anno. Il nuoto, gli esercizi di ginnastica che corrispondono agli indicatori di età saranno favorevoli. È necessario escludere lesioni e ipotermia.

Inoltre, è necessario rivedere la routine quotidiana, quando si lavora in ufficio, ci sono pause regolari. Si consiglia di dormire su un materasso e un cuscino speciali (non dovrebbe essere troppo alto). Inoltre, durante il giorno, è imperativo monitorare la propria postura..

La sindrome muscolo-tonica in qualsiasi situazione è più facile da prevenire che curare a lungo. A tal fine, il paziente deve essere attento alla sua salute, eliminare tempestivamente i problemi della colonna vertebrale e non ritardare la visita ai medici. Il massaggio avrà un effetto benefico sul benessere, rilassa i muscoli, aumenta l'attività fisica e rivede la dieta..

Come uscire dal circolo vizioso con la sindrome del tonico muscolare

La sindrome del tonico muscolare è una fedele compagna dell'osteocondrosi e delle malattie degenerative. Appare sotto forma di uno spasmo muscolare riflesso doloroso, come misura protettiva del corpo contro la compressione nervosa.

Le ragioni

La sindrome tonica appare a causa di un atterraggio irregolare, una postura scomoda che amiamo prendere in ufficio oa casa sul divano, nonché un grande carico statico: i muscoli sono in tensione da molto tempo cercando di riportare la schiena nella posizione corretta e, di conseguenza, inizia una violazione del deflusso venoso e l'aspetto edema.

I muscoli densi e spasmodici irritano ulteriormente le terminazioni nervose che si trovano all'interno, causando dolore. Di riflesso, a causa del forte dolore, aumenta lo spasmo muscolare. Il pericolo sta nel fatto che si tratta di un ciclo circolare chiuso, e con un'esposizione prolungata assume carattere patologico. Di conseguenza, una violazione della funzione e della struttura dei muscoli.
La sindrome tonica porta il paziente a uno stato depressivo a causa dell'incapacità di interrompere questo ciclo circolare. Lo spasmo muscolare dovrebbe essere percepito come una sorta di "bandiera" che segnala la presenza di una malattia alla schiena.

La natura della manifestazione - movimento limitato dell'area interessata - il corpo entra in una modalità di risparmio. Il compito principale con uno spasmo lungo o corto è alleviare la tensione muscolare in modo da non ottenere una condizione patologica.

Una caratteristica distintiva dello spasmo muscolare è la comparsa di punti trigger sotto forma di un sigillo che emette impulsi nervosi che portano allo spasmo muscolare.

Le cause sono anche:

  • ipotermia,
  • infiammazione,
  • sollevamento pesi
  • trauma.

Sintomi

La sindrome muscolo-tonica si manifesta con un dolore doloroso che si manifesta in qualsiasi parte della colonna vertebrale. I muscoli della schiena sono grandi, quindi il dolore si diffonde a vaste aree. Il sonno è disturbato: i muscoli spasmodici non ti permettono di rilassarti. Molto raramente, il paziente può determinare la posizione del dolore. Il dolore è così debilitante che è impossibile dormire la notte.

La sindrome muscolo-tonica del rachide cervicale ha le seguenti sindromi:

  • il dolore doloroso copre quasi tutta la schiena, si irradia fino al braccio e persino alla coscia. Il dolore aumenta con i movimenti quotidiani. Di conseguenza, ci sono molte anomalie: disturbi del sonno, diminuzione dell'appetito, intorpidimento degli arti e debolezza generale. Le sensazioni dolorose prolungate non sono attutite, esauriscono il paziente, c'è una sensazione di irritazione e apatia.
  • la sindrome tonica, a causa dello spasmo, porta all'interruzione dell'afflusso di sangue e alla carenza di ossigeno degli organi vicini, si manifesta come segue:
  • intorpidimento nella regione occipitale;
  • gli arti si raffreddano;
  • mal di testa;
  • rumore nelle orecchie;
  • debolezza nelle braccia.

La tensione muscolare tonica si manifesta con l'accorciamento e il rafforzamento dei muscoli. I punti trigger possono iniziare ad accumulare sali di calcio: le funzioni muscolari sono compromesse con una mobilità limitata della schiena.

Classificazione

La sindrome tonica è classificata come ipertonia da moderata a grave.

  1. Una moderata ipertonicità si manifesta con dolore con esposizione tattile e si avvertono le foche.
  2. Grave ipertonicità: le guarnizioni nelle fibre muscolari diventano estremamente dense, il contatto provoca un dolore insopportabile, che si intensifica quando si massaggia la parte interessata.

Inoltre, la sindrome tonica è divisa in:

  • locale (un muscolo) e diffuso (gruppo muscolare);
  • tipo regionale o generalizzato - flessori ed estensori;
  • complicato e non complicato: quando complicato, a differenza di non complicato, il dolore passa agli organi vicini.

Diagnostica

Secondo l'antica tradizione, visitiamo un medico in stato di "pressato", cioè già in uno stato di patologia. Dopo aver raccolto l'anamnesi, il medico esamina la colonna vertebrale e determina le aree colpite con la palpazione.

La risonanza magnetica e la radiografia sono utilizzate per la diagnostica hardware della sindrome muscolo-tonica dolorosa. In rari casi, il paziente viene indirizzato anche alla tomografia computerizzata.

Trattamento

Per il trattamento vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • trattamento con collari e corsetti ortopedici. Inoltre, i medici raccomandano l'acquisto e l'uso di materassi e cuscini ortopedici. Queste azioni mirano a ridurre lo spasmo e il dolore;
  • il trattamento farmacologico include l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei volti a ridurre lo spasmo e il dolore, ma dalla pratica medica, questo viene fatto raramente, è più efficace usare il blocco della novocaina. Un'iniezione di novocaina viene iniettata nell'area interessata, alleviando così le condizioni del paziente. Dopo il blocco, vengono prescritti glucocorticoidi - per ridurre il dolore;
  • il blocco della novocaina è un modo efficace per alleviare la sindrome del dolore;
  • massaggio e terapia manuale;
  • l'agopuntura - usata quando gli antidolorifici medicinali non portano l'effetto desiderato - attenua efficacemente il dolore e sviluppa la conduzione delle terminazioni nervose;
  • miorilassanti - usati per rilassare i muscoli, questi includono buoni rimedi: Mydocalm, Baclofen o Sirdalud;
  • procedure di fisioterapia - elettroforesi e trattamento con magneti - alleviano gonfiore e dolore, aumentano il flusso sanguigno;
  • complesso di terapia fisica - per rafforzare il corsetto muscolare.

Nomi dei muscoli tonici interessati

I muscoli tonici sono suddivisi nei seguenti tipi:

  • muscolo obliquo inferiore - disagio nella parte posteriore della testa quando si sposta la testa;
  • la parete anteriore del torace - sensazioni simili all'angina pectoris, che diminuiscono durante il movimento;
  • piccolo pettorale - debolezza muscolare e intorpidimento;
  • sindrome della costola scapolare - accompagnata da uno scricchiolio;
  • muscolo piriforme - intorpidimento. Sembra sciatica;
  • ampia fascia della coscia - diminuzione della sensibilità, intorpidimento. Il dolore appare in una posizione a gambe incrociate;
  • muscolo del polpaccio - dolore con flessione acuta degli arti;
  • muscolo ileopsoas - Dolore alla testa del femore;
  • estensori posteriori - spasmo lombare;
  • cervicalgia con sindrome muscolo-tonica - limitazione delle capacità motorie del collo, dolore, spasmi, vertigini e visione offuscata.


La sindrome tonica può essere completamente eliminata solo curando la fonte della malattia, quando durante il trattamento diventa più facile dopo aver assunto antidolorifici, non dovresti interrompere il corso del trattamento.
Per la prevenzione della malattia, non bisogna dimenticare la necessità di condurre uno stile di vita attivo, fare più passeggiate, mangiare correttamente ed equilibrato.

Sintomi della sindrome muscolo-tonica

Articoli di esperti medici

  • Fasi
  • Forme

Poiché i sintomi principali della sindrome muscolo-tonica sono una diminuzione del tono, in cui i muscoli diventano morbidi, cedevoli, la loro attività contrattile viene interrotta. Nelle prime fasi, si verifica semplicemente una disfunzione muscolare, in cui è difficile per una persona fare determinati movimenti, poiché l'area interessata non obbedisce, il muscolo non è in grado di contrarsi ed eseguire movimenti. Nelle fasi successive della sindrome muscolo-tonica, si verifica l'atonia muscolare completa, in cui il movimento è impossibile, a seguito della quale la capacità di movimento è compromessa, si sviluppa disabilità e movimento limitato.

Cervicalgia

È una violazione dello stato normale del rachide cervicale (colonna cervicale). Quindi, questa patologia può essere accompagnata da una diminuzione del tono muscolare, una violazione della normale posizione naturale delle vertebre. Spesso i fattori di accompagnamento sono la sindrome del dolore, che progredisce piuttosto rapidamente e si irradia a varie parti della colonna vertebrale e della schiena. Il dolore è particolarmente intenso nei muscoli paravertebrali; può irradiarsi anche alla parte bassa della schiena, glutei, muscoli sciatici, regione pelvica.

La natura del dolore può essere molto diversa da qualsiasi altro dolore. Abbastanza spesso si osserva dolore al tiro, che è particolarmente pronunciato quando si gira il collo, piegandosi di lato. Per molti, è un dolore sordo e doloroso al collo. Ma a volte si nota anche un dolore acuto e penetrante, che diverge dalla regione del collo lungo l'intera lunghezza del nervo vicino e si irradia allo sterno, alla clavicola e talvolta ai muscoli intercostali, lungo la colonna vertebrale.

Toracalgia

È una patologia della colonna vertebrale toracica, in cui c'è una diminuzione del tono muscolare di questa sezione (il sintomo principale). Allo stesso tempo, dolore, sensibilità ridotta, movimento limitato sono considerati altri sintomi di accompagnamento..

Nello sviluppo di questa patologia un ruolo importante è giocato non solo dalle cause immediate che provocano una diminuzione del tono, ma anche da fattori predisponenti, come uno stile di vita sedentario, una cattiva alimentazione, l'abuso di alcol, il fumo, lo stress emotivo.

Il rapido ritmo della vita moderna, numerosi stress neuropsichiatrici, hanno un effetto negativo sulla salute umana. La sovratensione risultante - stress, comporta vari disturbi fisiologici, che sono più pronunciati a livello della colonna vertebrale (psicosomatica). Sono queste violazioni in futuro che diventano la causa principale di tutte le ulteriori malattie, ulteriore diminuzione del tono, disabilità.

Dorsopatia

È una violazione del tono muscolare e della sensibilità delle superfici posteriori e laterali del corpo. La patologia è più intensamente espressa con paralisi unilaterale, asimmetrie, disturbi della vitalità. Può essere accompagnato da dolore, ridotta sensibilità muscolare generale, contratture articolari, rigidità muscolare e scheletrica.

Sciatica

È una lesione della colonna lombare, in cui anche il nervo sciatico è coinvolto nel processo infiammatorio. Si può anche notare pizzicamento del nervo sciatico da parte di tessuti infiammati ed edematosi. Ci possono essere molte ragioni. Ma non si può ignorare il fatto di una significativa diminuzione dell'attività motoria di una persona moderna. Produzione meccanizzata, scambio di trasporti ravvicinato. La disponibilità di una sempre maggiore varietà di veicoli sono tutti quei vantaggi di uno stile di vita moderno che sono comunque. Non sono privi dei loro difetti.

Salvano il lavoro umano, tuttavia, si trasformano in numerose conseguenze indesiderabili per il corpo, comportano il distacco del corpo e, di conseguenza, lo sviluppo di processi infiammatori, una diminuzione del tono muscolare. Sulla base delle ragioni, è facile concludere che il mezzo principale per trattare la patologia è aumentare l'attività motoria. Allo stesso tempo, i mezzi di ginnastica attivo-passiva, hatha yoga, qigong, terapia fisica si sono dimostrati nel migliore dei modi..

Lombodinia con sindrome muscolo-tonica

È un danno alla colonna lombare, che è accompagnato da infiammazione e diminuzione del tono muscolare. La ragione principale per lo sviluppo di questa condizione è un'attività fisica insufficiente. Quindi, gli scienziati hanno calcolato che un moderno impiegato d'ufficio trascorre circa 1,4 e 2,3 ore del suo tempo in movimenti statici e dinamici al giorno. Il resto del tempo è dedicato al lavoro sedentario e al sonno..

Le condizioni della vita moderna sono caratterizzate da un forte calo della quota di lavoro fisico e da una tensione nervosa altrettanto acuta. Tutto ciò porta allo sviluppo di lombodinia, dolore, atonia.

Osteocondrosi cervicale con sindrome muscolo-tonica

La linea di fondo è mobilità ridotta e stato funzionale del rachide cervicale. La deposizione intensiva si verifica nella colonna cervicale. Tutto ciò contribuisce alla violazione della circolazione sanguigna, alla nutrizione dei tessuti, a seguito della quale i muscoli non ricevono la quantità richiesta di nutrienti e ossigeno. Allo stesso tempo, una grande quantità di sottoprodotti metabolici, l'anidride carbonica, viene trattenuta nei muscoli. Inoltre, la causa di questa condizione può essere uno stress neuropsichico, una diminuzione del tono vascolare e muscolare. Attualmente, ci sono più professioni che richiedono un'attenzione intensa, un maggiore grado di responsabilità. Allo stesso tempo, la tensione nervosa sta crescendo e aumentando..

Lo stress neuropsichico comporta una violazione della regolazione ormonale, spostare l'equilibrio ormonale. Di conseguenza, la pressione sanguigna aumenta, si sviluppano spasmi vascolari e si verifica un'usura prematura del sistema sanguigno anticoagulante..

Cervicobrachialgia con sindrome muscolo-tonica

È una diminuzione del tono del rachide cervicale (colonna cervicale). In questo caso sono coinvolti anche i muscoli dei bronchi. C'è un restringimento del lume bronchiale, che porta a mancanza di respiro, mancanza di ossigeno, attacchi di asma, spasmi.

Abbastanza spesso osservato negli adolescenti. Ciò è dovuto al fatto che gli adolescenti moderni hanno un basso grado di attività (ipocinesia). Questo si sviluppa in modo particolarmente intenso tra gli studenti delle scuole superiori. L'ipocinesia influisce in modo particolarmente negativo sullo stato del sistema muscolare, comporta una diminuzione della vitalità. Ciò porta non solo all'atonia, ma anche a un ritardo nello sviluppo dei principali sistemi funzionali del corpo, una violazione persistente dei processi metabolici e una diminuzione della capacità lavorativa. Tuttavia, non dovresti precipitarti agli estremi: anche un'attività fisica eccessiva influisce negativamente sulla salute. L'ipercinesia è anche un grave problema di salute..

Cervicocranialgia e toracolombalgia con sindrome muscolo-tonica

È una violazione del tono muscolare nella regione cervicale e occipitale. Ci possono essere molte ragioni. Il principale è la posizione errata della testa e del collo durante il sonno, un'attività fisica insufficiente e l'eccesso di cibo..

L'eccesso di cibo è una caratteristica dell'uomo moderno ed è, in sostanza, l'anarchismo, una reliquia dei secoli passati. Considerato come una cattiva abitudine che influisce negativamente sulla salute. L'eccesso di cibo porta a un eccesso di peso corporeo, inattività fisica, inattività fisica e, di conseguenza, un'elevata incidenza. Il principale mezzo di terapia è la regolazione della dieta, il massaggio della zona del collo cervicale e un livello sufficiente di attività fisica..

La toracolombalgia è una malattia della colonna vertebrale toracica e lombare, che è accompagnata da una diminuzione del tono muscolare e del dolore.

Sindrome muscolo-tonica destra, sinistra

È caratterizzato da una diminuzione del tono muscolare su entrambi i lati della colonna vertebrale. Il trattamento è principalmente sintomatico, mirato ad aumentare il tono muscolare, alleviare il dolore se presente ed eliminare gli spasmi. Per questo vengono utilizzati massaggi, sessioni di terapia manuale, unguenti e creme con effetto riscaldante, alcuni farmaci, esercizi di fisioterapia, ginnastica isotonica, ginnastica salutare, tecniche attivo-passive.

Sindrome muscolo-tonica in un bambino

La diminuzione del tono muscolare nei bambini può essere dovuta sia a fattori congeniti che a fattori esterni. Quindi, i fattori congeniti sono spesso incurabili e sono geneticamente determinati. Allo stesso tempo, si nota che spesso tali condizioni progrediscono e finiscono con la paralisi e la disabilità. Una diminuzione del tono muscolare si verifica a causa di un allenamento insufficiente del corpo, stress neuropsichico, mancanza di vitamine, minerali, disturbi metabolici.

Fasi

Tre fasi dello sviluppo della sindrome muscolo-tonica possono essere distinte condizionatamente..

Il primo stadio è caratterizzato da una moderata diminuzione del tono muscolare. In genere, il tono diminuisce su entrambi i lati della colonna vertebrale. Inoltre, l'atonia può influenzare i muscoli degli arti. Allo stesso tempo, c'è una sensazione di pressione, disagio nell'area in cui il tono muscolare è significativamente ridotto. Può comparire un dolore moderato con permanenza prolungata in una posizione, con sonno prolungato, quando si cerca di alzarsi, con movimenti improvvisi e incuranti.

Il secondo stadio implica una diminuzione del tono piuttosto pronunciata, in cui i movimenti sono difficili, il dolore si intensifica e diventa abbastanza stabile. La situazione è alleviata con uno sforzo fisico moderato e aggravata con movimenti improvvisi, tentativi di rialzarsi.

Nella terza fase, il dolore si irradia piuttosto rapidamente, colpisce il nervo. Lo sviluppo del processo infiammatorio, si verifica anche l'edema. Questa è la terza fase cronica in cui il processo infiammatorio può progredire costantemente. Ci sono una serie di condizioni in cui la situazione diventa più complicata e progressiva. In assenza di un trattamento adeguato, la condizione può progredire fino alla disabilità. Per quanto riguarda un risultato positivo, è anche possibile. Ma in questo caso è necessario un trattamento a lungo termine, che deve essere necessariamente completo. Dovrebbe includere farmaci, fisioterapia, rimedi omeopatici e attività fisica obbligatoria..

Sindrome muscolo-tonica moderata

Il principale indicatore di moderazione è il grado medio di diminuzione del tono muscolare, nonché il dolore controllato, che può essere facilmente fermato con l'aiuto di vari farmaci. In questo caso, i muscoli hanno un aspetto flaccido, sono morbidi e cedevoli, a causa del quale la loro attività contrattile diminuisce. Questa condizione è reversibile. Puoi migliorare le tue condizioni con una corretta attività fisica. È l'esercizio regolare che è la chiave per controllare il tono muscolare e un indicatore della salute dei sistemi nervoso e muscolo-scheletrico..

Grave sindrome muscolo-tonica

Una condizione piuttosto pronunciata, che è caratterizzata dallo sviluppo di un processo infiammatorio fortemente pronunciato, una diminuzione del tono muscolare e una diminuzione dell'attività contrattile muscolare e una violazione della conduzione nervosa. Il dolore, di regola, è acuto, acuto, più pronunciato durante il giorno e anche dopo che una persona è stata a lungo in una posizione. Una caratteristica caratteristica è che il dolore è quasi impossibile da fermare. Almeno, non viene praticamente eliminato con l'aiuto di esercizi fisici, ma richiede un trattamento speciale, ad esempio iniezioni, l'uso di rimedi locali. Molto spesso vengono utilizzati unguenti, gel, creme e altri medicinali.

Sindrome muscolo-tonica cronica

Una caratteristica di una condizione cronica è un miglioramento o un peggioramento temporaneo della condizione, che si verifica sotto l'influenza di vari fattori. In questo caso, deve prima svilupparsi un'infiammazione acuta. A poco a poco, il processo acuto si attenua. Ma se non è guarito fino alla fine, passerà a uno stadio più grave, che può durare per anni, ma poi arriverà un aggravamento di questa condizione. Di norma, l'esacerbazione si verifica sotto l'influenza di vari fattori che innescano lo sviluppo della malattia. Ad esempio, può essere una grave ipotermia, un sovraccarico nervoso e mentale eccessivo, uno sforzo fisico intenso e persino una dieta scorretta, sovrappeso. Va notato che il numero di persone che sperimentano una diminuzione cronica del tono muscolare a causa del sovrappeso sta aumentando notevolmente. In questo caso, il trattamento principale è lo sport, l'educazione fisica. Solo il 10% dei casi di obesità è associato a disturbi metabolici e livelli ormonali (in questo caso è necessaria una corretta alimentazione, consultazione di un endocrinologo). Nel restante 90% dei casi, la causa è un'attività fisica insufficiente, l'eccesso di cibo.

Forme

Esistono diversi tipi di sindrome muscolo-tonica. La loro distribuzione per tipo dipende da quale parte della colonna vertebrale, o parti del corpo, subisce una diminuzione di tono. Quindi, si distingue la sindrome muscolo-tonica della regione cervico-occipitale, del rachide cervicale, delle regioni toracica e lombare. Separatamente, c'è una lesione della colonna lombare in combinazione con la sciatica (danno al nervo sciatico), in cui il dolore si diffonde ai glutei, alla regione pelvica, alle cosce, a volte anche alla parte inferiore della gamba.

Si distingue anche la sindrome riflessa, che copre altre parti del corpo, a seconda dell'area interessata (segmento) del corpo. Separatamente, vale la pena notare la sindrome spondylogenica, in cui anche la regione intervertebrale (dischi intervertebrali) subisce patologia. Separatamente, vale la pena evidenziare la sindrome del dolore, che è accompagnata da un forte dolore, a volte - spasmi. Inoltre, la sindrome può essere primaria o secondaria, a seconda dell'origine e della fonte del danno..

Sindrome muscolo-tonica della colonna vertebrale o spondilogenica

La dieta impropria è spesso il colpevole. In particolare, cibi ricchi di colesterolo ad alto contenuto calorico, cibo. Saturo di acidi grassi, carboidrati facilmente digeribili contribuisce all'aggravamento della patologia. Si sviluppa l'infiltrazione (le pareti, le fibre muscolari sono sature di componenti grassi). Ciò porta allo sviluppo dell'aterosclerosi, una diminuzione del tono. Ciò contribuisce allo sviluppo dell'obesità, a causa della quale la malattia è molto più grave, più difficile da trattare..

Ci sono prove che l'obesità è uno dei fattori che complica così tanto il decorso della malattia che è praticamente impossibile da trattare. Ciò porta al fatto che l'atonia progredisce costantemente, successivamente si sviluppa la paralisi. Finisce con la disabilità.

È una diminuzione del tono muscolare, così come lo sviluppo di un processo infiammatorio, un danno ai dischi intervertebrali. Oltre a una diminuzione del tono, un nervo viene pizzicato tra due vertebre adiacenti. Di conseguenza, sorge il dolore, che è acuto. Se non trattata, può diventare cronica. Puoi alleviare parzialmente la condizione con l'aiuto della riabilitazione fisica (massaggio, mezzi di esercizi di fisioterapia). Richiede anche un trattamento farmacologico obbligatorio, fisioterapia.

Sindrome muscolo-tonica toracica

Per eliminare questa condizione patologica, la condizione principale è mantenere il livello richiesto di attività fisica. Quando si eseguono esercizi fisici, è necessario attenersi a regole rigorosamente definite. Le lezioni dovrebbero iniziare con le più semplici e terminare con quelle più complesse. L'esercizio dovrebbe essere complicato gradualmente. Dovresti anche sforzarti di assicurarti che il carico sia posizionato su tutti i gruppi muscolari: braccia, gambe, tronco..

Sindrome muscolo-tonica riflessa

È importante monitorare la respirazione: dovrebbe essere ritmica, profonda, dovrebbe essere combinata con il ritmo del movimento. Dopo aver completato gli esercizi, fermati per 30-40 secondi in modo che i muscoli si riposino un po '.

Sindrome muscolo-tonica secondaria

È necessaria un'attività fisica costante per aumentare il tono muscolare. Il modo più semplice per mantenere livelli di esercizio ottimali è camminare. È un comprovato aiuto per la ricarica. È stato dimostrato che per mantenere la normale vitalità, ogni persona deve percorrere almeno 10 chilometri al giorno..

Tutti conoscono i suoi vantaggi oggi. Negli ultimi anni, questo tipo di cultura fisica ha guadagnato molti fan. Qualche anno fa, la figura di un uomo in tuta da ginnastica che corre per le vie della città ha fatto sorridere molti passanti. Adesso siamo abituati a questa immagine. Secondo le statistiche, ogni terza persona coinvolta nell'educazione fisica da sola ama correre. Circa lo stesso numero di persone di età diverse preferisce correre, per così dire, in modo organizzato - in sezioni, gruppi di salute, club.

Sindrome del dolore muscolo-tonico

Il dolore è alleviato bene dal nuoto e dalle procedure dell'acqua, dall'idromassaggio. Il bagno è più efficace in acqua fredda a una temperatura non inferiore a 20 gradi e non superiore a 24 gradi. È quest'acqua che ha il massimo effetto sul corpo. Non si tratta solo di stimolare il sistema endocrino, tonificare i centri nervosi e aumentare le capacità di adattamento termico del corpo, ma anche nel massaggio idrodinamico attivo del corpo e dei vasi sanguigni, a cui ci sottoponiamo durante il nuoto. Il dolore è alleviato dal rilascio di fattori antinfiammatori, endorfine.

Sindrome muscolo-tonica: sviluppo, manifestazioni, diagnosi, trattamento

La sindrome muscolo-tonica è un complesso di sintomi complessi a causa del sovraccarico delle fibre muscolari, della comparsa di corde dolorose e dense nel loro spessore. Questo è un aumento compensatorio del tono muscolare che si verifica nella zona di innervazione del segmento interessato della colonna vertebrale. Lo spasmo muscolare si verifica spontaneamente quando una particolare fibra nervosa viene schiacciata e irritata. La causa dello sviluppo della malattia è più spesso fenomeni degenerativi e distrofici nella colonna vertebrale, che si verificano sotto forma di osteocondrosi o spondilosi.

La malattia si sviluppa più spesso con danni alle strutture cervicali. La sua manifestazione principale è il dolore - cervicalgia. La sindrome del dolore è acuta. Aumenta con il movimento della testa ed è accompagnata da cefalea, vertigini, diminuzione dell'acuità visiva. Il rachide cervicale è colpito molto più spesso dei segmenti toracico e lombare. Le sue vertebre sono molto mobili e circondate da un'abbondanza di muscoli. Sono in grado di muoversi in diverse direzioni. I tronchi neurovascolari del collo si distinguono per una disposizione speciale, che svolge anche un ruolo nello sviluppo di questa patologia. La depressione e lo stress provocano la sindrome psicovegetativa, che si manifesta con distonia dei muscoli del collo, del viso e della testa, che porta a dolore alla testa e altri sintomi della sindrome.

Le malattie degli organi situati nella cavità toracica sono accompagnate da un cambiamento di tono e da un'eccessiva tensione dei muscoli corrispondenti. La patologia dei reni, degli organi urinari e del sistema riproduttivo si manifesta con disturbi della sfera sessuale, sindrome del dolore, sforzo eccessivo dei muscoli della regione sacro-lombare.

Tipi di patologia:

  • Sindrome moderata: il dolore si verifica solo quando vengono toccate, le foche dolorose sono palpabili nel muscolo;
  • Sindrome grave: il dolore diventa insopportabile ad ogni tocco, la sua intensità aumenta quando si sfrega la parte interessata, le fibre muscolari assomigliano a corde fibrose.

la formazione di foche nei muscoli con la progressione della sindrome muscolo-tonica

  1. Locale: danno a un muscolo o un'area di esso;
  2. Diffuso: danno a un intero gruppo muscolare.

Eziologia e patogenesi

La patologia è di origine vertebrale ed è una conseguenza dell'osteocondrosi. Quando i recettori del dolore sono irritati, sorge il disagio, che gradualmente si trasforma in un dolore lancinante e insopportabile. In risposta al suo aspetto, i muscoli colpiti si spasmo. Lo spasmo prolungato è la causa del dolore. Questo chiude il circolo vizioso che sta alla base di questo disturbo..

Malattie manifestate da segni di patologia:

  • Infiammazione della colonna vertebrale con mobilità limitata,
  • Ernia intervertebrale,
  • Artrosi delle articolazioni,
  • Spondilite anchilosante,
  • Scoliosi, cifosi, lordosi,
  • Sindrome miofasciale,
  • Lesione spinale traumatica,
  • Infiammazione del rivestimento del cervello,
  • Ictus emorragico,
  • Ascesso retrofaringeo o epidurale,
  • Malattie del tessuto connettivo autoimmuni.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo della patologia:

  1. permanenza prolungata nella posizione sbagliata,
  2. cattiva postura,
  3. mancanza di esercizio,
  4. stress fisico,
  5. bozze,
  6. esplosioni di emozione,
  7. ipovitaminosi,
  8. fumo di tabacco,
  9. deformità degli arti inferiori,
  10. peso in eccesso,
  11. dieta squilibrata.

La sindrome muscolo-tonica cervicale si sviluppa spesso nelle persone che lavorano al computer, negli impiegati e tutti coloro che conducono uno stile di vita sedentario, lavorano nella stessa posizione con una posizione fissa della testa. Capispalla pesanti, colletto stretto della camicia e cravatta stretta esercitano una pressione sulle strutture del collo, il che contribuisce anche allo sviluppo della patologia.

Lo sviluppo della sindrome lombare è facilitato da scavi eccessivamente attivi del terreno, sollevamento pesi e lunghe passeggiate. Un letto scomodo, una posizione atipica del piede e scarpe non abbinate alla taglia ne provocano anche l'aspetto.

Collegamenti patogenetici della patologia:

  • Cambiamenti degenerativi-distrofici nella colonna vertebrale,
  • Irritazione dei recettori del dolore situati vicino al disco intervertebrale e lungo l'apparato legamentoso della colonna vertebrale,
  • Contrazione muscolare spasmodica,
  • Eccessiva tensione muscolare,
  • Flusso sanguigno alterato,
  • Gonfiore dei tessuti,
  • Aumento del dolore,
  • Spasmo muscolare a lungo termine,
  • Compressione dei fasci neurovascolari con muscoli compressi,
  • Fame di ossigeno,
  • Distrofia,
  • Disfunzione dei muscoli colpiti,
  • Morire di fibre muscolari,
  • Sostituzione dei muscoli con tessuto connettivo,
  • Cicatrici: formazione di corde dure,
  • Mobilità limitata della colonna vertebrale,
  • Rafforzare le manifestazioni della sindrome.

Lo spasmo muscolare segnala la presenza di una malattia alla schiena, che prima o poi si manifesterà. L'osteocondrosi progredisce costantemente senza trattamento.

Quadro clinico

Manifestazioni di patologia derivanti da danni al rachide cervicale:

  1. Gravità e fastidio al collo,
  2. Cervicalgia,
  3. Difficoltà a girare e inclinare la testa,
  4. Un mal di testa acuto o pressante, sordo che non risponde agli anestetici e si estende dalla regione occipitale a quella temporale,
  5. La formazione di foche nel tessuto muscolare,
  6. Alla palpazione, i muscoli assomigliano a un tubo di gomma,
  7. Gonfiore del collo,
  8. Picchi di pressione sanguigna,
  9. Crepitio nel collo quando muovi la testa,
  10. Diminuzione dell'acuità visiva,
  11. Problema uditivo,
  12. Parestesie delle mani e del viso.

Il dolore è il sintomo principale della patologia. Ha un carattere doloroso, opaco, doloroso ed è molto diffuso. I pazienti possono indicare la posizione specifica del dolore. Quando si preme il punto dolente, il disagio aumenta. I sentimenti dolorosi sono estremamente difficili da sopportare. I pazienti sperimentano l'insonnia dovuta alla costante ricerca di una posizione vantaggiosa. Si stancano, si sfiniscono, cadono nella disperazione, sprofondano nella depressione. Nei luoghi in cui il dolore è più pronunciato, si formano focolai di compattazione a causa della deposizione di sali di calcio.

La cervicalgia nella sindrome muscolo-tonica ha vari gradi di gravità. A volte le condizioni del paziente peggiorano così che i suoi occhi diventano opachi, c'è una debolezza generale e una sensazione di pesantezza nella regione occipitale, che il paziente confronta con la sensazione di un casco sulla testa. Un forte dolore al collo si irradia al lato sinistro o destro della testa. La palpazione lungo la parte posteriore del collo rivela bande dense e dolorose. Queste sono formazioni piuttosto dense e grossolane, che ricordano al tatto di un fuso. Con il progredire della patologia, i pazienti iniziano a lamentarsi della comparsa di disagio alla spalla. Notano dolore locale, limitazione della mobilità articolare, maggiore sensibilità della pelle della regione della spalla. Il dolore è costante durante il giorno, il suo picco si verifica al mattino o alla notte. Quando premi il dito sui legamenti intervertebrali, il dolore peggiora. Le fibre muscolari spasmodiche si contraggono involontariamente. Con l'esecuzione attiva di varie azioni con la spalla, appare un caratteristico crunch. Lo stesso scricchiolio si verifica quando si sente il filo sul collo. Il collo nei pazienti è simmetrico, ma gonfio. Notano inoltre intorpidimento, disagio e dolore al polso e alle dita..

Con lo sviluppo della patologia a livello del torace, anche il sintomo principale è il dolore. Si verifica all'improvviso e rende difficile inspirare ed espirare completamente. La sindrome del dolore assomiglia alla cardialgia nelle malattie del sistema cardiovascolare. Di conseguenza, l'anidride carbonica si accumula nel sangue e si verifica l'ipossia. Sintomi di questi processi: vertigini, debolezza muscolare, convulsioni, apatia.

L'ipertonicità dei muscoli della colonna lombare si manifesta con un dolore lancinante che limita lo svolgimento delle attività quotidiane, oltre a parestesie e debolezza alle gambe. È molto difficile per i pazienti piegarsi e piegarsi, alzarsi dal letto. Alla palpazione delle vertebre, il dolore aumenta.

Misure diagnostiche

La diagnosi di patologia consiste nell'ascoltare i reclami del paziente e fare una storia completa. Gli esperti stanno cercando di capire quanto dura la sindrome del dolore, quanto è intensa, che carattere ha e in che modo spasmi e movimenti sono correlati.?

Determinare lo stato neurologico del paziente è il passo successivo per fare una diagnosi. Di solito, i pazienti con sindrome muscolo-tonica non hanno sintomi cerebrali e focali, segni meningei. Viene determinata la palpazione dolorosa della giunzione craniovertebrale e dei punti paravertebrali a tutti i livelli. Colpire i muscoli con un martello a percussione rivela il difetto.

Diagnostica strumentale e di laboratorio:

  • L'esame a raggi X della colonna vertebrale rivela cambiamenti degenerativi nel tessuto osseo.
  • Con l'aiuto di uno studio tomografico, è possibile rilevare cambiamenti patologici nei muscoli e nei legamenti.
  • L'elettromiografia consente di identificare la violazione esistente della conduzione neuromuscolare.
  • Analisi del sangue per parametri paraclinici e biochimici - metodi standard obbligatori.
  • La biopsia e l'esame istologico delle fibre muscolari colpite vengono eseguiti secondo rigorose indicazioni mediche.

Trattamento

La diagnosi e il trattamento della patologia vengono eseguiti da specialisti nel campo della neurologia. Dopo aver esaminato il paziente, il medico effettua una diagnosi finale e prescrive il trattamento secondo le moderne tecniche mediche.

La sindrome muscolo-tonica è incurabile. Le misure terapeutiche generali dovrebbero essere mirate alla malattia sottostante, che è diventata la causa principale degli spasmi muscolari. Ai pazienti viene mostrata una terapia sintomatica, che consente loro di tornare alla vita normale..

Gli specialisti prescrivono i seguenti gruppi di farmaci ai pazienti:

  1. FANS - "Ketoprofen", "Ibuprofen", "Meloxicam", "Movalis";
  2. Blocco della novocaina - l'introduzione della "novocaina" nell'area colpita;
  3. I corticosteroidi sono prescritti sotto forma di iniezioni locali per alleviare il dolore e altri segni di infiammazione - Kenalog, Diprospan;
  4. Rilassanti muscolari per rilassare i muscoli colpiti - "Mydocalm", "Sirdalud";
  5. Condroprotettore - Alflutop, Teraflex;
  6. Le vitamine del gruppo B normalizzano i processi metabolici nel tessuto nervoso;
  7. Per via topica - unguenti e gel con FANS: "Voltaren", "Nurofen", "Dolgit";
  8. Mezzi che migliorano l'afflusso di sangue - "Actovegin", "Trental";
  9. Antispastici - "Papaverine", "Drotaverin";
  10. Antidepressivi e anticonvulsivanti su prescrizione medica individuale.

Questi medicinali alleviano solo i sintomi. Non sono in grado di ripristinare completamente la cartilagine e hanno un effetto benefico sulle strutture della colonna vertebrale. Dopo che il dolore si è attenuato e il tono muscolare si è normalizzato, i pazienti tornano a una vita piena..

Oltre ai farmaci, le procedure fisioterapiche sono ampiamente utilizzate..

  • Il massaggio elimina il dolore, ripristina la pervietà neuromuscolare nell'area interessata.
  • Corsetti speciali alleviano la compressione e alleviano la colonna vertebrale colpita. Ti permettono di ottenere un effetto ortopedico.
  • Tutti i pazienti, in particolare quelli affetti da cervicalgia, vengono mostrati mentre dormono su cuscini ortopedici. Con l'aiuto di loro, la colonna vertebrale si rilassa e si raddrizza il più possibile.
  • La terapia fisica e la chinesiterapia aiuteranno a evitare il ripetersi della sindrome.
  • L'agopuntura normalizza le funzioni delle fibre nervose ed elimina il dolore.
  • Magnetoterapia, terapia UHF, correnti diadinamiche ed elettroforesi migliorano l'effetto dei farmaci, riducono il dolore, migliorano la circolazione sanguigna e normalizzano il tono muscolare.

Se un trattamento così complesso non dà l'effetto atteso, il paziente ha bisogno dell'aiuto di un chiropratico o chirurgo..

Solo eliminando la fonte della malattia, puoi sbarazzarti della sindrome muscolo-tonica. Provando un temporaneo sollievo dall'assunzione di anestetici, molti pazienti interrompono il corso del trattamento e la malattia continua a progredire. È molto difficile sbarazzarsi di patologie come l'osteocondrosi e altri processi degenerativi, e talvolta è semplicemente impossibile. Ecco perché dovresti fare ogni sforzo per mantenere la tua salute a un livello ottimale..

Misure preventive per questa patologia: praticare sport praticabili, camminare per lunghe distanze, una corretta alimentazione. La forma fisica generale è la base di un corpo sano. Rafforzare i muscoli della schiena, un'attività fisica regolare, la comodità del lavoro e del posto letto aiutano ad evitare lo sviluppo della sindrome.